Torino, Barbara Palombelli: "Una prova contro la rottamazione"

Il caos di Torino di sabato sera a Piazza San Carlo ha scatenato e non poco il dibattito sulle misure di sicurezza previste per il raduno bianconero

Il caos di Torino di sabato sera a Piazza San Carlo ha scatenato e non poco il dibattito sulle misure di sicurezza previste per il raduno bianconero. In tanti, anche nel mondo politico, hanno puntato il dito contro il sindaco Chiara Appendino. Le accuse principali sulla gestione dell'emergenza riguardano la vendita di alcolici in bottiglie di birra che poi hanno provocato un tappeto di vetro per terra e l'assenza di vie di fuga nella piazza. E così adesso sui social c'è ancora polemica sull'operato del primo cittadino di Torino. Nel dibattito e tra i commenti su quella serata drammatica non è passato inosservato quello di Barbara Palombelli. "La vicenda di Torino regala un'ulteriore prova contro la rottamazione. Chi ha esperienza politica conosce la gestione delle piazze. Chi vota in un certo modo poi tragga le conseguenze...", ha affermato la conduttrice. In tanti hanno letto tra quelle parole una sorta di frecciatina verso il sindaco Appendino. E proprio il sindaco in queste ore non saputo ha fornire spiegazioni su quanto accaduto a piazza San Carlo: "I fatti di piazza San Carlo di sabato sera ci hanno profondamente colpito, non solamente perchè un momento di festa si è trasformato in terrore e sofferenza, ma perchè la ragione, che in un primo momento era stata ricondotta a degli atti scellerati di pochi incoscienti perpetrati in un clima di incertezza globale, ora resta ancora ignota. Il tutto, inoltre - ha aggiunto Appendino - condizionato da un clima di crescente paura generata dall’11 settembre in avanti e soprattutto dopo i fatti delle più vicine Parigi, Nizza, Berlino e Londra, solo per citarne alcuni".