Tim Cook batte Draghi: l'ad Apple è la persona più influente al mondo

Tante sorprese nella classifica delle 50 persone più influenti al mondo stilata dal magazine Fortune

Ci sono diverse sorprese all’interno della lista delle 50 persone più influenti al mondo che il magazine Fortune compila ogni anno: l’assenza di Barack Obama e l’ingresso della cantante pop Taylor Swift. Il primo in classifica è l’amministratore delegato di Apple Tim Cook. Il motivo che pone Cook in testa alla lista dei World’s Greatest Leaders è legato all’aumento del prezzo delle azioni di Cupertino, insieme alle nuove innovazioni (tra cui Apple Pay e Apple Watch) e anche il coming out dell’a.d. sulla sua sessualità.

Al secondo posto c'è il governatore della Bce, Mario Draghi, che svolge "uno dei lavori più duri e importanti al mondo". A chiudere il podio c’è Xi Jinping, il presidente della Repubblica popolare cinese, soprattutto per il consolidamento del potere nel paese e ancora per i provvedimenti per rafforzare le leggi. Papa Francesco - che lo scorso anno era al primo posto davanti al cancelliere tedesco Angela Merkel - quest’anno si ritrova in quarta posizione. Al quinto c’è il primo ministro indiano Narendra Modi. Ma il colpo di scena arriva al sesto posto con la popstar Taylor Swift per le vendite del suo ultimo disco "1989" e ancora per la sua influenza all’interno del mercato musicale. Al settimo c’è Joanne Liu, presidente di Medici senza frontiere, grazie al lavoro svolto per combattere l’epidemia di Ebola in Africa dell’ovest. L’ottavo è di John Roberts, uno dei nove giudici della Corte Suprema, per il suo ruolo nel futuro della riforma sanitaria Obamacare e dei matrimoni tra le persone dello stesso sesso. Tra le donne figura anche Mary Barra, amministratore delegato di General Motors, che si trova al nono posto. Chiude la classifica dei primi dieci Joshau Wong, guida della rivoluzione degli ombrelli di Hong Kong.