Roma, tassista stuprata: fermato 30enne italiano

Simone Borgese, 30enne romano, ha confessato di aver stuprato e derubato la tassista

"E' stato un raptus". Si è difeso così Simone Borgese. Il 30enne romano è l'autore della violenza sessuale e della rapina avvenuta venerdì mattina ai danni di una tassista di 43 anni. Dopo essere stato bloccato dagli agenti della Squadra Mobile, diretti da Luigi Silipo, in zona Pineta Sacchetti, l'aggressore, che ha alcuni precedenti per furto, ha ammesso le proprie responsabilità durante l'interrogatorio in questura.

Venerdì mattina la tassista ha vissuto un vero e proprio incubo. Fatto salire a bordo del taxi nei pressi dell'Hotel Ergife un giovane, la tassista si è ritrovata, dopo una serie di cambi di tragitto indicati dal cliente, in una stradina in aperta campagna, nella zona di Ponte Galeria dove si è consumata la violenza. Al momento di pagare l'uomo l'ha stordita con un pugno in faccia, ha abusato di lei costringendola ad un rapporto orale e l'ha rapinata di 80 euro di incasso. Poi si è dato alla fuga a piedi.

Da subito è scattata una vera e propria caccia all'uomo, anche con l'aiuto di un elicottero. La svolta potrebbe essere arrivata dalle impronte digitali e dalle tracce di dna lasciate nell'auto. Gli agenti della squadra mobile hanno anche acquisito le registrazioni delle telecamere di videosorveglianza presenti in strada sopratutto nell'area attorno all'hotel Ergife, sull'Aurelia, dove il cliente ha preso il taxi quella mattina. Gli investigatori, che hanno concentrato le ricerche nelle periferie a nord della Capitale, hanno anche vagliato denunce di aggressioni avvenute con modalità simili: in pieno giorno e in quel quadrante della città.

Commenti

angelomaria

Dom, 10/05/2015 - 20:28

OH FINALMENTE UNO STUPRATORE NOSTRANO NON SO SE SIA STATA FORTUNATA O NO !ORRENDO SENTIRE QUESTE COSE MI VIENE VOGLI DI CASTRAZIONE CHIMICA!!!!

gesmund@

Lun, 11/05/2015 - 09:04

L'ha anche rapinata di 80 €. Non aveva quelli di Renzi?

procto

Lun, 11/05/2015 - 09:38

MA BASTA è UNA VERGOGNA! GLI ITALIANI SONO STANCHI! E I BUONISTI DELLA SINISTRA AL CAVIALE A DIRE CHE GLI IMMIGRATI NON SONO UN PROBLEMA! AIUTIAMOLI A CASA LO...ah no questo qui è italiano, scusate.

MLADIC

Lun, 11/05/2015 - 09:53

Qualche giorno ed il viaggiatore arrapato sarà fuori, figuriamoci se in questa povera italietta allo sbando un reato così grave potrà essere punito in maniera adeguata.

beowulfagate

Lun, 11/05/2015 - 10:25

E ti pareva che i gallinacci del politicamente corretto non rialzassero subito la cresta perché lo stupratore è italiano.Ma ai tempi della scuola,tra uno sciopero e un'occupazione,avete avuto tempo e voglia per studiare un po' di matematica ? Chi ha orecchie da intendere intenda,gli altri continuino pure a fare coccodè.

Ritratto di Loudness

Loudness

Lun, 11/05/2015 - 10:25

Ecco procto che non si capisce se essere un giullare di corte, un amico dei clandestini, oppure uno che non è bravo in matematica. Per quel che concerne le prime due, non posso farci nulla, per l'ultima ipotesi posso provarci. Gli italiani sono 55 milioni, gli stranieri sono 5 milioni. Capisco che poteva non sembrarle vero stamane quando ha letto la notizia, di correre qui a fare lo spiritosone, però 1 su 55 milioni da una percentuale, 1 su 5 milioni ne da un'altra che è circa 10 volte più grande. Il problema è che per uno dei nostri che stupra, ce ne sono 10 di loro che lo fanno... e questo fa lievitare ulteriormente la percentuale, lascio a lei ora calcolare di quanto.

corto lirazza

Lun, 11/05/2015 - 10:43

PROCTO: come sempre, nomen omen....

Noidi

Lun, 11/05/2015 - 11:01

@Loudness: Perchè secondo Lei questo è l'unico italiano che stupra???? Beata ignoranza.

Ritratto di Alsikar.il.Maledetto

Alsikar.il.Maledetto

Lun, 11/05/2015 - 11:23

Un individuio che non sia in grado di intendere e di volere, non sarà perseguibile, vero? E uno che non sa resistere a una pulsione irrefrenabile è sullo stesso piano del primo? Un po' come il tossicodipendente o l'alcolista che non riesce a resistere a pulsioni più forti della sua volontà. Oppure come quelli che hanno una sorta di tic nervoso non controllabile. In un futuro non molto lontano, arriveremo anche a questo: che l'irrefrenabilità di un impulso incontrollabile sarà definita patologia rientrante tra quelle per le quali il reo potrà rivendicare di non essere in grado di intendere e di volere. Pertanto si spera che il magistrato di turno liberi al più presto il bravo giovine il quale, al momento del raptus, non era in grado di intendere e di volere. Per questo l'incontrollabilità di quel raptus lo ha costretto ad atteggiamenti parossistici impossibili da tenere sotto controllo.

Ritratto di Tannhauser

Tannhauser

Lun, 11/05/2015 - 11:24

E' vero che ci sono già molti delinquenti italiani, ragion di più per non far arrivare rinforzi da altri paesi!

Ritratto di IRNERIO1968

IRNERIO1968

Lun, 11/05/2015 - 11:30

Quanti commenti per un segaiolo rimbecillito....se è bianco , se è nero, se è verde, se è italiano, non, oppure viene da Marte...

Tuthankamon

Lun, 11/05/2015 - 11:40

Non avrei fatto la considerazione. Tuttavia, lo stupro e' un reato peggiore dell'omicidio chiunque lo commetta. Lo straniero clandestino o irregolare ha un doppia aggravante. Per favore, non sosteniamo cose insostenibili. Da 30 anni a questa parte le violenze commesse da stranieri sono una percentuale altissima. Le vittime dovrebbero chiedere i danni allo Stato italiano che ha permesso ed accetta migliaia di ingressi clandestini con le prevedibili conseguenze. E' inutile negare. Trattandosi di uomini adulti, le migliaia di ingressi illegali di questi mesi porteranno a molti casi di violenza soprattutto donne. Anche in questo caso dovremmo pensarci quando votiamo altrimenti siamo degli irresponsabili per questa come per altre questioni!!

bruno.amoroso

Lun, 11/05/2015 - 11:40

Loudness e beowulfagate: mai pensato che i giornali, per ovvi motivi di spazio e opportunità, non raccontano TUTTO quello che succede ogni giorno ovunque? Se vogliono far passare una certa idea, racconteranno solo i fatti funzionali al loro scopo ovviamente. Un conto sono i numeri veri (che andrebbero ponderati tra l'altro), un conto è la vostra percezione della realtà derivante da quello che vi passano i media

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Lun, 11/05/2015 - 11:43

Non sarà l'unico italiano che stupra ma ci saranno milioni di italiani che sono stufi di questo buonismo.O no?!?!?!

Ritratto di Blent

Blent

Lun, 11/05/2015 - 12:04

questo è italiano , certo ce ne sono a sufficienza anche fra gli italiani di delinquenti e quindi degli stranieri ne faremmo volentieri a meno inoltre un italiano non possiamo cacciarlo dal paese ma gli stranieri si . Capito sinistrionzi

Noidi

Lun, 11/05/2015 - 12:19

@gianniverde alle 11:43: Su questo siamo pienamente d'accordo. Per me lo stupro sarebbe da punire con almeno 15 anni di lavori forzati, ergastolo se di gruppo. Indifferentemente da: colore della pelle, religione, o altro.

vince50

Lun, 11/05/2015 - 12:58

Se lo ha fatto e chissà quante volte lo rifarà,dovrebbe essere messo nelle condizioni di non poterlo fare mai più oltre ad una condanna esemplare.

tuttoilmondo

Lun, 11/05/2015 - 13:28

per Blent io credo che una volta entrati non li possiamo mandare via se non c'è qualcuno disposto ad accoglierli. E questo qualcuno non c'è. Una volta entrati dobbiamo tenerceli a vita. E' un disastro immane, purtroppo, per il nostro paese. La colpa è di chi vota chi vuole la nostra rovina. Pazzi!

Alessio2012

Lun, 11/05/2015 - 13:48

Adesso le femministe escono allo scoperto! Quando gli stupratori sono musulmani non aprono bocca.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Lun, 11/05/2015 - 14:15

Più che raptus se la "vittima" era più che bona a me sarebbe bastato che mi fosse venuto un "coitus interruptus" e si sarebbe salvata capra e cavolo. Di certo non era a vagabondare in India o senza velo in qualche Paradiso della Mezzaluna altrimenti chissà quanto inchiostro sarebbe stato sparso inutilmente a mo' di crociata mediatica contro la violenza alle donne. Femministe di tutto il mondo! fatevene una ragione se in Italia tutto è permesso a chi non ha la cittadinanza italiana o si dichiara "diversamente diverso" in grazia dei "seguaci" del "a me va tutto bene purché se lo piglino in saccoccia gli altri".

Squalo2

Lun, 11/05/2015 - 15:22

In un momento di piena tranquillità,io lo castrerei,per evitare un altro momento di raptus.

Giorgio5819

Lun, 11/05/2015 - 19:06

Tagliategli il birillo, poi basta dire " è stato un raptus..."