"Mia moglie è caduta dalla moto" ma l'ha scordata 40 km prima

L'uomo si è rivolto ai carabinieri quasi in lacrime pensando che la coniunge fosse caduta dalla moto in corsa

Pensando che la moglie fosse caduta dalla moto in corsa, ha chiesto aiuto ai carabinieri ma una telefonata gli ricorda che ha dimenticato la coniuge alla stazione di servizio.

Come raccontato da Il Messaggero, un uomo di 59 anni della provincia di Torino ha chiesto aiuto ai carabienieri di Chieri perché convinto che la moglie fosse caduta dalla moto in corsa. In lacrime ha raccontato ai militari che si era appena accorto di aver perso lungo il tragitto la coniuge che era in moto con lui e che non aveva possibilità di contattarla perché il suo cellulare era rimasto nel bauletto del mezzo.

La telefonata della moglie

Ma proprio mentre il 59enne si dispera e i carabinieri tracciano il percorso per iniziare le ricerche, ecco comparire sullo schermo del cellulare un numero sconosciuto. Dall'altra parte della cornetta c'è proprio la moglie, una donna di 58 anni, che, dopo essersi fatta prestare un telefono da un passante, informa il marito che era ripartito da solo, dimenticandosi di lei nell'ultima sosta effettuata a Moncalvo d'Asti, a circa 40 chilometri da Chieri. L'uomo non ha potuto far altro che tornare indietro e recuperare la moglie.

Commenti
Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Lun, 19/06/2017 - 14:14

alzheimer

manfredog

Lun, 19/06/2017 - 14:14

..'e recuperare la moglie'..!! Se fossi stato al posto della moglie, a quel punto, non avrei io più 'recuperato' il marito..!! mg. p.s.: dategli ancora la patente della moto ad uno così..!!..magari quella della..motozappa..!!

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Lun, 19/06/2017 - 14:16

Ma se non poteva fare la telefonata alla moglie neanche poteva riceverle, non vi pare? Hhahhahahha, da piegarsi oggi.

Ritratto di settimiosevero

settimiosevero

Lun, 19/06/2017 - 14:19

la moto oggi sarà sicuramente su ebay.

Angelo664

Lun, 19/06/2017 - 14:26

Beh, un bell'esamino sul contenuto della scatola cranica del signore in questione direi che sia il minimo dovuto. A quell'età infatti possono già manifestarsi evidenti segni di vecchiaia, in questo caso prettamente cerebrale visto che fisicamente va ancora in 2 ruote. A parte il fatto che da motociclista devo dire che tra andare da solo ed in 2 la moto cambia completamente. Per cui se fino a 1 minuto prima eri impacciato e la governavi a fatica ed un minuto dopo vai come se fossi una libellula direi che un minimo di dubbio ti possa venire. Ma passi il fatto che a momento non ti ricordi che cosa sia successo, visto che sei nel panico.. ma nemmeno ricordarsi con chi sei uscito di casa la mattina e dove sei andato .. .beh, c'è qualche cosa che non funziona nelle alte sfere del comando. Via la patente fino a che un medico non ne certifichi l'idoneità nuovamente o via per sempre nel caso non sia più abile alla guida.

Luigi Fassone

Lun, 19/06/2017 - 14:31

Andiamoci piano con i commenti lesivi...Ci sono madri che sono convinte di aver lasciato il pargolo all'asilo mentre lui è rimasto,legato con la cintura,dentro la macchina da ore e ore...Però costui non deve aver controllato il bauletto,si sarebbe accorto che il telefonino della consorte non c'era...

manfredog

Lun, 19/06/2017 - 15:08

..Egregi Commendatori..!!..ma le notizie le leggete prima di 'commemendare'..!? Capisco che questi frammenti o pezzi di articoli non possono essere 'ripresi' dai correttori di bozze (che costano e noi, non solo leggiamo gratis, ma..commentiamo pure..)) e che chi scrive lo fa velocemente perché magari così è richiesto, ma, con un po' di buona volontà, anche se ci fossero errori, il significato, il più delle volte, è comprensibile..no..!? mg.

brasello

Lun, 19/06/2017 - 15:22

leggendo i commenti precedenti, noto che su sei commenti, due dimostrano di non aver capito una mazza di quel che è successo. E sì che è tutto narrato in modo molto chiaro. A questo punto la notizia raccontata dall'articolo passa in secondo piano.

Ritratto di bandog

bandog

Lun, 19/06/2017 - 15:59

Angelo664 :-) Da Centauro al motociclista: sarebbe meglio che vendi la moto e giri in macchina...così tua moglie rimane accanto ed è più difficile..perderla!!

idleproc

Lun, 19/06/2017 - 16:38

Porraccio, se la vedrà proprio brutta per anni, meglio emigrare.

Ritratto di oldpeterjazz

oldpeterjazz

Lun, 19/06/2017 - 16:48

gzorzi, leggi meglio...

emigrante

Lun, 19/06/2017 - 16:52

Per chi ha letto affrettatamente l'articolo, penso di poter chiarire che il Signore in questione era disperato di non poter contattare la moglie in quanto il telefono "suo" - vale a dire della Signora - era rimasto nel bauletto. E preferisco annotare il lato positivo della cosa: due persone che si vogliono bene, che si perdono, che si disperano, e si ritrovano. Il resto è del tutto secondario. Continuate ad andare in moto e... mi raccomando, casco in testa ben allacciato, e luci accese, anche di giorno!

libertyfighter2

Lun, 19/06/2017 - 23:10

Signori commentatori, non capendo una mazza di un articolo scritto chiaramente, mi avete ben illustrato il significato di "analfabetismo funzionale".

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Mar, 20/06/2017 - 04:16

E' successo ad un automobilista tedesco il quale ha dimenticato la moglie all'area di servizio di Lainburg. Se n'é accorto al Brennero.

Happy1937

Mar, 20/06/2017 - 08:50

gzorzi non ha neanche capito che non poteva telefonare alla moglie perché il telefonino della consorte era rimasto nel cassettino della moto.

Happy1937

Mar, 20/06/2017 - 08:52

Sono d'accordo con brasello e emigrante.

Popi46

Mar, 20/06/2017 - 09:29

Dimenticare la moglie,svista veniale. Come la mettiamo con quelli che lasciano i lattanti ad arrostire al sole nella macchina chiusa?

precisino54

Mar, 20/06/2017 - 13:10

È troppo facile dare addosso a chi sbaglia, ma poi si è proprio certi di non poter fare lo stesso errore?! Indubbiamente guidare una moto col passeggero è ben diverso che essere da solo, ma se la moglie è una "acciuga" che riesce a non far sentire la propria presenza in quanto perfettamente a suo agio, la cosa comincia a prendere un diverso aspetto; se poi la moto è una "moto pesante" dai tanti cavalli, ecco che è molto facile non accorgersi della presenza del passeggero, è proprio nella caratteristica delle moto da touring poter guidare senza troppo soffrire del peso aggiunto. È ovvio pure che la guida in autostrada, spessso noiosa, finisce per allentarti i recettori e tutto può succedere, come ad un mio amico che non si accorse che la fidanzata si era appisolata e rischiava di cadere. Per inciso ho oltre 200 mila km di guida su due ruote di vario tipo.