Taranto, tragedia davanti al siderurgico. Giovane operaio muore in un incidente stradale

Il padre, anch’egli lavoratore Arcelor Mittal, procedeva in auto poco distante e ha riconosciuto la macchina del figlio accartocciata dopo lo schianto con un autobus di linea

Tragedia questa mattina a Taranto sulla strada statale che collega Taranto a Statte. Tra i resti dell'antico acquedotto e lo stabilimento siderurgico ex Ilva, si è consumato un terribile incidente. Un'auto, una Fiat Punto grigia, si è scontrata contro un autobus di linea.
Nell'impatto ha perso la vita l'uomo alla guida della vettura, un operaio dell'indotto di Arcelor Mittal di soli 19 anni. Si stava recando al lavoro. Dietro di lui, giunto sul posto poco dopo, il padre, operaio dell'ex Ilva. Anche lui si stava recando in fabbrica; percorrendo la strada ha riconosciuto l'auto del figlio appena deceduto.

Una tragedia immane, non solo se si pensa al dolore del padre che ha visto il corpo del figlio riverso per terra e della madre, appena ha ricevuto la terribile notizia. Pietro Cascione (questo il nome del ragazzo), giovanissimo, era diventato padre poche settimane fa.
Sul posto sono giunti i sanitari del 118 che hanno constatato il decesso dell’operaio (morto sul colpo), i vigili del fuoco, la polizia locale ed i carabinieri.