Sul web spopolano le "profezie" dopo gli attacchi di Bruxelles

Dopo gli attentati di Bruxelles, sul web sono tornate le consuete profezie di Nostradamus. E qualcuno vede nelle parole di Nostradamus una profezia che si sta avverando proprio in questi giorni

Dopo gli attentati di Bruxelles, sul web sono tornate le consuete profezie di Nostradamus. E qualcuno vede nelle parole di Nostradamus una profezia che si sta avverando proprio in questi giorni. “La grande guerra inizierà in Francia e poi tutta l’Europa sarà colpita, lunga e terribile essa sarà per tutti… poi finalmente verrà la pace ma in pochi ne potranno godere”. È un passo di Nostradamus nel suo libro di ‘profezie’, un testo che viene riaperto ogni volta che il mondo è alle prese con un’emergenza o un fatto che segna la storia moderna nel suo intimo.

Secondo un altro passo del volume “Le Profezie“, inoltre, “ci saranno tanti cavalli dei cosacchi (popolazioni nomade tartare che abitavano nelle steppe russe) che berranno nelle fontane di Roma”. Nostradamus aggiunge: “Roma sparirà e il fuoco cadrà dal cielo e distruggerà tre città. Tutto si crederà perduto e non si vedranno che omicidi; non si sentirà che rumori di armi e bestemmie. I giusti soffriranno molto. (…) Roma perderà la fede e diventerà il seggio dell’Anticristo. I demoni dell’aria, con l’Anticristo, faranno dei grandi prodigi sulla terra e nell’aria e gli uomini si pervertiranno sempre di più”.

Commenti

Raoul Pontalti

Mer, 23/03/2016 - 14:12

Voete profezie? Quante ne volete, basta pagare. Questa ve la dò a un euro: "in uno dei 365 giorni (366 negli anni bisestili) dei prossimi mille anni vi sarà un attentato sanguinoso in qualche parte del globo". Soddisfatti o rimborsati naturalmente.