Il terzo segreto di Fatima e le rivelazioni dell'ultimo veggente

Il terzo segreto di Fatima da sempre affascina i fedeli. La profezia rivelata dalla Madonna apparsa a Fatima riempie da sempre la letteratura che rguarda la storia della Chiesa. Adesso arrivano nuove rivelazioni

Il terzo segreto di Fatima da sempre affascina i fedeli. La profezia rivelata dalla Madonna apparsa a Fatima riempie da sempre la letteratura che rguarda la storia della Chiesa. Lucia dos Santos, l'ultima veggente di Fatima aveva parlato di un "vescovo vestito di bianco” che viene “ucciso da un gruppo di soldati che gli spararono vari colpi di arma da fuoco e frecce”. Adesso a riaprire le indiscrezioni sul terzo segreto, come riporta il Fatto Quotidiano, sono le presunte apparizioni mariane che avrebbe ricevuto a Roma, dal 1947 fino alla sua morte avvenuta nel 2001, Bruno Cornacchiola. E di queste apparizioni se ne parla nel libro Il veggente (Salani) scritto da Saverio Gaeta, cronista di San Paolo Famiglia cristiana e Credere.

Cornacchiola avrebbe saputo dalla Madonna dell'assassinio di un Pontefice: “Sogni, sempre sogni, è un periodo di tempo che non faccio altro che sognare il Papa che fugge: non Paolo VI, ma un altro. Lo aiuto e il mondo salta in aria; sangue, molto sangue, che sembra melma e molti restano presi come se fosse pece, restano attaccati. Molti sacerdoti e suore in piazza San Pietro squartati”. E ancora: “Il Papa, colpito gravemente, cade. Subito, coloro che stanno insieme con lui corrono ad aiutarlo e lo rialzano. Il Papa è colpito la seconda volta, cade di nuovo e muore. Un grido di vittoria e di gioia risuona tra i nemici; sulle loro navi si scorge un indicibile tripudio. Senonché, appena morto il Pontefice, un altro Papa sottentra al suo posto. I piloti radunati lo hanno eletto così subitamente, che la notizia della morte del Papa giunge colla notizia dell’elezione del successore. Gli avversari incominciano a perdersi di coraggio”. Le prfezie di Cornacchiola sono varie e hanno attraversato buona parte del 900 come ad esempio quelle sulla tragedia di Superga del Grande Torino, il rapimento di Aldo Moro e la caduta delle Torri Gemelle. Ma per il momento la Chiesa rimane fredda nel dar valore di verità alle parole di Cornacchiola.

Commenti

ben39

Ven, 01/04/2016 - 11:50

La nostra generazione vive un'epoca di passaggio caratterizzata da eventi storici o epocali. I Maya lo avevano già preannunciato ma sono stati interpretati arbitrariamente, Nostradamus ne aveva azzeccate alcune molto importanti come l'undici settembre e la nuova guerra tra Russia e America con Putin e, la più credibile, la Bibbia, dove secondo alcune interpretazioni evangeliche gli eventi prossimi potrebbero essere i seguenti: 2016 Anticristo( musulmano russo) inaugura il Tempio di Gesuralemme ed è capo del nuovo governo mondiale per sette anni della Grande Tribolazione; 2019 terza guerra mondiale; 2023 circa Armagheddon e seconda venuta di Cristo. Poi il mitico millennio. Vedremo...