La Svizzera, Baudelaire e le strette di mano

«Molti amici, molti guanti, per paura della rogna», scriveva Charles Baudelaire nei suoi Diari intimi. Lo penso ogni volta che do la mano a uno sconosciuto, e mi chiedo se non basterebbe un «salve», con un cenno. È il saluto fascista che ha ridato vigore alla stretta di mano. Non credevo, però, che per gli svizzeri la precauzione igienica potesse determinare un conflitto culturale. La convenzione della stretta di mano non è infatti prescritta dalla legge, ma è una consuetudine pressoché automatica. Soltanto la deliberata decisione di non porgere la mano a una persona che si disprezza assume un significato, se dichiarata. In altre occasioni, per marcare la differenza sociale o di classe: non si dà la mano a chi si considera inferiore, o la si dà perché qualcuno non si ritenga tale. Ma, attenzione: non si dà anche alle persone più care e più vicine: non si dà ai genitori, non si dà ai fratelli, non si dà ai migliori amici. Talora non si dà a preti e prelati, per«religioso» rispetto. Si dà, in compenso, agli estranei. Sappiamo che non si dà alle donne musulmane, e soprattutto loro sanno che non si dà a te. Per questa, non intenzionale, mancanza, a Losanna è stata negata la cittadinanza svizzera a una coppia di musulmani. La reazione delle autorità è stata durissima: «La pratica religiosa non autorizza a porsi fuori della legge». Quale legge? Si può per legge imporre di mangiare maiale? Beh! Evidentemente gli svizzeri non leggono Baudelaire.

Commenti
Ritratto di Professor...Malafede

Professor...Malafede

Mer, 22/08/2018 - 15:47

In questo caso forse si potrebbe dire che qualsiasi ragione (perfino una non ragione) è valida purché l'ospite sgradito non entri a casa mia.

emigrante

Mer, 22/08/2018 - 16:58

In questo caso, se gli Sizzeri non leggono Baudelaire, meritano la più ampia assoluzione.

6077

Mer, 22/08/2018 - 17:43

non è la stretta di mano in se. è la deliberata decisione di marcare la propria differenza (e, spesso, disprezzo e presunta superiorità) nei confronti di una società, da parte di individui che chiedono di farne parte. sarebbe come far giocare nel milan uno che schifa il calcio oppure tifa inter. [pubblicare, forse prima di domani grazie]

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Mer, 22/08/2018 - 20:18

Si, non stringere la mano è un problema perché significa non rispettare il prossimo, hanno fatto benissimo gli svizzeri.

edo1969

Mer, 22/08/2018 - 21:17

“ogni volta che do”, dò va con l’accento, Sgarbi capretta beehhh beeeeeeeeehhhhh

asalvadore@gmail.com

Mer, 22/08/2018 - 22:39

Certo sono meno progressisti di noi, ma anche certamente piu saggi, non vogliono che nel loro paese si stabiliscano persone che per le loro convinzioni religiose non possono integrarsi ai costumi svizzeri. Noi non lo abbiamo capito, cominciando dal perdonatore capo, e ne subiremo le conseguenze. Non abbiamo dato retta alla Fallaci, anzi l'abbiamo esecrata, preda di ideologie e religioni da manicomio.

Ritratto di gian td5

gian td5

Mer, 22/08/2018 - 23:03

@ edo 1969, anche lei è una vittima della scuola media unificata, immagino che l'accento lo metta anche quando scrive "qui", vero?

FaroAlogeno

Mer, 22/08/2018 - 23:55

@edo1969 - "do", prima persona singolare del verbo dare, va senza accento; l'accento si mette sui monosillabi solo quando c'è pericolo (teorico) di confusione tra monosilabi omofoni; per esempio "dà", terza persona singolare del verbo dare vuole l'accento per evitare confusoini con "da" preposizione; è il motivo per cui su qui e qua l'accento non va, e non va neanche su "va"; "do" verbo difficilmente può essere confuso con la nota musicale, quindi non vuole accento; si informi, prima di dire sciocchezze;

mich123

Gio, 23/08/2018 - 06:57

Veramente negare la cittadinanza ai musulmani per una stretta di mano mi sembra esagerato. Come se mancassero altri motivi.

cgf

Gio, 23/08/2018 - 10:16

Prima di tutto non è solo la mancata stretta di mano, c'è stato altro, già che c'è s'informi, e mi meraviglio che già non lo sappia, perché è nata la stretta di mano, mano destra e non quella sinistra, magari anche... dove.

Ritratto di Candidoecurioso

Candidoecurioso

Gio, 23/08/2018 - 13:47

Se una tedesca rifiutasse di stringere la mano ad un ebreo, egregio Sgarbi, come classificherebbe questo "vezzo" ? Credo che il rifiuto di un mussulmano/a di stringere le mani di un "kafir" (empio) o il divieto di contatto comunque tra persone di sesso diverso si inseriscano in contesti paragonabili più a questo paragone che a quelli in cui Lei cita Baudelaire. Il rischio, egregio Sgarbi, è che Lei dia una patente "civile" a scelte che sono assolutamente illiberali e discriminatorie. Gli svizzeri, fortunatamente, sono molto più pragmatici e meno teorici di noi, soprattutto quando si tratta di casa loro. Il problema, come spesso accade, non è quando si accende la miccia per vedere cosa succede e chi si arrabbia, ma quando le polveri esplodono e ci si accorge che anche la nostra casa sarà travolta nel disastro. Mi permetto di ricordarLe un detto americano : "Freedom is not for free" Se ne ricordi, quando gioca col fuoco. Cordialmente.

edo1969

Ven, 24/08/2018 - 20:37

http://forum.accademiadellacrusca.it/forum_5/interventi/1389.shtml.html

edo1969

Ven, 24/08/2018 - 20:38

Ti dò anche un altro bacio (I. Svevo, La coscienza di Zeno).

edo1969

Ven, 24/08/2018 - 20:42

http://dizionari.corriere.it/dizionario_italiano/D/dare_1.shtml

edo1969

Sab, 25/08/2018 - 10:45

capreeeee beeeeeh beeeeeeeeeh giantd5 e farò beeeeehhhhhh

edo1969

Dom, 26/08/2018 - 14:26

capreeeeeee ah ah ah ah ah ah ah do senz’accento invenzione di internet capreeeeeeeeeeee

edo1969

Lun, 27/08/2018 - 20:59

BBBEEEEEEEEHHHHHHHHHH BBBBBBBBEEEEEEEEEEEEEEEEEEEHHH