Tim sospende l'offerta Tim Prime

Telecom Italia rende noto di aver sospeso l’applicazione di Tim Prime, nell’ambito dell’avvio delle discussioni con le Autorità in merito, e volte al lancio di nuovi e migliori servizi

Marco Patuano, ad Telecom Italia

Telecom Italia rende noto di aver sospeso l’applicazione di Tim Prime, nell’ambito dell’avvio delle discussioni con le Autorità in merito, e volte al lancio di nuovi e migliori servizi. Lo rende noto un comunicato della società, precisando che la decisione ha l’obiettivo "primario di mantenere il rapporto di assoluta trasparenza con i propri clienti e di assicurare un confronto aperto, sereno e costruttivo con le Autorità". La scorsa settimana l’Agcom aveva diffidato Telecom Italia, in qualità di soggetto designato alla fornitura del servizio universale, riguardo alla modifica dei prezzi dei servizi telefonici degli abbonati consumer alla linea tradizionale.

La misura riguardava l’offerta Tim Consumer Voce che sarebbe dovuta partire il primo aprile. Secondo l’Autorità, l’aumento del 300% del prezzo delle chiamate nazionali da linea tradizionale, in parte componenti del servizio universale, non appariva giustificato da condizioni economiche generali, quali l’andamento dei prezzi al consumo o l’aumento del potere di acquisto degli italiani. La decisione di Telecom relativamente a Tim Prime è stata presa autonomamente dall’azienda. Tim Prime riguardava una nuova proposta di repricing che TIM avrebbe introdotto a partire dal 10 aprile per i clienti TIM prepagati base e che avrebbe permesso di chiamare e inviare SMS senza limiti a un numero TIM a scelta. Il nuovo profilo prevedeva 49 euro cent /settimana in più rispetto a quello attuale. I clienti TIM con TIM Prime avrebbero avuto anche a disposizione una gamma di servizi gratuiti ed opzionali, attivabili solo a seguito di un’esplicita richiesta del cliente