Torino, all'ex moglie parte del Tfr anche dopo 10 anni dal divorzio

La coppia ha rivorziato nel 2004, mentre il rapporto di lavoro dell'uomo con la sua agenzia è terminato dieci anni dopo, nel 2014

Alla moglie divorziata spetta una quota del Tfr del marito anche se l'uomo ha ricevuto l'indennità dieci anni dopo la fine del loro matrimonio. Lo ha deciso il tribunale di Torino con una sentenza che ha condannato un agente assicurativo a versare all'ex coniuge 94mila euro, pari al 40% della somma totale del suo Tfr.

Come riporta il Messaggero, la coppia ha rivorziato nel 2004, mentre il rapporto di lavoro dell'uomo con la sua agenzia è terminato dieci anni dopo, nel 2014. L'ex marito ha affermato che il denaro versatogli dalla compagnia al termine dell'attività professionale non era un vero e proprio Tfr, in quanto il suo era di fatto un lavoro autonomo.

Per questo motivo, in base alla giurisprudenza della Cassazione, l'ex moglie non aveva diritto a parte alla somma. Secondo i giudici, però, non lo ha dimostrato e l'onere della prova, su questo aspetto, spettava all'ex marito.

Commenti
Ritratto di pensionato.stufo

pensionato.stufo

Sab, 02/12/2017 - 18:12

Tipiche giudichesse femministe sessantottine.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 02/12/2017 - 20:04

Ecco perchè non si sposa più nessuno.

TonyGiampy

Sab, 02/12/2017 - 23:30

Ma cosa si aspetta a cambiare queste leggi ridicole sul matrimonio??? Dopo 10 anni la ex moglie avra' gia' un altro partner e un'altra vita.Poi si lamentano che nessuno si sposa o fa figli.Mio fratello ha avuto 4 convivenze senza sposarsi.Alla fine delle storie ha aperto la porta e le ha sistemate sul pianerottolo insieme alle loro cianfrusaglie:niente mantenimento,avvocati,giudici udienze!!!

Michele Calò

Dom, 03/12/2017 - 08:04

Ignoranza e malafede del giudice incompetente. Non è un TFR ma la restituzione di un accantonamento di provvigioni in un rapporto di esclusiva di un rapporto autonomo parasubordinato. E' evidente come da 40anni la giurisprudenza "rossa" stia distruggendo sia il rapporto uomo/donna che quello genitori/figli in modo scientificamente preordinato.