Sull'Etna imbiancatouna eruzione lampo:a Catania voli regolari

L'eruzione è durata poco meno di tre ore: è la terza eruzione in due mesi. Non è un episodio preoccupante. Il fiume di lava ha seguito il percorso delle altre eruzioni

È durata poco me di tre ore, ma la fumata bianca che si è levata contro il cielo azzurro era ben visibile anche da molto lontano. Sin dalle prime ore di questa mattina una nuova fase eruttiva, la terza dall'inizio dell'anno, ha interessato l’Etna.

Spettacolari emissioni di fontane di lava. L'attività stromboliana ha interessato il nuovo cratere di Sud-Est. Dalla "bocca" è emersa una nuova colata, bene alimentata, che si è diretta nella desertica Valle del bove. Da qui è fuoriuscita una colonna di cenere lavica dispersa in direzione Nord-Est. Secondo gli esperti dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv) di Catania, l’attività, cominciata quaesta mattina poco dopo le 5.30, sarebbe già conclusa. "La nuova fase eruttiva dell’Etna non ha ripercussioni sul traffico aereo - hanno assicurato - l’aeroporto di Catania è regolarmente operativo, come deciso dall’unità operativa della Sac".