Terremoto, l'Emilia trema E ora è guerra agli sciacalliProcura: "Nessun indagato"

Circa una trentina di scosse nella notte. Prosegue l’organizzazione dei campi di accoglienza. Intensificati i controlli anti-sciacallaggio

Il sisma infinito. L'Emilia non smette di tremare. Nella notte, sono state 29 le scosse di terremoto registrate nella zona colpita dal violento sisma che ha causato dal 20 maggio 17 morti, 350 feriti e oltre 15mila sfollati.

Secondo i rilievi dell’Ingv, delle scosse avvenute dalla mezzanotte alle 6:10 di oggi tra Emilia e Lombardia, la più forte è stata a 00:42 con magnitudo 2.9 ed epicentro in prossimità dei comuni modenesi di Camposanto, Cavezzo, Medolla, Mirandola e San Felice sul Panaro.

Prima di allora, la scossa più forte di magnitudo 4.2 con epicentro a San Possidonio era stata avvertita ieri sera poco dopo le 21. Mentre la Protezione civile prosegue nell’organizzazione dei campi di accoglienza (solo a Modena sono 8.500 i cittadini sfollati ospitati in 23 campi, 17 strutture coperte e diversi alberghi anche nell’Appennino modenese) il fenomeno "sciacallaggio" sta mettendo a dura prova le forze dell’ordine che ieri sono state sollecitate dalle Procure di Modena e Bologna a intensificare i controlli.

Con ogni probabilità verranno aperti nelle prossime ore dei fascicoli per il reato di procurato allarme. Ieri in serata il commissario straordinario per la ricostruzione Vasco Errani ha dato l’annuncio dell’arrivo del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano che il 7 giugno visiterà le zone terremotate. Per quanto riguarda le indagini sui capannoni industriali, le procure di Modena e Ferrara lavoreranno coordinate nei prossimi giorni.

Stop alla riscossione

Una nota di Equitalia fa sapere che sono state sospese tutte le attività di riscossione nelle zone colpite dal terremoto "in attesa di provvedimenti normativi ad hoc che stabiliscano quali siano i Comuni interessati dallo stato di emergenza".

Interessate dalla sospensione tutti i comuni delle province di Bologna - esclusa Bologna stessa -, Ferrara, Reggio Emilia, Modena, Mantova e Rovigo. La sospensione riguarda la riscossione delle somme iscritte a ruolo, tutte le attività esecutive e cautelari, nonchè quelle di notifica delle cartelle di pagamento e degli altri atti di riscossione.

Nessun indagato

La procura di Modena, intanto, precisa che non c’è per il momento nessun indagato per il crollo dei capannoni durante il terremoto. Il procuratore capo di Modena Vito Zincani ha annunciato che cinque delle 17 salme recuperate sotto le macerie nella Bassa modenese saranno a breve riconsegnate ai familiari. Gli altri corpi resteranno in medicina legale per l'autopsia

Annunci Google
Commenti

Loreno Bardelli

Ven, 01/06/2012 - 08:57

Vorrei solo ricordare che in occasione del terremoto in Friuli il vergognoso fenomeno dello sciacallaggio venne eliminato in tempi brevi ed in maniera risolutiva : chi veniva sorpreso a rubare fra le macerie nel più fortunato dei casi si ritrovava con le mani "picconate".... nei casi più gravi lo sciacallo finiva la sua esistenza sotto le macerie !

claudiotedeschi

Ven, 01/06/2012 - 09:02

C'è anche lo sciacallaggio sul web dove si vendono applicazioni per prevedere terremoti... [url]http://www.webcontro.com/2012/05/sciacallaggio-sul-web-allarme-terremoto.html[/url]

Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Ven, 01/06/2012 - 09:32

Si provveda immediatamente alla castrazione chimica degli sciacalli colti sul fatto.

acquario56

Ven, 01/06/2012 - 09:48

Con tutto il dovuto rispetto: sarebbe meglio che invece di Napolitano, venissero inviate le forze militari. Magari anziché impiegarle per la festa del 2 giugno, sarebbe il caso di metterle a supporto nella zona. Sono di Bologna e sebbene qui le scosse sono di molto inferiori, il panico é tanto. Ieri faticavo a stare in un ufficio pubblico -dove hanno chiuso i piani alti perché la gente ha paura a salire- e al piano terra mi sembrava di sentire il pavimento oscillare. Quando vedo la distruzione che c'é a 40 Km da casa mia, guardo la mia casa e i miei oggetti pensando che forse domani non ci saranno più. Perché chi ha perso già tutto deve anche subire gli sciacalli e le chiacchiere? Che si usi l'esercito autorizzandolo a sparare a vista. Basta con le chiacchiere e tantomeno con i fascicoli che non servono a nulla. E che i giornalisti pubblichino le foto e i nomi degli sciacalli: vogliamo vedere da chi dobbiamo difenderci.

laura

Ven, 01/06/2012 - 09:58

Si dovrebbe stabilire un minimo di pena, (10 anni)senza sconti, e la confisca dei beni (ove presenti) .

Ritratto di Situation

Situation

Ven, 01/06/2012 - 10:40

ma toh? nella ROSSA Emilia Romagna, culla della civiltà de buonismo, dell'accoglienza agli "extras" e delle Coop Rosse (sopratutto quelle edili) ci sono gli sciacalli? Sciacalli nella Regione PERFETTA? Gli sciacalli andateli a prendere nei costruttori che se ne sono impippati delle norme antisismiche nelle numerosissime palazzine di 7/8 anni crollate come castelli di carta. Ma si sa nella Regione Perfetta cane non mangia cane e sapete quanti indagati ci saranno per i crolli di case e capannoni? NESSUNO e quanti scioperi farà la CIGL per le agibilità facili e lo stupro delle norme sulla sicurezza dei lavoratori? NESSUNO AVANTI COSÍ

plaunad

Ven, 01/06/2012 - 10:51

Sig. Lorenzo Bardelli, lei ha ragione. Ricordo come parlando con dei friulani mi dicevano che loro collaborano sì con i Carabinieri, ma prima provvedono a dare una bella lezione ai criminali.

Stargate

Ven, 01/06/2012 - 12:15

Cosa aspettano a utilizzare l'esergito ? A Gemona giravano i ragazzi della San Marco se ti beccavano non so che fine facevi. Mi ricordo che passavano tutte le sere davanti casa nostra dove avevamo allestito la tenda, spesso si fermavano a bere un caffè una chiacchiera e poi ripartivano per tutta la notte in giro a tenere il territorio sotto controllo.

corto lirazza

Ven, 01/06/2012 - 12:55

#4 acquario56: sottoscrivo

albertohis

Ven, 01/06/2012 - 13:10

Gli sciacalli che più mi preoccupano sono quelli che stanno per arrivare attratti dal business della ricostruzione. Chissà chi avrà riso ora di fronte a quei capannoni crollati. Coop, Compagnia delle Opere, cani sciolti che vanno dove tira il vento, sono pronti a spartirsi il business della cementificazione senza regole che seguirà in nome dell'emergenze e a spese dei cittadini nostrani.

voce.nel.deserto

Ven, 01/06/2012 - 13:15

Che scendano in campo i baschi verdi della Giuardia di Finanza come fecero in Valtellina,dall'Aprica allo Stelvio,alla Val Tartano.a Morbegno,all'Abbazia Piona a Colico,.a Sondrio,sull'Adda,in tutta la Valtellina nel 1987. In quell'anno volavo col ministro Forte in Valchiavenna per prendere atto della situazione e pilotare oltre che il trabiccolo volante i raparti di baschi verdi sul territorio. Lavorarono benissimo nell'antisciacallaggio i baschi verdi senza farsi belli davanti alle telecamere. Mentre la Guardia di Finanza italiana soccorreva i lombardi altri lombardi maledetti pensavano a Cassano Magnago a tradire l'Italia.Bossi e Borghezio vergognatevi!

Ritratto di gattafelly

gattafelly

Ven, 01/06/2012 - 13:44

Cosa ne pensa la Caritas dei nostri Italiani che dormono in macchina o sotto le tende, quando molta feccia umana che sbarca ed è accolta con le fanfare, ha da noi pronto un bel centro di accoglienza, ove si controlla pure l'efficenza dei bagni con tanto di mailoiche e lenzuoli lindi di lavanderia e tessere telefoniche e...ecc.. magari qualche soldino per le prime esigenze?

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Ven, 01/06/2012 - 13:54

Ora i tempi sono cambiati, gli sciacalli sono solo diversamente civili che sbagliano. Saranno paternamente redarguiti e sarà istituito per loro un programma di recupero con visite periodiche, ovviamente volontarie, a centri di socializzazione ed integrazione a spese dei comuni e dello stato. Le carceri sono piene, impossibile occupare altri posti.

cyclamen

Ven, 01/06/2012 - 14:32

Tra gli sciacalli mettiamo anche Monti che ha approfittato del terremoto per aumentare la benzina, cioè per derubarci?

marcocala100

Ven, 01/06/2012 - 14:54

Ordine di fare fuoco ai cecchini che devono posizionarsi sopra i tetti, nelle terrazze e negli angoli delle zone devastate. Se sono Extracomunitari due colpi alla nuca. Solo questo è l'unico modo per fermare queste fecce umane.

carlasso

Ven, 01/06/2012 - 15:06

Ho letto l'articolo di Feltri SONO D'ACCORDO CON LUI; ritiriamo i ns. militari dall'Afganistan a difendere quel fantoccio di presidente Karzai che chiama fratelli i talebani assassini. il quale si starà arricchendo con la produzione di oppio fatta da questi). Sono utili questi militari nel ns. paese e darebbero una mano non solo per controlare il territorio dagli infami sciacalli, ma aiuterebbero i terremomotati nella ricostruzione dei loro edifici.

lamwolf

Ven, 01/06/2012 - 15:29

Gli sciacali davanti ad una tragedia del genere sono quanto di più ignobile, vigliacco e vile ci possa essere. L'unica pena per questi esseri sarebbe un processo sul posto con le prove certe e documentate del delinquere e poi impiccati nella piazza del paese. Purtroppo queste carogne contiueranno ad impreversare in ogni catastrofe, perchè non c'è giusta giustizia per cui meglio passare subito a rimedi estremi. Basterebbe qualche caso per debellare simili criminali.

killkoms

Ven, 01/06/2012 - 15:40

secondo libero,ci sono anche altri sciacalli"morali"!gli organi d'informazione teutonici che invitano i loro cittadini a"non andare"in vacanza in emilia romagna perchè"è tutto distrutto"!se ne ricordino gli emilianoromagnoli quando prima o poi dovranno cambiare auto!

killkoms

Ven, 01/06/2012 - 15:43

#8stargate,purtroppo parla di un periodo in cui il solo esercito aveva alle armi 400.000 uomini!oggi le forze armate al completo,forze di polizia escluse,sono meno della metà di quella cifra!

Profe

Ven, 01/06/2012 - 15:50

Berra, un paesino del ferrarese, rinuncerà alla festa del 2 giugno per devolvere i costi dell'evento, 1400 euro, ai terremotati della sua terra! Se Napolitano facesse meno chiacchiere e seguisse l'esempio della gente umile!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

killkoms

Ven, 01/06/2012 - 15:57

#10albertohis,ha toccato il tasto dolente!purtroppo non sapremo mai chi"rideva"a questo giro poichè,non essendoci più bertolaso,di sicuro nessuno era intercettato!ci metta pure che la maggior parte delle opere crollate in loco"sicuramente"saranno state fatte da quei signori che ha nominato!ora,dovrebbe essere giunto il momento della verità per i"compagni"di politica e d'affari!quella è la terra che loro si vantavano di avere reso ricca, e che è uno dei loro bastioni elettorali!finora"processioni2dei vari bersani,d'alema,e co. in loco non ne ho viste!se si trattava di fare campagne elettorali,o di mangiare i tortellini a qualche festa dell'unità,erano già sul pezzo!gli emiliani si ricrederanno finalmete?

Il_Presidente

Ven, 01/06/2012 - 16:23

immagino che tra questi nobiluomini di sciacalli ci siano molti esponenti delle freschissime ricchezze umane migranti, quelli che ci pagano le pensioni (!) e che ci salveranno dalla crisi (!!!). E poi fa davvero schifo vedere italiani ridotti come i nostri sfortunati connazionali, mentre con i miei occhi vedo orde di teppaglia balorda africana scroccona ed arrogante alloggiata in alberghi ed ostelli a spese del contribuente. Tagliare radicalmente le spese destinate agli immigrati (basta pagargli le bollette, per esempio) e redirigere più welfare alle vittime del terremoto.

Ritratto di gino5730

gino5730

Ven, 01/06/2012 - 17:00

Eh no,gli sciacalli no ? Sono le persone più odiose,più infami Contro di loro ,pugno di ferro,se ne prendono qualcuno colto in flagranza,non arrestatelo,correremmo il rischio di rivederlo all'opera il giorno dopo,sparate a vista .

voce.nel.deserto

Ven, 01/06/2012 - 17:26

Mandateci 2 battaglioni di baschi verdi della Guardia di Finanza in funzione di antisciacallaggio.Meno repressione fiscale e più tutela dei beni del cittadino.

plaunad

Ven, 01/06/2012 - 17:39

Ho parlato con una Signora di Mirandola che ha perso tutto nel terremoto. Mi diceva che la cosa più vergognosa é vedere le torme di extracomunitari che si avventano sulle mense allestite. Non solo ha visto alcuni di questi "fratelli migranti" che buttavano per terra schifati porzioni che contenevano carne di maiale dicendo che loro non mangiano quella porcheria, ma addirittura fette di pane perché asserivano che le avevano tagliate con il coltello usato per affettare il salame.Per non parlare poi di quelli che dopo il sisma hanno fatto immediatamente le valige e se ne sono scappati a casa loro. Complimenti: prima vengono qui perché hanno tutto e gratis e poi invece di dare una mano per gratitudine se ne scappano via.

giggi

Ven, 01/06/2012 - 19:25

Sciacalli? Esecuzione sul posto.

killkoms

Ven, 01/06/2012 - 19:49

#25plaunad,ci sono anche immigrati che si sono dati da fare,specialmente quelli presenti da più anni!quelli descritti sono sicuramente gli ultimi arrivati,trompi ed arroganti;quelli che pretendono,ed ottengono,cibo"halal"anche nei cie/cpt!

Ritratto di marforio

marforio

Ven, 01/06/2012 - 20:26

Anche qui dopo una lunga giornata niente da commentare. Il mio commento se lo sono rubato gli sciacalli.

simbruino3

Ven, 01/06/2012 - 22:33

-LA CALUNNIA DEL CEMENTO ARMATO- una tendenza culturale ancora pubblicitariamente applicata ha imbuunto la mente di MEZZA ITALIA ad impegnarsi in forsennati acquisti e costruzioni di nuove case in cemento armato ,(che sicuramente hanno foraggiato la ingegneria e la grande industria edilizia) in sostituzione delle "meno sicure" antiche abitazioni fatte con metodologie tecniche anteriori e lasciate molte volte in abbandono o vendute a prezzo di realizzo proprio in quanto suppostamente meno antisismiche-I recenti eventi invece hanno pubblicizzato il contrario se sono caduti nuovi edifici in cemento armato ugualmente e senza differenza delle case antiche-La verita´forse e´che l´uomo non ha le possibilita´per valutare il valore delle forze che mette in atto la natura per un sisma e come sono funzionalmente impiegate -spero che i magistrati non vogliano supporre di essere in grado lorostessi di capirlo ,oltre le antiche prescrizioni , ribadite dal Papa di costruire sulla roccia-

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Sab, 02/06/2012 - 02:23

La disorganizzazione del nostro paese, imputabile a chi ha incarichi decisionali, emerge quando si verificano eventi catastrofici. Dopo la prima scossa del 20 maggio sarebbe dovuta scattare immediatamente la blindatura del territorio da parte delle forze dell'ordine e dell'esercito. Invece cosa succede? Si aspetta che gli sciacalli si organizzino e girino nel territorio ad umiliare, spaventare e depredare la gente. Mandiamo in galera chi non sa prendere le decisioni con la dovuta tempestività. Che ci sta a fare la magistratura? Solo a guardare tra le lenzuola di Berlusconi?

0rl4nd0

Sab, 02/06/2012 - 05:00

Caro #29 simbruino3 , Mi dispiace deluderti ma ciò che dici non corrisponde a quanto è accaduto. Le case in cemento armato sono assolutamente sicure SE le progetti per oscillare e la struttura è armata a dovere quindi non solo con tondini che corrono in lunghezza ma anche tondini disposti secondo il perimetro/trasversali della trave spessa (molti) in modo da formare una sorta di gabbia. Inoltre la mescola deve contenere le adeguate proporzioni di cemento e sabbia. Se metti poco ferro (risparmi nella costruzione e guadagni di più nella vendita truffando chi acquista) e tanta sabbia allora la casa crolla. Penso che non ci voglia molto a capire che l'uomo non abbia alcuna possibilità di controllare le forze della natura ... no? Poi costruire sulla roccia ? Buona idea ! vallo a dire in piazza a Gemona e vedi cosa succede! Il Papa è meglio che si occupi di anime e non di mattoni! Io invece insisto sul prefabbricato e in legno altro che pietre mattoni e cemento armato! saluti.

cesar

Sab, 02/06/2012 - 07:57

come ha scritto anche "voce nel deserto"......perchè non c'è l'esercito a difendere i beni immobili che vengono sistematicamente saccheggiati.......all'aquila c'era il coprifuoco di notte.......perchè dobbiamo dirle e pensarle noi certe cose ...quando paghiamo profumatamente dei funzionari statali per farlo?? altro che parata del 2 giugno ...l'esercito deve difendere la cittadinanza e poi se ci sono le condizioni può fare anche la festa !!

guidocelsino

Sab, 02/06/2012 - 09:25

E' assolutamente necessario inviare l'esercito, contro i crimini di sciacallaggio. Ma poi le pene devono essere severe, e con tolleranza zero.