Taggia, agguato a colpi di fucile nella notte: grave un uomo

Agguato ai danni di un 33enne con precedenti per droga che è stato raggiunto da due colpi di fucile: è gravissimo. A Taggia è caccia al colpevole

Gli hanno bussato alla porta di casa, in piena notte e lui ha aperto, perché molto probabilmente conosceva quella persona, anche se ignorava del tutto le sue intenzioni.

Così, non appena si è affacciato, forse dopo un breve litigio, è stato raggiunto da due colpi di fucile, che lo hanno colpito a una spalla e alla schiena ed ora è ricoverato in gravissime condizioni all'ospedale Santa Corona di Pietra Ligure, dove i medici stanno cercando di salvargli la vita e lo hanno già sottoposto a un delicato intervento chirurgico.

L'agguato si è consumato in salita Campo Marzio, nel centro storico di Taggia, a pochi chilometri da Sanremo, in provincia di Imperia. A farne le spese è stato Alessio Barillari, 33 anni, con precedenti per droga.

Nel 2014, infatti, venne arrestato dai carabinieri del Nucleo Operativo di Imperia nell'ambito dell'operazione "Deja vu". Gli investigatori stanno ora cercando di capire, se all'origine dell'aggressione ci sia un regolamento di conti o altro.

Ma soprattutto: è caccia al colpevole. I militari stanno raccogliendo decine di testimonianze di amici e parenti per ricostruire la vicenda e trovare tracce dell'aggressore, che al momento è indagato per tentato omicidio e che ha fatto perdere le proprie tracce. Non si trova neppure l'arma.

Alessio ha perso molto sangue ed ha avuto anche un'emorragia. Al momento dell'accaduto sembra che si trovasse da solo in casa, ma questi sono tutti particolari che andranno chiariti nel corso delle indagini. I carabinieri stanno anche cercando indizi dal sistema di videosorveglianza cittadino.