Strasburgo, vandali distruggono la stele della sinagoga

La stele ricorda la sinagoga distrutta dai nazisti nel 1941. Per il Municipio si tratta "dell'ennesimo atto antisemita" che ha colpito la città francese. Qualche giorno fa oltraggiato anche un piccolo cimitero ebraico. Il vicesindaco su Facebook: "Puniremo i responsabili"

È stata abbattuta nella notte e ricoprda il sito dell'antica sinagoga di Strasburgo, dinamitata dai nazisti nel 1941. A denunciare la profanazione della stele commemorativa il municipio, che, tramite la pagina Facebook di Alain Fontanel, vice sindaco della città francese, ha definito il gesto un nuovo atto di antisemitismo.

Sul monumento di marmo, non più sul suo piedistallo ma rovesciato a terra, si leggeva: "Qui si ergeva, dal 1889 la sinagoga di Strasburgo, incendiata e distrutta dai nazisti nel settembre 1940".

"La storia, purtroppo, si ripete. La stele che evoca quel dramma, davanti alla palce des Halles, è stata vandalizzata questa notte. Molto probabilmente, sfortunatamente, un nuovo atto antisemita nella nostra città. Faremo tutto il possibile, insieme alle forze di polizia, per assicurare alla giustizia i responsabili", ha aggiunto Fontanel. Pochi giorni fa, il 19 febbraio scorso, era stato profanato il cimitero ebraico di Qatzenheim, un villaggio di 800 abitanti a circa 20 chilometri da Strasburgo.

Sul caso le autorità hanno aperto un'indagine.