Svolta di Renzi: migranti a numero chiuso

Il leader del Pd sta con il centrodestra e propone «aiuti a casa loro»

Numero chiuso e aiuti a casa loro. Alla fine anche Matteo Renzi conviene che la ricetta per gestire l'immigrazione non è quella delle porte aperte sostenuta e attuata dalla sinistra italiana e dai suoi governi, ma è molto più simile a quella invocata, per ora inutilmente, dal centrodestra. La svolta del segretario Pd è contenuta nel suo libro in uscita a giorni ed è stata anticipata ieri, forse anche per arginare le polemiche sul patto scellerato - svelato da Emma Bonino - da lui firmato con i Paesi europei (immigrati in cambio di deroghe sui conti). Non si trattiene, Renzi, dal depistare su questo punto e cercare di coinvolgere Berlusconi («i primi accordi li ha fatti il suo governo») ben sapendo che la tesi non regge la prova dei fatti e delle date.

Peccato, Renzi poteva risparmiarsi questa caduta, ma quello che ora interessa è cosa succede da qui in avanti. Cioè capire se il «numero chiuso» (che non è né di destra né di sinistra ma di puro buonsenso in qualsiasi campo) è lo slogan dell'estate per gettare fumo negli occhi e vendere un libro o se è invece un tema politico in agenda da convertire al più presto in legge. In sintesi, vediamo se il Renzi scrittore è la stessa persona del Renzi segretario del partito di maggioranza o se invece i due sono soggetti distinti e distanti.

Vado oltre: non vorrei che «parlare» di numero chiuso, concetto che piace agli italiani, fosse il modo per «fare» digerire lo ius soli, la legge in discussione in questi giorni per concedere la cittadinanza in modo di fatto automatico a chiunque nasca in Italia. Se così fosse - il mio è solo un sospetto - si tratterebbe di un baratto furbo e inaccettabile. Per sicurezza proporrei quantomeno un'inversione dell'ordine del giorno: prima il Parlamento approvi una legge sul numero chiuso, poi si affronti il tema della cittadinanza.

Non è che io non mi fidi delle parole di Renzi, è che di questa sinistra divisa, litigiosa e in affanno proprio non c'è da fidarsi. Non mi stupirei se da dentro il Pd tirassero un bidone pure al loro segretario e noi ci ritrovassimo con lo ius soli e il «numero aperto», anzi apertissimo, com'è oggi. Cioè cornuti e gabbati. E soprattutto senza difese contro un'invasione che non Salvini ma Bill Gates, guru della sinistra planetaria, ha definito pericolosa e da fermare al più presto.

Commenti
Ritratto di venividi

venividi

Dom, 09/07/2017 - 06:13

Ma sì, certo ! Renzi è inguaribile, tenta di prenderci in giro ? Chi lo stima è un ebete.

Efesto

Dom, 09/07/2017 - 06:34

Direttore sono pienamente d'accordo con le sue ipotesi. Quello che non riesco assolutamente a comprendere per quale ragione e, soprattutto per quale vantaggio di politica e/o di partito debba consumarsi il duplice macroscopico errore dello ius soli e della immigrazione aperta. È solo da fessi pensare che enclave di forestieri, per lo più di diversa religione e costume, possano nel tempo divenire italiani e concorrere al benessere generale. Queste enclave ci faranno guerra per mantenere la propria identità ignorando leggi e costituzione restituendoci dopo una o due generazioni i semi della destabilizzazione. Ma a questi buonisti non viene il dubbio guardando Molenbeek?

idleproc

Dom, 09/07/2017 - 10:24

Tutto sommato ormai si dovrebbero aprire prospettive realistiche per mettere in piedi un Partito senza teleguida che faccia gli interessi nazionali, economici e sociali degli italiani. Così l'epoca delle furbate e dei furbi, finisce. Hanno già dato e sono stati derubati a sufficenza.

luigi1947

Dom, 09/07/2017 - 11:02

Quelli che mi fanno più imbestialire sono quelli che dicono " anche gli Italiani sono stati migranti" ebbene si è vero ! ma la differenza è notevole. nel 1952 mio padre ha emigrato in Belgio previo chiamata del governo Belga stesso, per lavorare in miniera, papa non era mantenuto dallo stato, ma viveva del suo stipendio di minatore, pagava l'affitto e manteneva la famiglia. Io avevo 5 anni ho fatto tutto il percorso di studio fino alle scuole superiori, in seguito mi sono laureato in Italia. Invece papa dopo 18 anni di miniera gli è stata riconosciuta una pensione di invalidità... con successiva morte prematura all' età di 61 anni per silicosi polmonare. Non credo proprio che la situazione dei migranti che arrivano in Italia possa essere considerata al pari dei ns. Padri ! Mai visto in Belgio un Italiano chiedere l'elemosina davanti ai supermercati !!! come fanno le ns. belle risorse che stanno portanto l' Italia allo sfacelo con buona pace dei comunisti radical chic !

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Dom, 09/07/2017 - 12:24

Numeri chiusi o aperti, scellerate norme di cittadinanza oppure leggi/cuccagna a migranti ritenuti inferiori non sposteranno la vera questione: negli anni settanta eravamo quattro miliardi dopo cinquanta anni siamo otto. Otto miliardi: tutti dotati di bocca stomaco cervello pulsioni ormonali e capacità riproduttiva. Non c'è bisogno di Malthus per trarne conseguenze socio politiche. La domanda è: i nostri apparati politici sedicenti liberal democratici sono o no all'altezza ? Mi pare proprio di no: eccolo il tema vero.

shamouk

Dom, 09/07/2017 - 12:25

Forse non sono abbastanza intelligente ma in Italia si cerca di far credere che sappiamo quanti migranti abbiamo e possiamo controllarne il numero. Se così fosse allora la prima cosa da fare sarebbe prendere tutti quelli che sono in violazione del permesso di soggiorno e sbatterli fuori (se sono rozzo suggerirei di provare a stare negli USA per un periodo più lungo di quanto il visto permette e poi vediamo cosa succede), secondo punto mi chiedo perché se proprio vogliamo risorse perché non prendiamo ingegneri e specialisti IT indiani. Gente pacifica e che contribuirebbe a migliorare la nostra economia. Con le scuole post 68 di capre ne abbiamo già di nostrane e importarne dal magreb non aiuta.

Ritratto di Giano

Giano

Dom, 09/07/2017 - 12:45

Ancora una volta giocano con le parole. Non deve esistere nessun "numero chiuso", anzi non deve esistere nemmeno il "numero". Stabilire un numero qualsiasi significa lasciare aperta la porta degli ingressi. Ma se la porta è aperta è impossibile fermare chi vuole entrare. Non bisogna discutere sul numero e le modalità di accoglienza; bisogna chiudere la porta. Qualunque proposta diversa dalla chiusura totale è una presa per i fondelli. Ripeto la metafora del rubinetto. Se trovate la casa allagata, non dovete discutere su quali stracci usare per asciugare, da dove cominciare, o di quanto lasciare aperto il rubinetto: bisogna chiudere il rubinetto. Ovvero, chiudere le frontiere e bloccare gli ingressi via terra e via mare “a qualunque costo”, con le buone o le cattive; e, soprattutto, tenere le navi della Marina entro le “Nostre” acque territoriali, e non impegnate come servizio taxi. Chi continua a non capire il pericolo o è un idiota o è un criminale. Oppure è al governo.

lisanna

Dom, 09/07/2017 - 12:51

immigrazione e ius soli sono per il PD la speranza di voti futuri. Invece nel lungo termine saranno IL PARTITO (MUSULMANO) perche' la maggioranza dei cosiddetti migranti e' musulmana. Se vogliamo che l'Italia e l'Europa perdano la loro millenaria identita' ,avanti cosi' sempre che non sia gia' tardi.

antonpaco

Dom, 09/07/2017 - 12:51

Pian piano l'Italia si sta rendendo conto di non poter " accogliere" l'intera Africa, e di non disporre di cosi' tanti posti di lavoro. Una richiesta per il santo padre: Eminenza, perche' non offre un tetto ed un lavoro a 100 famiglie accogliendole al vaticano? Dopo tanto parlare sarebbe cosa assai gradita.

Ritratto di Giano

Giano

Dom, 09/07/2017 - 13:01

Hanno capito di aver esagerato con l’accoglienza e che su questo tema perderanno molti consensi. Ed allora, con il più classico voltafaccia cominciano l’operazione retromarcia: contrordine compagni. Cominceranno a inventarsi dei distinguo, a rimangiarsi e reinterpretare dichiarazioni e slogan, si ripresenteranno come anime candide che hanno accolto i migranti per solidarietà e spirito umanitario. Del resto riciclarsi è la loro specialità. Dopo aver combattuto per decenni l’America, la Nato, il capitalismo, hanno cominciato a cambiare nome al partito (PCI/PDS/DS/PD), segretari, bandiere, inni, slogan ed infine, sono diventati tutti “democratici” e liberal. Invece che Bandiera rossa cantano “Over the rainbow”, copiano gli slogan di Obama, e invece che andare a Mosca ad omaggiare Lenin, vanno a deporre corone di fiori sulla tomba di J. F. Kennedy. Geniali. Per sopravvivere, periodicamente cambiano pelle; come i serpenti.

Ritratto di Giano

Giano

Dom, 09/07/2017 - 13:02

Così dopo aver urlato per anni che è nostro dovere accogliere tutti, che sono preziose risorse, che assistono i nostri anziani, che ci pagano le pensioni, che fanno lavori che gli italiani non vogliono fare, che scappano dalla guerra, che anche noi siamo stati migranti, ora vanno in crisi e folgorati sulla via di Damasco…pardon, sul lungomare di Tripoli, si rimangiano tutto e parlano di “numero chiuso”. Se a destra ci fosse qualcuno che abbia un minimo di fantasia e creatività, sapete cosa farebbe? Farebbe un collage di clip video delle loro dichiarazioni fatte nei vari salotti TV in questi anni e lo manderebbe in onda ogni giorno su TV e internet (compreso questo Giornale). Perché non basta smentirli genericamente, bisogna “sbugiardare i birichini” con le loro stesse dichiarazioni. Ma non lo faranno, perché non hanno né fantasia, né creatività; e nemmeno gli attributi necessari.

apostrofo

Dom, 09/07/2017 - 13:06

Caro Sallusti , dobbiamo stare attenti al numero che vogliono fissare.Se mettono 80 milioni come numero chiuso, non abbiamo risolto niente. Li abbiamo solo autorizzati

Ritratto di Giano

Giano

Dom, 09/07/2017 - 13:13

@ luigi1947, ha perfettamente ragione. Lo sanno tutti che il paragone è improponibile e pure falso storicamente. Lo sanno tutti, eccetto i sinistri e Bergoglio. Eppure, nonostante, l’emigrazione italiana si sia svolta in condizioni storiche, sociali, economiche, completamente diverse ed in maniera controllata, anzi previo accordo fra gli Stati (com’è proprio il caso del Belgio dove si arrivava con il contratto in tasca e precise e severissime regole da rispettare), sentiamo ancora in TV (e in Vaticano) gente che continua a dire impunemente che “anche gli italiani sono stati migranti”. A lei fa rabbia, giustamente, sentire queste affermazioni; a me fa rabbia non sentire risposte adeguate che li sbugiardino e denuncino la loro totale ignoranza storica (Papi compresi).

Ritratto di lentiacontatto

lentiacontatto

Dom, 09/07/2017 - 16:25

Dopo anni di sbarchi le città sono colme di clandestini,delinquenti,nullafacenti.Renzi vuole cambiare rotta.Non credo lo farà, il suo motto era: "noi abbiamo il dovere di salvare vite" Ora Renzi dice: "basta non possiamo accogliere tutti,ci vuole un numero chiuso per l'accoglienza." Per numero chiuso intende un totale di 200.000 posti l'anno sparsi in tutte le città italiane? Non ci siamo proprio.Bisogna bloccare le partenze dalle coste libiche E'necessario combattere con i mezzi a disposizione i trafficanti che lucrano sulla pelle dei clandestini. Gommoni e carrette del mare, non dovrebbero partire dalle coste libiche.No salvati in alto mare. Le navi non devono arrivare nei porti italiani,cosi finirebbe il traffico di esseri umani.Tutto questo non si può fare vero? Coraggio,dobbiamo fare qualcosa prima che sia troppo tardi.Non non mi fido di questo governo di incapaci.I clandestini arriveranno sempre più numerosi.Queste sono solo chiacchiere per tenere buono il popolo.

Ritratto di lentiacontatto

lentiacontatto

Dom, 09/07/2017 - 17:31

Dopo anni di sbarchi, le nostre bellissime città sono colme di clandestini , delinquenti, nullafacenti mantenuti a spese nostre. Renzi, Vuoi cambiare rotta. Non credo lo farai, anche perché il tuo motto era: "noi abbiamo il dovere di salvare vite", ma la vita degli italiani chi mai la salverà, no di certo il tuo governo. Qui ci vuole al più presto un nuovo governo con Salvini Primo Ministro, solo in questo modo potremmo ancora salvarci.

Claudio Antonaz

Dom, 09/07/2017 - 17:36

"In Italia ci sono meno immigrati che negli altri paesi europei!" Si dimentica di dire che tra i siriani che la Merkel ha accolto vi sono molti più diplomati e laureati che non tra quei robusti africani d'ignota provenienza, i quali sbarcano quotidianamente sulle coste italiane, e che poi noi ritroviamo intenti a chiedere l'elemosina all'uscita dei supermercati. "Dobbiamo prendere esempio dal Canada!" hanno proclamato Gentiloni e Mattarella, che dei metodi canadesi in campo immigratorio sanno ben poco. Il governo di Ottawa, i suoi profughi siriani da ammettere in Canada, è andato a sceglierseli in loco. E i criteri di scelta canadesi non sono un segreto: i funzionari preposti alla rigorosa cernita degli aspiranti "rifugiati" e "immigrati" preferiscono coloro che offrono maggiori garanzie per il Canada: lingue parlate, titoli di studio, età, capacità professionali, situazione famigliare...

Andrea_Berna

Dom, 09/07/2017 - 17:45

Fidarsi della sua parola? Parliamo dello stesso renzi che 2 anni fa discuteva della possibilita' di affondare le barche degli scafisti? O e' un suo gemello? Perche' se e' di lui che si parla, allora i fatti parlano per lui, e le parole stanno a zero. Appena approvata una legge che di fatto impedisce da qui in avanti le espulsioni di clandestini e malavitosi, ora ne fanno un'altra che regalera' la cittadinanza a chiunque venga a partorire in questo disgraziato paese, trasformandolo in una calamita irresistibile per l'immigrazione di mezzo mondo. QUesti sono i fatti, il resto sono solo chiacchiere, fumo e disinformazione.

Ritratto di elkid

elkid

Dom, 09/07/2017 - 17:56

---si continua a dire cose non vere---la bonino non ha mai detto che vi è stato un patto "segreto" italia paesi europei--immigrati in cambio di deroghe sui conti---innanzi tutto perchè non vi è nulla di segreto -sono atti pubblici--l'opposizione fa finta di cadere dal pero --ma all'epoca dei fatti dormiva?--e secondo poi -perchè non erano questi i termini dell'accordo--l'italia accoglieva tutti per fare lavoro di screening nei sar su chi poteva rimanere e chi no per poi procedere coi ricollocamenti proporzionati fra tutti i paesi europei--questo era il patto -e l'europa si è rifiutata di accettare i ricollocamenti venendo meno al contratto--a questo punto la svolta di renzi è più che giustificata-dasvidania

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Dom, 09/07/2017 - 18:20

L'UNICO VERO NUMERO CHIUSO CHE SERVE AGLI ITALIANI È IL VOTO ALLA PROSSIMA TORNATA ELETTORALE, ORMAI UFFICIALIZZATA ALLA SUA SCADENZA NATURALE NEL 2018 CHE SPERIAMO SIA UNA SECONDA VITTORIA PER IL POPOLO ITALIANO A DISTANZA DI CENT'ANNI DA QUELLA CHE UNÌ IN UNA UNICA ENTITÀ L'AREA ITALOFONA DELLO STIVALE A ROMA, INCLUSE LE MINORANZE LINGUISTICHE E LASCIANDO IL TICINO ALLA CONFEDERAZIONE ELVETICA, E CHE IL VOTO SIA UN PLEBISCITO PER SANCIRE I VERI VALORI DI UNA DEMOCRAZIA COMPIUTA. DEGLI ARRUFFA POPOLO SI È AVUTA LA CONFERMA CHE NON SONO ALTRO CHE BURATTINI MANOVRATI DA FORZE ALIENE ALL'ANIMA DI UN POPOLO DEGNO DI AVERE UNO STATO CHE LO RAPPRESENTI E LO TUTELI.

patriziabellini

Dom, 09/07/2017 - 18:39

Poteva pensarci prima. Quando era Premier gli conveniva l'accoglienza per far tacere l'Europa, ora il respingimento per riconquistare consensi. Ci si può fidare di uno che guarda solo a se stesso e non al Popolo che dice di amare tanto? Per me NO!!!

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Dom, 09/07/2017 - 19:16

Ma le sinistre da sempre fomentano il caos, sono il loro pane quotidiano e si autodistruggono in se stesse; sia i piddini, sia i grillini e sia gli Altri groppuscoli desaparecidos. Noi del centro destra abbiamo una sola parola e quella portiamo avanti con verità. Forza Italia. Shalòm.

elpaso21

Dom, 09/07/2017 - 21:09

Da domani numero chiuso.

stefano.colussi

Lun, 10/07/2017 - 04:20

caro Direttore, non è vero che siamo soli, come dice Vasco .. con noi c'è anche Bill Gates .. servirà a qualcosa? tocca essere ottimisti .. colussi, cervignano del friuli, udine, italy

edo1969

Lun, 10/07/2017 - 08:15

È troppo tardi ormai, è troppo tardi. Renzi raschia il fondo del barile, gli Italiani hanno già decretato il suo futuro politico: ritorno nel nulla.

Dordolio

Lun, 10/07/2017 - 08:30

Elkid fattene una ragione: le cose sono andate esattamente come vengono raccontate. Se poi ti piace negare l'esistenza del sole questo è un problema solo tuo.

VittorioMar

Lun, 10/07/2017 - 08:32

.....DOPO TUTTI I POSIZIONAMENTI DEI SINISTRI LUNGO LA LINEA "SALVINIANA",ORA MI ASPETTO QUELLA DELLA CEI E DELL'UOMO VESTITO DI BIANCO!!!

paolo1944

Lun, 10/07/2017 - 09:18

IL Ciarlatano non è affidabile, è falso dentro. E la povera Italia affronta la più grave invasione degli ultimi 1600 anni, invasione ostile, in balia di politicanti vili e ciechi, gentetta che pensa ad arrivare a fine legislatura per arrotondare il conto in banca, "onorevoli" disgraziati che hanno cambiato casacca per leccare il potere. Ed il popolo bue ancora non capisce appieno che sta sbarcando la propria fine, con giovani senza nulla da perdere e determinatissimi.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Lun, 10/07/2017 - 10:37

L'Italia è come una padella rotta o inservibile ... l'errore sta nel manico ovvero il popolo che si lascia bruciare sul fuoco per "imperizia" del cuoco che non "manovra" a dovere il tegame quando deve cucinare.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Lun, 10/07/2017 - 10:39

2006: referendum per buttare alle ortiche la riforma di Bossi 2016: referendum per instaurare un nuovo "regime democratico ... mandato al diavolo. Cicli e ricicli della Storia ... i popoli passano e gli idioti restano.

Ritratto di elkid

elkid

Lun, 10/07/2017 - 11:08

---Dordolio--l'intervista della bonino è sul tubo--se mi trovi il punto in cui la bonino medesima dice che renzi si è preso gli immigrati in cambio di sconti--vinci un osso ---scodinzolate su quello che vi dice la vostra stampa senza beneficio di dubbio alcuno----chiediti anche come mai i destricoli che sono abbonati alla richiesta di commissioni di inchiesta parlamentari un tanto al chilo-questa volta sulle parole della bonino non hanno fatto un fiato--swag ganja

VittorioMar

Lun, 10/07/2017 - 12:22

...CHIEDO SCUSA DIRETTORE, HA RICEVUTO ,PER CASO,COMUNICAZIONI DALLA CEI O DAL VATICANO SULLA LINEA DA SEGUIRE CIRCA GLI IMMIGRATI ???.....SA CHI TACE ...!!

pacche

Lun, 10/07/2017 - 12:47

Il numero chiuso va bene se è uguale a Zero meno uno, per meno uno è da intendere via anche renzi, mandare via cioè, anche questo dannoso bugiardo.

pacche

Lun, 10/07/2017 - 12:53

El kid, fai paura, fatti curare per il bene tuo e della tua famiglia.

nopolcorrect

Lun, 10/07/2017 - 12:56

Per chiudere il numero bisogna chiudere il rubinetto degli arrivi o impedendo gli sbarchi, cioè riportando alle rive di partenza i "migranti" o impedendone la partenza. Per ambedue queste ipotesi ci vuole l'uso della FORZA, il resto sono chiacchiere.

Klotz1960

Lun, 10/07/2017 - 13:16

Renzi mi ricorda Allende, che a suon di balle e demagogia aveva portato il Cile alla rovina economica, alla guerra civile ed al colpo di stato. Come rivelato dalla Bonino, grazie a lui, stiamo subendo una invasione, equivalente ad un altra guerra persa. Ha sospeso il diritto del mare per avere flessibilita' sui conti e restare al Governo. Ora basterebbe solo ristabilire la territorialita' delle navi straniere e chiudete i porti, ma ci pensera' il centrodestra a farlo.

Ritratto di adl

adl

Lun, 10/07/2017 - 13:21

ENNESIMA PRESA PER IL QUBO della SINISTRA PIU' SINISTRATA CHE MAI. Il numero chiuso lo stabiliranno gli Ueiani ZEROVIRGOLATI espertissimi in DIVISIONI. Quale sarà il numero chiuso in termini di intervallo numerico ???? IO DICO CHE SARA' DI FATTO UNA CIFRA COMPRESA TRA 10 E 40 MILIONI. Si accettano scommesse.

Idrissecondo

Lun, 10/07/2017 - 15:32

Non ho letto il libro e non lo comprerò. Non si acquistare il libro di un abile bugiardo. Che abbia anche lui voluto scrivere il suo main kampf

edo1969

Lun, 10/07/2017 - 20:39

Per una volta mi trovo d'accordo con elkid: a questo punto solo Emma Bonino può chiarire il senso del suo intervento, che Sallusti pare aver manipolato fino a menzionare esplicitamente "un patto scellerato svelato da Emma Bonino". Peccato che mai Emma Bonino l'ha messa in questi termini. Ora se foste giornalisti seri, e siamo sicuri che lo siete, una bella intervista all'interssata per chiarimento ed approfondimento sarebbe d'uopo.

Ritratto di Quasar

Quasar

Gio, 20/07/2017 - 16:04

Piu' che una svolta reale si tratta di pura virtualita' che spesso confonde le idee ai piu' confusi. Quindi di tratta di una posizione difensiva assunta dal Renzi e dai suoi una volta che si sono resi conto che la rabbia degli italiani vada montando. Chiaramente e' un arretramento solo di strategia.