"Tabacco al gusto cannabis". La "quasi droga" è in negozio

Prodotti venduti insieme a sigarette e marche da bollo. "L'etichetta dice 'non fumare', ma poi tutti li fumano"

Milano - No. Sarà che qui per tutti siamo «avanti» ma, soprattutto dopo Expo, anche «molto mitteleuropei» e qualche ipocrita e affettata aria di intransigenza morale da «vecchia, cara Europa» ce la dovete pur lasciar ostentare. Così non siamo ancora sfacciatamente attrezzati per l'home delivery, che pare stia già invece funzionando alla grande nella Capitale. Con specie di pony express che arrivano direttamente a casa del consumatore, come accade con la pizza o il sushi. A Milano, per ora, ci sono i negozi, rigorosamente «a tema», monomarca, ça va sans dire. Ad esempio in corso di Porta Nuova, in via Crema e in viale Tibaldi. E, seppure quasi in sordina, come volendo far finta di nulla, si comincia a vendere anche nelle tabaccherie. C'è il «prodotto tecnico da collezione», quello per l'«aromaterapia, per profumare gli ambienti e da utilizzare anche con diffusori d'aroma» e poi il più gettonato, cioè un trinciato di canapa «(...) che rilassa la mente e il corpo» e migliora «la qualità e la durata del sonno». Insomma, ha tutte le stimmate per rivelarsi un vero e proprio business con i fiocchi quello della cannabis light, cioè con un principio attivo di Thc (il tetraidrocannabinolo, sostanza psicotropa prodotta dai fiori di cannabis) inferiore allo 0.6%, il limite massimo stabilito dalla legge italiana affinché la sostanza venga considerata «industriale» o comunque non fuorilegge. Molto più alta, invece, la percentuale di Cbd - il cannabidolo, con effetti sedativi e ansiolitici - che si aggira attorno al 4%.

Ci siamo fatti un giro in dieci tabaccherie di Milano. In gran parte delle rivendite prossime al cuore della città i titolari hanno spiegato di essere stati recentemente contattati dai rappresentanti di aziende produttrici e che, nel caso avessero una richiesta consistente del prodotto da parte dei loro clienti, non escludono affatto di poterla vendere esattamente come sigarette, caramelle o marche da bollo. Altri hanno ammesso di essere in attesa del primo ordine, di essere incuriositi dal giro di affari che ne potrebbe derivare, «perché sa, alcuni di questi prodotti hanno gusti esotici, altri di bubblegum e poi ci sono gli stick che aprono le vie respiratorie».

Sarà. Intanto, legale e acquistabile tranquillamente, questa marijuana nelle tre differenti formulazioni l'abbiamo trovata in due tabaccherie nella periferia nord della città, con prezzi non esattamente popolari, visto che alla fine lo scontrino battuto (ma senza alcuna specifica del prodotto) indica un totale di 44 euro.

«Ha un principio attivo di Thc così basso da non poter essere considerata droga a termini di legge - precisa un tabaccaio, da un lato compiaciuto dalla pubblicità ma dall'altro decisissimo anche a non apparire come il titolare di una fumeria d'oppio -. Ci sono dentro altri principi attivi, ma hanno un'azione rilassante, benefica, senza effetti collaterali. E poi non si fuma, guardi, c'è scritto sopra».

«Si fuma, si fuma eccome, altrimenti perché crede che la gente la compri? Si vuole illudere di farsi una canna, e l'odore, mi creda, è molto convincente» sorride sornione un altro rivenditore mentre fa l'occhiolino da dietro il bancone del bar.

Intanto in vetrina e alla cassa campeggia il simbolo della foglia e accanto un vero e proprio foglio scritto con il normografo dal rivenditore per illustrare tutte le proprietà delle «infiorescenze di canapa»: antidolorifiche, ansiolitiche, antinfiammatorie, anti ischemiche, anti diabetiche, antidepressive, antispasmodiche, anti epilettiche, anti insonnia e persino anti emetiche (utili cioè nel ridurre il senso di nausea). Leggendo su internet scopriamo infine che, da alcuni studi, è emerso che nei topi anziani la sostanza abbia addirittura un effetto anti age. E per una generazione che non si rassegna a invecchiare questa potrebbe essere davvero una rivelazione bomba per affaristi... in erba.

Commenti
Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Lun, 16/04/2018 - 09:34

la diffusione della droga è uno dei principali strumenti per evitare che il popolo bue si ribelli. la cosa divertente è che viene vista da molti come una sorta di contestazione del "sistema"....

Ritratto di Vinicious

Vinicious

Lun, 16/04/2018 - 10:11

Il centrodestra vince le elezioni e il giorno dopo spunta la marijuana in vendita nei negozi e un senatore africano.

Guido_

Lun, 16/04/2018 - 10:33

Canapa senza THC, non vedo quale sia il problema.

jaguar

Lun, 16/04/2018 - 11:28

Bene, con lo sballo il popolo dimentica i suoi problemi, questi negozi faranno affari d'oro.

Ritratto di elkid

elkid

Lun, 16/04/2018 - 11:59

---informate libertà---che crede che per farsi una cannetta innocua bisogna andare dallo spacciatore e diventare dunque dei fuorilegge--fumare cannabis con un thc così basso--è veramente distensivo---rilassante---senza contare poi il fatto che le saltuarie emicranie spariscono come per magia--ed i raffreddori stagionali diventano solo dei pallidi ricordi---swag ganja

mariod6

Lun, 16/04/2018 - 12:02

E avanti con una società di tossici, alcuni nascosti dietro facciate impeccabili e tanti platealmente fatti e che se ne vantano anche. Occhio, che prima o poi l'ictus vi becca !!!

Mechwarrior

Lun, 16/04/2018 - 13:31

esatto, un bel popolo di tossicodipendenti è sempre piu' facile da controllare

Gianni11

Lun, 16/04/2018 - 13:54

La droga e' una guerra chimica contro il nostro popolo e il nostro futuro. Basta guardare la foto che accompagna l'articolo.

Ritratto di mircea69

mircea69

Lun, 16/04/2018 - 14:02

Sono le infiorescenze del canapone industriale (Carmagnola, Finola, ecc.) che si può coltivare legalmente in tutta Europa. Non è psicoattiva: Contiene quantità irrisorie di THC e medie di CBD (che ha una lunga lista di qualità terapeutiche). Secondo la rivista canapa industriale, il settore ha già creato più di 1000 posti di lavoro e siamo solo agli inizi.

Singismythe

Lun, 16/04/2018 - 14:29

Ma quale è il problema ? Chi è proibizionista vuole ingrassare le varie mafie... italiana, albanese,nigeriana.... a mio parere si dovrebbe legalizzare anche quella vera .... sempre meglio degli alcoolici ( un popolo di alcoolisti...) .... comunque la light non ha effetti psicotropi , assolutamente no.... visto che l' ho provata non è nemmeno male, poi è ora che finisca l'idea della persona di destra gnucca e retrograda, negli anni 70 contro il divorzio poi contro l'aborto, ora contro la cannabis .... gente di destra ma simile piu ai talebani che agli europei .... sveglia !

steacanessa

Lun, 16/04/2018 - 14:35

Riprovo. Viniciuos, fumato troppo?

manfredog

Lun, 16/04/2018 - 15:05

..giovani, e non solo, ancora più schiavi consenzienti ed..inconsapevoli e..contenti, ma mai come quelli che li usano, gli schiavi.. mg.

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Lun, 16/04/2018 - 16:18

Del resto "completi" stupidi non mancano

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 16/04/2018 - 16:52

Gia il solo FUMARE di per se fa male, immaginiamoci il fumare droga!!!! AMEN.

Ritratto di libere

libere

Lun, 16/04/2018 - 18:08

ELKID si fa di ben altra roba, basse concentrazioni di thc lui le usa semmai nei dadi da brodo, per insaporire la minestra.

pilandi

Lun, 16/04/2018 - 21:37

@dr.Strange mi spiace contraddirti ma uno dei principali strumenti per evitare che il popolo bue si ribelli sono le reti finivest...

pilandi

Lun, 16/04/2018 - 21:39

@Vinicious questo a significare che il centrodestra non conta una cippa,prendiamone atto.