Taormina su Orlando: "Fosse stato un bacio etero non succedeva nulla"

L'avvocato infiamma le polemiche con una frase al vetriolo proprio nelle ore della strage di Orlando: "E ora bisogna fare attenzione ai gay pride, possono esserci attentati"

Carlo Taormina commenta la strage di Orlando con parole destinate a far discutere. Per usare un eufemismo.

Ieri sera, mentre le agenzie aggiornavano senza sosta il bilancio della strage in cui un folle islamista ha aperto il fuoco in un locale per omosessuali della città della Florida, l'avvocato twittava: "Attentato a Orlando perché due gay si baciavano. Sta di fatto che se si fossero baciati due etero, non sarebbe successo nulla."

Poco dopo, lanciava un avvertimento: "Attenzione ai gay pride perché uno è stato assalito con cinquanta morti, mentre un altro stava per essere assalito. Possono essere emulati in Italia". La doppia citazione fa riferimento all'arresto di un giovane con armi ed esplosivo che era diretto alla festa dell'orgoglio omosessuale di Los Angeles e ai numerosi gay pride che tradizionalmente a giugno invadono piazze e strade delle città italiane.

Taormina già in passato si era reso protagonista di frasi omofobe, dichiarando fra l'altro che non avrebbe mai assunto un gay nel proprio studio di avvocato e che gli omosessuali sarebbero "contro natura".

Per ora non si sono ancora registrate reazioni dalla comunità gay, ma c'è da giurare che le parole dell'avvocato non verranno accolte nel migliore dei modi.