Tettamanzi, in Duomo aperta la camera ardente

La salma dell'arcivescovo, morto sabato mattina all'età di 83 anni nella casa di spiritualità Villa Sacro Cuore di Triuggio (MB), dove si era ritirato nel settembre 2011 al termine del suo ministero, è stata accolta dall'Arciprete Gianantonio Borgonovo e dai canonici della cattedrale

È arrivato al Duomo di Milano il feretro del cardinale Dionigi Tettamanzi. La salma dell'arcivescovo, morto sabato mattina all'età di 83 anni nella casa di spiritualità Villa Sacro Cuore di Triuggio (MB), dove si era ritirato nel settembre 2011 al termine del suo ministero, è stata accolta dall'Arciprete Gianantonio Borgonovo e dai canonici della cattedrale. Oggi i milanesi potranno rendere omaggio alla bara fino alle 22. Prevista per le 17.30 la messa di suffragio celebrata da monsignor Borgonovo, mentre alle 18.30 il cardinale Angelo Scola presiederà la recita del Rosario. I funerali verranno celebrati in Duomo domani alle ore 11. Saranno presieduti dal cardinale Angelo Scola, amministratore apostolico della Diocesi, e concelebrati tra gli altri dall'arcivescovo eletto, monsignor Mario Delpini. Al termine della celebrazione il cardinale Tettamanzi verrà sepolto in Duomo, sul lato destro della cattedrale, ai piedi dell'altare Virgo Potens dove è presente anche l'urna del beato cardinale Schuster.

Commenti

cir

Lun, 07/08/2017 - 17:08

e basta con sto' personaggio.