La terapista? Al cellulare. E la bambina autistica viene sempre ignorata

Il caso, scoperto da Le Iene, in un centro di Palermo

La "iena" Cristiano Pasca ha incontrato Giulia, una bimba di nove anni affetta da autismo e indaga per capire se il corso di logopedia che la piccola sta seguendo – finanziato lautamente dalla regione Sicilia – funzioni a dovere, regolarmente.

E qui, per l'appunto, scopre linghippo. Dopo un anno e mezzo di frequentazione di quel corso, la bambina non fa progressi. Anzi. La cosa fa insospettire la madre Alba che decide così di mettere un registratore nelle tasche delle figlia per capire cosa succeda in quelle "strane" sedute con l'educatrice.

E cosa scopre? Proprio quello che temeva. Ovvero che quelle lezioni sono lunghe e noiose "lezioni" di silenzio in cui si sente solo la logopedista che parla al cellulare o con i colleghi, ignorando completamente la piccola paziente. Il tutto non curandosi neanche delle banali richieste della piccola, come quella di un bicchiere d'acqua o di poter andare in bagno.

Colta in castagna dalla "iene" Pasca, la dipendente del centro nega tutto. O quasi.

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 11/02/2019 - 18:51

ma ci pensate? c'è voluto la televisione di berlusconi per far scoprire uno schifo, che neanche i magistrati indagano d'ufficio! i magistrati non lo vengono a sapere perchè non gliene frega un cavolo! e cosi la povera bambina ha dovuto scontare le inefficienze di uno stato comunista mafioso e fin troppo burocratico ! perchè? perchè sono 9 anni che i babbei hanno continuato a preferire alla sinistra, al m5s, alla lega, e a tutto pur di non votare berlusconi :-) complimenti ! siete davvero furbi...