Torino, la mamma del 17enne suicida: "Mio figlio ucciso dai bulli"

La donna ha consegnato alle forze dell'ordine il pc del ragazzo, nella speranza che si riesca a trovare il perché al gesto estremo

Il figlio di 17 anni si toglie la vita e la madre non ha dubbi su quale sia il motivo: "È colpa dei bulli. I compagni di classe lo deridevano".

Lo scorso 23 febbraio Michele Ruffino, un 17enne di Rivoli (Torino), si è gettato dal ponte di Alpignano. Secondo la madre, il perché abbia deciso di togliersi la vita è chiaro. Il figlio sarebbe stato vittima di bullismo per alcuni problemi di salute da cui era affetto dalla tenera età. Una sentenza di tribunale, raccconta la donna a La Stampa, ha stabilito che Michele, quando aveva sei mesi, ha subito un danno da vaccino e per questo "non riusciva a muoversi con naturalezza, anche se con gli anni eravamo riusciti a superare i suoi problemi".

Lo stesso non sarebbe avvenuto invece con i coetanei. "I suoi compagni di classe invece lo deridevano - spiega - Voleva solo una pacca sulla spalla, una parola amica. Invece oggi siamo qui: disperati. Non vogliamo vendetta, ma se c'è qualcuno che ha sbagliato deve pagare". Proprio per trovare i presunti responsabili del suicidio del figlio, la donna ha consegnato il pc del ragazzo agli inquirenti.

Commenti
Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Lun, 12/03/2018 - 20:33

Quando l'umanità riuscirà a mettere sullo stesso piano gli atti di bullismo, la discriminazione 'fisica', la malvagità dei 'compagni' su un povero ragazzo sventurato e quella che chiamiamo discriminazione 'razziale', allora l'uomo, superando finalmente la pigrizia e l'ideologia, avrà fatto un fenomenale passo in avanti!

hectorre

Lun, 12/03/2018 - 22:22

era una ragazzo italiano, a chi importa?????......notizia che non arriverà mai sulle prime pagine ne si faranno fiaccolate e sit-in.......questa è la vera vergogna, ormai i falsimoralisti,antifascisti,proimmigrati,difensori a prescindere solo di alcune categorie ed etnie, sono riusciti ad imporre la loro folle visione di società e smuovono le coscienze ad intermittenza, come sempre....guerrafondai o pacifisti, palestinesi o ebrei, socialisti o capitalisti, garantisti o manettari........riposa in pace caro ragazzo, le bestie che ti hanno spinto a questo gesto disperato vivono nella loro società ideale, impuniti e orgogliosi.