Stuprata e uccisa a 14 anni, preso l’iracheno in fuga

Il giovane era scappato dalla Germania insieme alla famiglia alla volta del Paese natale

L'iracheno sospettato di aver stuprato e ucciso una ragazzina di soli 14 anni in Germania, è stato arrestato questa notte nel nord dell’Iraq.

Ali Bashar, 20 anni, secondo gli investigatori, era fuggito nel suo Paese natale assieme alla famiglia per evitare di essere catturato per aver compiuto il delitto. A dare l'annuncio dell'arresto è stato il ministro dell'Interno tedesco, Horst Seehofer, il quale ha espresso le proprie congratulazioni alla polizia tedesca e a quella curda per l’operazione.

L'iracheno aveva precedenti

Ali Bashar è accusato di aver violentato la ragazza e di averla poi strangolata per poi nascondere il delitto. Successivamente, infatti, ne ha occultato il cadavere in una fossa ricoperta con rami ed erbacce.

Il giovane, che peraltro aveva precedenti penali, si era visto negare la richiesta di asilo nel 2016, ma il suo avvocato l'aveva impugnata. Giovedì scorso, insieme a tutta la famiglia - padre madre e 6 figli - era scappato in Iraq grazie ad un lasciapassare dell'ambasciata del suo Paese.

Commenti

dagoleo

Ven, 08/06/2018 - 16:39

Ma liberatelo poveretto. E' una preziosa risorsa. Ma siete sicuri che ha commesso quell'omicidio di una ragazzina? Secondo me sono tutte accuse infondate di bianchi suprematisti e razzisti. Lui volegva solo integrarsi. Era lei che non voleva e l'ha offeso col suo ingiustificato rifiuto. La mitica Boldri comunque pare abbia intenzione di esprimergli solidarietà e di invitarlo a venire in Italia.

Giorgio Rubiu

Sab, 09/06/2018 - 09:12

#dagoleo - La Boldrini non conta più niente e, specialmente adesso che è stato preso e sarà processato in Germania, non potrà invitarlo a venire in Italia fono a quando non avrà scontato la sua pena per stupro e omicidio. Probabilmente l'ergastolo o, secondo le abitudini passate tedesche, sarà "suicidato" in carcere.