La Svizzera sospende la vendita delle auto truccate del gruppo Volkswagen

La Svizzera blocca la vendita dei veicoli diesel del gruppo Volkswagen coinvolti nello scandalo. Lo ha deciso Fedro, l’ufficio federale della viabilità elvetico

La Svizzera blocca la vendita dei veicoli diesel del gruppo Volkswagen coinvolti nello scandalo. Lo ha deciso Fedro, l’ufficio federale della viabilità elvetico. Le macchine già vendute e immatricolate non sono colpite dal provvedimento, che riguarderebbe comunque circa 180mila veicoli. I veicoli ritirati sono Volkswagen, Audi, Skoda e Seat, costruiti dal 2009 al 2014, fa sapere l’ufficio federale sulla sicurezza stradale. Inatnto Volkswagen rafforzerà i controlli interni in seguito allo scandalo sulle emissioni falsate che ha travolto il marchio automobilistico. Lo ha detto il nuovo amministratore delegato del gruppo Matthias Mueller, nominato oggi dopo le dimissioni, avvenute mercoledì, di Martin Winterkorn.

"Introdurremo regole più rigorose anche sulla governance del gruppo, così da fare in modo che uno scandalo del genere non potrà più accadere in futuro", ha detto il 62enne manager, ex capo di Porsche. "Il mio compito più urgente è quello di far riconquistare la fiducia al gruppo Volkswagen attraverso la massima trasparenza", ha detto dopo un incontro durato più di sei ore con il consiglio di sorveglianza della società, nella sede di Wolfsbur. "Possiamo superare questa crisi e rendere Volkswagen ancora più forte", ha aggiunto il nuovo ad, annunciando una possibile riunione straordinaria generale il prossimo 9 novembre.

Commenti
Ritratto di drazen

drazen

Ven, 25/09/2015 - 23:44

Serietà elvetica calvinista!

adogio48

Sab, 26/09/2015 - 13:46

Gli svizzerotti proprio non li sopportano i crucchi. Hanno colto la palla al balzo, non aspettavano altro. Che mercato avranno ora le macchine Volgaswagen, Audi, Seat, Skoda, e anche Porsche?