Strage in Nuova Zelanda, Russel Crowe: "Mi si spezza il cuore"

Russel Crowe twitta: "Morti senza senso, inutili e crudeli. Il mio cuore si spezza per tutte le famiglie coinvolte e per la meravigliosa gente della Nuova Zelanda, ai cui cuori questo dolore resterà legato per molto tempo"

"Il mio cuore si spezza". Così Russell Crowe, attore e regista neozelandese, esprime, tramite Twitter, il suo dolore per la strage in Nuova Zelanda dove sono state attaccate due moschee.

Il premio Oscar, famoso per film come il Gladiatore e A Beautiful Mind, ha twittato: "Morti senza senso, inutili e crudeli. Il mio cuore si spezza per tutte le famiglie coinvolte e per la meravigliosa gente della Nuova Zelanda, ai cui cuori questo dolore resterà legato per molto tempo". "Kia Kaha", conclude Crowe, che in lingua maori significa "siate forti". Nell'attentato, per ora, si contano 49 morti e 48 feriti. Brenton Tarrant, uno dei terroristi, nell'orribile live della strage, si è descritto come: "un normale uomo bianco" e ha spiegato di essersi ispirato alla strage compiuta ad Utoya, in Norvegia, da Anders Breivik nel 2011. "Voglio uccidere gli stranieri invasori", ha detto.