Taranto, deteneva in casa 175 stecche di sigarette di contrabbando

Le aveva nelle buste nere per i rifiuti in camera da letto

Deteneva in casa 175 stecche di sigarette di contrabbando della marca "Regina Blu" in casa un giovane uomo di 31 anni residente in un quartiere nella periferia di Taranto.

Ieri pomeriggio gli agenti della squadra mobile hanno perquisito l'appartamento dell'uomo sospettato di aver messo in piedi un’attività di spaccio di sostanze stupefacenti e di vendita di tabacchi lavorati esteri di contrabbando.

Nel corso dell’operazione sono state recuperate all’interno della camera da letto le stecche di sigarette contenute in alcuni sacchi neri usati comunemente per i rifiuti. In una di queste buste sono stati anche recuperati duecento euro suddivisi in banconote di piccolo taglio.

Il 31enne è stato così denunciato in stato di libertà per contrabbando di tabacco lavorato estero.

Le sigarette ritrovate sono state poste sotto sequestro con il successivo intervento dei militari della guardia di finanza che le hanno prese in custodia per i successivi adempimenti di rito. Anche il denaro, ritenuto probabile provento dell’illecita attività di contrabbando è stato posto sotto sequestro.