La terra torna a tremare: forte scossa nel Maceratese

Più di 75 scosse dalla mezzanotte. La più forte all'1:35 con una magnitudo di 4.8. Paura tra gli sfollati

Un incubo senza fine. La terra torna a tremare nel Maceratese. Una forte scossa è stata avvertita nel Centro Italia intorno all'1:35. L'Ingv riporta come epicentro la zona a cavallo fra i centri terremotati di Pieve Torina, Fiordimonte e Pievebovigliana, in provincia di Macerata, con una magnitudo di 4.8. La scossa è stata percepita distintamente in particolare nelle Marche, in tutta la zona del cratere fino ad Ascoli Piceno e Ancona. Durante l'ultima notte le scosse sono state circa 75.

Oltre a quella dell'1:35 alle 3:38 la terra ha tremato con magnitudo 3.2 ed epicentro a Ussita (Macerata). Un lieve sisma di magnitudo 2 è stato registrato poco dopo la mezzanotte anche in provincia di Firenze, con epicentro a Castelfiorentino. E nella serata di ieri una scossa di magnitudo 4.0 è stata registrata alle 20.37 dall'Ingv nella zona di Perugia, ad una profondità di 8 km. L'epicentro del sisma è stato localizzato a due km da Preci (Perugia), a sei km da Visso (Macerata), a sette da Castelsantangelo sul Nera , a nove da Ussita (Macerata) e a dieci da Norcia.

Commenti

@ollel63

Gio, 03/11/2016 - 08:50

fermate la terra o scendete dalle montagne.

linoalo1

Gio, 03/11/2016 - 08:51

Paura???Ma perché non se ne sono andati???Capisco solo chi ha degli animali a cui badare!Ma gli altri,perchè restano???Ormai,è fin troppo evidente!!Ricostruire nello stesso luogo,sarebbe solo una pazzia!!!Quale Casa,per quanto antisismica,riuscirebbe a resistere agli Sconquassi Superficiali di questo Sisma,ossia a crepe da 60-70 cm.????Quindi,perchè restare???Forse per quello che ha promesso Renzi???Spero proprio di no!!!

audionova

Gio, 03/11/2016 - 09:16

fin dal primo giorno gli esperti dicevano che le scosse (sciame sismico)avrebbero potuto andare avanti anche dei mesi con scosse anche superiori ai 5 richter,ora centellinare cosi' spesso quante ne sono venute spaventa la gente(ah voi siete a casa vostra)e comunque la gente sotto le case non c'e' piu',le case sono distrutte,si aspetta la fine e poi si ricostruisce,ora c'e' poco da fare se non dare soldi alla protezione civile.su italiani mano al portafogli.

Albius50

Gio, 03/11/2016 - 11:22

Ora però bisogna anche tirare le orecchie ai terremotati, visti i precedenti NON HANNO MAI FATTO NULLA; a Milano è da 600 anni che esiste la FABBRICA DEL DUOMO (e non è zona terremoti) e il suo compito è proprio quello di SALVAGUARDARE UN PATRIMONIO DELL'UMANITA' (i quattrini si trovano, i MILANESI sono pronti a versare gli aiuti perché comunque c'è un ritorno ) NORCIA è scomparsa con la sua basilica Benedettina, ed al suo posto probabilmente nascerà un suo CLONE.

petra

Gio, 03/11/2016 - 16:12

Gli edifici storici di valore, sono patrimonio dell'intera umanità. Noi da soli non ce la facciamo a finanziare tutto ed è giusto che, se si vuole il recupero e la ricostruzione delle opere d'arte, come ad esempio la Basilica dei Benedettini, si partecipi a livello mondiale. Renzi lancia la proposta.

Albius50

Gio, 03/11/2016 - 16:43

PETRA avete sempre vissuto di turismo la basilica non era di grandi dimensioni come il duomo di Milano ora verrà ricostruita con denaro di tutta la comunità però dovete voi impegnarvi localmente x la sua manutenzione a vita e NON PENSARE SEMPRE CI PENSA PANTALONE.

Ritratto di matteo844

matteo844

Ven, 04/11/2016 - 00:21

Conosco bene quelle zone e la gente che le abita e posso garantire che li si lavora dalla mattina alla sera. Si lavora nei campi, nelle fattorie nelle aziende,tanto e' vero che l'economia del centro italia e' sviluppatissima quasi al pari di quella del nord. Non sono certo loro che aspettano gli aiuti dall'alto,ma in questo caso oltre che doverosi gli aiuti sono necessari. Mi direte che e' gente anzi siamo gente perche io sto a una manciata di kilometri da quei posti, che non siamo abituati a battere i piedi come fanno in molte regioni d'Italia che aspettano sempre gli aiuti dallo Stato,ma siamo abituati a rimboccarci le maniche e lavorare.Lo vorrei precisare,Grazie.

24agosto

Ven, 04/11/2016 - 00:31

Paura? Perche non ve ne siete andati? E via dicendo...A leggere i commenti si rabbrividisce al tenore del livello intellettivo espresso. Mi piacerebbe che voi sopportaste 5 dico 5 scosse della magnitudo quasi 6 e superiore, con ipocentro sotto ai piedi. Vi ci legherei anche, visto quello che avete scritto. I terremotati non hanno mai fatto nulla? Milano ha la fabbrica del duomo? Quante volte son caduti i suoi pinnacoli? Noi stiamo lottando per la nostra terra e da soli signori belli; io dal 24 agosto non faccio altro...gratuitamente! Come mi piacerebe, Sig. Albius50 che lei si trovasse a svegliarsi con un 7 sotto il letto; probabilmente lo sconquasso le solleciterebbe le sinapsi e forse alla vista dei pinnacoli del duomo in rovina piangerebbe a mò di vitello. Ma non credo che se uno di essi le cadesse in testa lei potrebbe farsi male; forse rimbalzerebbe. Italiani mano ai portafogli? E quanti parassiti gli italiani mantengono? ma vergognatevi, teste vuote

petra

Ven, 04/11/2016 - 16:21

#Albius Sono friulana, non parlavo quindi come diretta interessata. I nostri paesi, a suo tempo distrutti dal terremoto, li abbiamo ricostruiti, anche molto fedelmente rispetto a com'erano prima, anche grazie all'aiuto di professionisti volontari del posto, che si sono prodigati, in certi casi numerando le pietre ad una ad una ecc. Semplicemente riterrei buona cosa, se anche altre nazioni partecipassero finanziariamente o in altro modo alla ricostruzione di edifici storici di valore. Sono patrimonio di tutti. Perchè non fare questa proposta? Sono convinta che molti accetterebbero di partecipare. #24agosto Si impara dalle sventure, a proprie spese. Anche se il momento è desolante, ci sarà la ripresa. Prevenendo sempre il peggio, sarà indispensabile costruire con metodi severi e il piu' possibile sicuri. Mai disperare.