Terrorismo in Italia: Lombardia e Lazio le regioni più a rischio

Negli ultimi 15 anni, 96 attentati. Ecco le cifre del terrorismo in Italia. Con 179 vittime, fra civili e militari, che hanno perso la vita perché coinvolte in attacchi compiuti in dodici paesi, tra cui soprattutto Usa e Afghanistan

Negli ultimi 15 anni, 96 attentati. Ecco le cifre del terrorismo in Italia. Con 179 vittime, fra civili e militari, che hanno perso la vita perché coinvolte in attacchi compiuti in dodici paesi, tra cui soprattutto Usa e Afghanistan. E ora, grazie a una stima dell'Italian Terrorism Infiltration Index 2015, si conoscono i nomi delle regioni italiane più a rischio:Lombardia e Lazio.

Per scoprire le zone d'Italia che rischiano di più, sono stati usati tre indicatori: le intercettazioni autorizzate, gli attentati avvenuti in territorio italiano, e gli stranieri residenti in Italia che arrivano dai Paesi nella top five del terrore: Iraq, Afghanistan, Pakistan, Nigeria e Siria. Fondamentale il lavoro svolto con le intercettazioni, che sono state più di 7 mila negli ultimi anni. A guidare il gruppo di regioni esposte al rischio terrorismo è dunque la Lombardia, con un punteggio di 10 dato dai criteri su base degli indicatori. Al secondo posto il Lazio, con un punteggio di 6,48, seguito da Emilia Romagna, Piemonte e Veneto.