La terra trema in Calabria: scossa di magnitudo 4.2

Non sono stati registrati, per il momento, danni a edifici, né persone ferite

La terra trema in Calabria. Alle 7:24 di questa mattina una scossa di magnitudo 4.2 è stata registrata dai sismografi dell'Ingv.

Non sembra aver causato danni il terremoto che questa mattina ha fatto svegliare l'area sud della Calabria. Secondo quanto comunicato dalla protezione civile regionale, che è in contatto coi sindaci delle zone colpite, non sono state segnalate particolari criticità.

Con un tweet, l'Ingv, l'istituto che monitora gli eventi sismici, ha fatto sapere che la scossa si è verificata tra Catanzaro, Vibo Valentia e Reggio Calabria, a 11 chilometri di profondità.

La popolazione ha sentito chiaramente la terra tremare, perché "il sisma è stato molto superficiale, a 11 chilometri di profondtà a mare, qualche chilometro a largo di Palmi", secondo quanto dichiarato dal capo della protezione civile regionale della Calabria. Non sono, per il momento, stati segnalati danni importanti agli edifici e non sembrano esserci persone rimaste ferite, ma oggi alcune scuola potrebbero rimanere chiuse, perché ce ne sono alcune "non adeguate dal punto di vista dell'anti-sismica".

Anche il traffico ferroviario tra Mileto e Reggio Calabria è stato sospeso, per effettuare verifiche tecniche sulla linea.

L'epicentro è stato individuato al largo della costa sud occidentale.