Terni, nasconde la cocaina tra omogeneizzati della figlia, denunciato

All’interno dell’abitacolo 10 grammi di cocaina nascosta tra gli omogeneizzati, ma anche un bilancino di precisione ed ulteriori 10 grammi di droga purissima, non ancora tagliata

È stato fermato nei pressi dell’ospedale di Terni a causa del suo atteggiamento sospetto e della sua guida incerta.

Si tratta di un ternano di 35 anni, finito nella rete dei controlli antidroga organizzati dalla polizia, come ha riferito la questura di Terni in seguito al suo arresto. L’uomo, alla guida di un’automobile priva di poggiatesta, stava procedendo pericolosamente a zig zag lungo la strada, quando è stato seguito da una volante ed invitato ad accostare.

Subito è parso nervoso agli agenti che prendevano le sue generalità per effettuare i controlli. A questi ultimi ha riferito che i poggiatesta erano stati eliminati dall’interno della vettura per non ostruire la visuale alla sua bimba, quando era seduta sul seggiolino collocato sopra i sedili posteriori, comunque non presente in quello specifico momento.

La grande agitazione che il 35enne ha continuato a palesare ha spinto i poliziotti ad estendere il controllo anche all’interno dell’abitacolo e ad una borsa presente sul sedile del passeggero. All’interno dei vasetti contenenti omogeneizzati, tranne uno, riempito con una sostanza bianca: l’uomo ha spiegato che si trattava di latte in polvere, ma in realtà era cocaina, del peso complessivo di 10 grammi. Oltre a questo anche un bilancino di precisione ed altri 10 grammi di cocaina purissima, ancora da tagliare.

Per il 35enne, incensurato fino a ieri, una denuncia per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.