Torino, 16enne stuprato con un ombrello e costretto a mangiare escrementi

Un ragazzino ha denunciato due suoi amici accusandoli di averlo ripetutamente violentato e maltrattato

Un 16enne sarebbe stato costretto a subire atti sessuali con un ombrello, a mangiare escrementi, a ubriacarsi e ad appartarsi con una prostituta. Ma i presunti responsabili negano.

La scabrosa vicenda, raccontata da Il Messaggero, sarebbe avvenuta a Torino tra il febbraio del 2013 e il settembre 2014. Nel capoluogo piemontese un'amicizia tra tre giovani si sarebbe trasformata in una storia di violenze e umiliazioni. Un ragazzo di 16 anni ha denunciato due suoi coetanei accusandoli di averlo violentato con un ombrello, di averlo costretto a ingerire escrementi, a bere fino a ubriacarsi e ad andare a letto con una prostituta.

Gli amici negano

I due imputati hanno però fornito al giudice una versione diversa dei fatti. La presunta vittima ha raccontato che, dopo un periodo di normale amicizia, i due hanno iniziato a prenderlo di mira, fino a costringerlo ad avere un rapporto sessuale con una prostituta alla loro presenza. Ma i due giurano di non aver mai fatto di lui di quanto raccontato dal 16enne e che l'unica volta che sono arrivati alle mani era per colpa di un diverbio sul calcio.

Commenti
Ritratto di Nahum

Nahum

Mer, 06/09/2017 - 21:35

Strano non sono risorse ... si saranno sbagliati a scrivere ....

Frank90

Mer, 06/09/2017 - 21:37

Bestia schifose.

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Mer, 06/09/2017 - 23:23

in Italia c'è un'emergenza educativa. lo disse Benedetto XVI

roberto.morici

Gio, 07/09/2017 - 08:21

@Nahum...aum. Sono d'accordo con Lei. Indagare meglio sulla vicenda di Rimini ed altre simili...

Ritratto di Nahum

Nahum

Gio, 07/09/2017 - 22:37

La legge è uguale per tutti ...