Taco Bell contro McDonald's: "Una dittatura comunista"

Tacos e burritos contro hamburger e patatine

Guerra fredda tra Taco Bell e McDonald's. Tacos e burritos contro hamburger e patatine. In palio c'è il controllo del mercato del fast food. La società californiana ha lanciato una nuova campagna in cui paragona McDonald’s ad una "dittatura comunista". Uno spot che potrebbe pesare in termini di immagine dopo che la crisi di vendite ha costretto la multinazionale di Oak Brook a un nuovo cambio al vertice, sostituendo per la terza volta nel giro di un decennio il suo amministratore delegato. Nel nuovo video viene rappresentata una società dispotica - l’immaginaria "Repubblica della Routine" - in cui tutti sono costretti a mangiare ogni mattina panini con l’hamburger per colazione. "È un’altra mattina perfetta, dove la felicità è mangiare la stessa colazione", recita una donna. E poi McDonald's viene rappresentata al centro di una scena caratterizzata da diversi simboli iconici del comunismo, come casermoni anonimi stile est europeo, maestosi ritratti e imponenti statue del dittatore.

Commenti

cgf

Gio, 26/03/2015 - 23:00

sarà, ma Taco Bell non mi ha mai ispirato, soprattutto per pulizia... beh anche certi Mackie D's...