Strage in tribunale, Celentano: "Abbandonati dal governo"

Anche il cantautore, nel suo blog, critica aspramente il governo per ciò che è accaduto ieri. E parla di "desolante Stato di abbandono"

Il giorno dopo la strage al palazzo di giustizia di Milano, anche Adriano Celentano punta il dito contro l'esecutivo, in un post pubblicato sul suo blog ufficiale. "Ciao GOVERNO, scusa se ti rompo - scrive "il molleggiato" - è che non so con chi parlare, forse non te l’hanno detto: ma ieri un signore è entrato nel tribunale di Milano e ha ucciso tre persone, più due feriti di cui uno in modo grave. Ma perché l’avete fatto entrare?!? E’ pericoloso lasciare la porta aperta senza che ci sia, non dico una guardia, sarebbe troppo, ma almeno un portinaio che ricordi a tutti quelli armati che possono sì entrare, ma senza uccidere. E invece guarda cos’è successo".

Le parole del cantautore sono dure:"Tu non hai idea di come io mi senta in questo momento. È come se improvvisamente fossi inghiottito da un desolante “STATO” di abbandono - prosegue - e non so più chi sei, cosa fai e perché sei lì dove sei ADESSO. Non pretendo che tu mi difenda, in fondo non sono che un cittadino, lo so, ma almeno avvisami quando inviti qualcuno che vuole uccidere la gente. Forse lo sbaglio è di esserti concentrato troppo sulla velocità per risolvere una crisi impossibile e non aver, invece, subito pensato a un centro di accoglienza per gli ASSASSINI che ormai si confondono coi cittadini. A cosa serve il progresso se poi ti uccidono?", conclude.

Commenti

ORCHIDEABLU

Ven, 10/04/2015 - 13:25

NON E' PROGRESSO,BISOGNA CAMBIARE LE LEGGI RIGUARDO I FALLIMENTI IMPRENDITORIALI,PERCHE' E'COME SE, i comuni la legge stessa si aspettasse che un lavoratore imprenditore una volta cominciata l'attivita'e con guadagni stimabili,lo si perseguitasse per non aver potuto assicurare loro le tasse che si aspettavano dagli imprenditori stessi dati dai suoi stessi sacrifici.Poi uno impazzisce? vorrei vedere voi.

killkoms

Ven, 10/04/2015 - 13:52

gli unici abbandonati dal governo sono i membri delle forze dell'ordine..!

Ritratto di Alsikar.il.Maledetto

Alsikar.il.Maledetto

Ven, 10/04/2015 - 15:30

Il buon Celentano si chiede nel finale: 'A che serve il progresso se poi ti uccidono'? E il punto è proprio questo: non esiste vero progresso senza che si sia fissato, stabilito, determinato come 'sacro' il principio fondamentale della sicurezza e convivenza sociale. Senza sicurezza sociale come fondamento primario non esiste né progresso né civiltà.

piertrim

Sab, 11/04/2015 - 11:38

Abbandonati da sempre, pensano solo a se stessi e ad abbuffarsi con le nostre tasse,

forbot

Dom, 12/04/2015 - 20:04

Sembra il loro unico pensiero: Quale tasse mettere, dove: Mai farci sapere con precisione quanto hanno in cassa, quanto spendono sperperando per cose inutili e futili o per mantenere a far niente i loro sostenitori col voto. Come facevano gli antichi governi a mantenere i manicomi aperti, costruire carceri, strade, ferrovie, porti, mantenere eserciti e polizie a difesa del cittadino, mentre ora di tutto questo non si fà più nulla e pur si aumentano le tasse? Strade piene di buche e non si parcheggia da nessuna parte se non paghi il tichet. Ma che cacchio, la mafia e la camorra chiede molto meno e quasi ti protegge di più; o avvenuto un cambio, a mia insaputa, nella ns. vita quotidiana?