Taxi, una "Carta dei valori" per l'Esposizione Universale

Documento della Camera di Commercio di Milano siglato da tutte le associazioni di categoria. Sulle vettura un adesivo "intelligente" permetterà ai clienti di scaricare il palinsesto di ExpoinCittà, gli eventi di Expo, gli standard del servizio. Le adesioni sono volontarie. Accornero: "Servizio taxi primo biglietto da visita per i visitatori"

Una carta dei valori e un adesivo "intelligente" sui taxi milanesi, che permetterà ai clienti di scaricare i contenuti di ExpoinCittà, gli eventi organizzati durante Expo Milano 2015 e di conoscere gli standard del servizio: si rivolge a 5.000 tassisti milanesi la Carta dei valori e dei servizi realizzata dalla Camera di Commercio di Milano.

Il documento, siglato da tutte le associazioni di categoria e con l'adesione di quelle dei consumatori, prevede l'adesione individuale di ciascun autista (senza oneri) e consiste nell'impegno a garantire uno standard di qualità sui temi di accoglienza, professionalità, sicurezza, cortesia e trasparenza. Gli aderenti esporranno sulle auto un adesivo a due facce: il lato esterno, blu, indica l'adesione del tassista alla Carta e all'interno la vetrofania contiene un Qr code che usato con uno smartphone consente di scaricare informazioni ed eventi di ExpoinCittà, programmi culturali e incontri del giorno, e la app di Expo 2015.

Firmando la carta, i tassisti si impegnano anche a migliorare la conoscenza delle lingue straniere (per Camera di Commercio, che offre corsi gratuiti di inglese, il 60% dei conducenti di auto bianche conosce l'inglese e il 20% anche una seconda lingua) e a favorire l'installazione di Pos per il pagamento con carta di credito. E ancora: riconoscibilità nella scritta taxi, luminosa se il taxi è libero, ordine nella vettura, trasparenza nel tariffario in italiano e inglese, rispetto per l'ambiente, obbligo di non selezionare la clientela, trasporto gratuito dei bagagli, con carico e scarico, assistenza a far salire e scendere gli anziani, decoro nell'abbigliamento e nel comportamento, scelta del percorso più breve, sicurezza nella guida, sulla ricevuta l'indicazione del numero della vettura, obbligo di aspettare l'utente, dietro compenso, per soste fino a 60 minuti, fine corsa anche dopo la scadenza del turno.

Per Marco Accornero, consigliere di Camera di Commercio, "la Carta vuole mettere in evidenza i valori di servizio di eccellenza importantissimo in vista di Expo, perché il servizio taxi è il primo biglietto da visita per i visitatori di una città, la maggioranza dei tassisti già applica le regole della Carta, che sono sia norme di legge sia di buon senso e di buona accoglienza, ci aspettiamo un'adesione massiccia".

In aggiunta alla vetrofania, sulle vetture sarà distribuita anche la versione cartacea della Carta, in italiano e in inglese, e, come spiega Claudio Artusi, coordinatore di ExpoinCittà, "ogni 15 giorni realizzeremo una free press che potrebbe essere distribuita nei taxi e potrebbe essere gradita dai visitatori".

"Vogliamo assicurare ai visitatori di Expo e di Milano in generale - sottolinea Pietro Gagliardi, delegato sezione taxi dell'Unione Artigiani -, soprattutto agli stranieri, la garanzia di un impegno chiaro per fornire un servizio rivolto a persone, più che a semplici clienti. Un approccio che certificato da un impegno assunto pubblicamente. Inoltre. Sfrutteremo questa iniziativa come occasione di vetrina promozionale della città di Milano in prospettiva futura".