Taranto, militare muore ​cadendo dall'elicottero

Tragico incidente questa sera intorno alle 19 durante un’operazione addestrativa militare della Marina Militare

Foto d'archivio

Tragico incidente questa sera intorno alle 19 durante un’operazione addestrativa militare della Marina Militare. A perdere la vita Alessandro Schettini, un sottocapo 32enne, di Ostuni, in forza al Quarto Gruppo Elicotteri di Grottaglie. Il giovane militare è precipitato al suolo dall’elicottero sul quale era impegnato. Il terribile volo da un’altezza di 30 metri. L’impatto al suolo è stato devastante. L’uomo è morto sul colpo a seguito delle numerose lesioni e dei danni irreversibili riportati. La tragedia è accaduta in un’area tra Manduria e Oria, nei pressi del vecchio aeroporto, a cavallo tra le province di Taranto ed Brindisi.

Il militare aveva effettuato una esercitazione che - come spiega una nota della Marina Militare - prevedeva l’impiego del verricello. Si era, infatti, calato dall’elicottero per la sua esercitazione. Verosimilmente si stava simulando una operazione di soccorso considerato che proprio il verricello viene usato quando i militari devono calarsi dall’alto ad esempio per recuperare vittime o persone in difficoltà, come è spesso accaduto proprio durante i soccorsi di naufraghi al largo del Mediterraneo. Risalendo, il giovane militare era quasi giunto all’altezza del velivolo, ma qualcosa non deve aver funzionato per il verso giusto. Di fatto sarebbe stato sganciato dall’apposito dispositivo quando ancora non era completamente a bordo dell’elicottero. L’uomo avrebbe perso l’equilibrio e, non essendo più assicurato ai sistemi di sicurezza, è volato giù da quell’altezza schiantandosi al suolo