Torino, operaio incastrato in un macchinario: morto su colpo

Al ragazzo mancavano due settimane alla scadenza del contratto stagionale mentre l'azienda oggi resta chiusa per lutto

Lavorava nel laboratorio de La Torinese, storica ditta di panettoni, Matteo Bianchi, operaio di 23 anni che ieri notte ha perso la vita dopo essere rimasto intrappolato in un macchinario.

Come riporta La Repubblica a Matteo erano rimaste altre due settimane di lavoro prima della scadenza del contratto da lavoratore stagionale, iniziato a ottobre. Stava lavorando per far fronte agli ordini per le feste dell'azienda dolciaria quando è morto in un incidente.

Secondo le prime ricostruzioni, il ragazzo di Val della Torre addetto ai forni si sarebbe avvicinato a un macchinario con delle pinze e barre a pressione, usate per le lavorazioni dei panettoni, e sarebbe rimasto incastrato con la parte superiore del corpo.

I colleghi hanno immedatamente chiamato i soccorsi ma Matteo è morto sul colpo nonostante siano state rispettate le norme di sicurezza. Nello stesso posto lavorava anche la madre mentre l'azienda, dopo aver dato la possibilità ai dipendenti di tornare a casa, ha chiuso il centro vendite per la giornata di oggi indicando il grave lutto aziendale.