Torino, picchiati dal padre e costretti a studiare l'arabo e il Corano

Tre sorelle egiziane e il fratellino sono stati per anno vittime di violenze crudeli da parte del padre che li obbligava a studiare l'arabo e il Corano

Sono stati frustati a Torino con il filo elettrico sulle mani e sotto la pianta del piede, legati a una sedia per punizione, imprigionati al buio in una stanza senza finestre e lasciati per ore senza cibo, costretti a svegliarsi all’alba per pregare e studiare il Corano e la cultura islamica.

Poi un giorno le tre sorelle minorenni e il fratellino più piccolo non ce l'hanno fatta più. Una di loro, infatti, si è confidata a scuola con un’insegnante: "Piuttosto che tornare a casa, io mi uccido. Non voglio più stare con mamma e papà. Papà picchia e io preferisco morire".

L'episodio è accaduto a Torino dove la procura ha aperto un fascicolo sui maltrattamenti in famiglia nei confronti una coppia di nazionalità egiziana. Sono stati chiesti 5 anni di reclusione per l'uomo e 3 anni e sei mesi per la donna.

Quando la verità sulla famiglia egiziana è venuta alla luce, i figli dei due imputati avevano età comprese tra i 10 e i 17 anni. Il più piccolo è il maschietto, poi ci sono le tre sorelle maggiori. C’è anche una quinta figlia, una bambina di pochi mesi che però non è vittima di violenza.

Dalle indagini sembra che i ragazzi fossero costretti a vivere in una camera molto piccola, senza riscaldamento e con il bagno sul ballatoio. "I bambini erano terrorizzati dal padre - ha spiegato oggi in aula il pm -, andavano dalla mamma e le dicevano ‘Ti prego non avvertire papà’. Ma lei lo faceva e il padre picchiava. E picchiava con intensità diversa a seconda degli errori commessi dai figli".

"Ogni motivo buono per picchiare. C’era la richiesta di pregare e di studiare l’arabo, è vero, ma in realtà ogni pretesto era buono per picchiare", ha sottolineato l’avvocato di parte civile Emanuela Martini. "I ragazzi sono stati picchiati talmente tanto da non comprendere più, dopo qualche tempo, le ragioni di tanta violenza. Oggi non si frequentano, perché sono ancora traumatizzati dagli eventi".

Durante il processo la madre ha preso la parola: "Nessuno ci ha mai compresi. Vivevamo in sette in pochi metri quadrati, eravamo in una situazione disperata e nessuno ha mai compreso le nostre difficoltà". La sentenza verrà pronunciata il 24 novembre.

Commenti

Divoll

Ven, 17/11/2017 - 17:45

Non mi meraviglio. Quel che mi meraviglia, piuttosto, e' cosa ci facciano in Italia degli Egiziani, visto che il paese non e' teatro di guerra.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 17/11/2017 - 17:49

Questi sono ancora più invasati dei comunisti.

Ritratto di moshe

moshe

Ven, 17/11/2017 - 18:09

In forza del fatto che repetita iuvant, bisogna ricordare che una deficiente disse: "i migranti avanguardia di uno stile di vita che presto sarà quello di molti di noi" ... ... ...

Razdecaz

Ven, 17/11/2017 - 18:14

In questi casi applicare le leggi del vecchio testamento. Occhio per occhio, dente per dente.

scarface

Ven, 17/11/2017 - 18:19

La loro cultura sarà la nostra cultura... (cfr. boldrini)

Ritratto di stenos

stenos

Ven, 17/11/2017 - 18:28

@Leonida55. Be, tra islamici e comunisti una bella lotta su chi è più bestia.

Ritratto di bandog

bandog

Ven, 17/11/2017 - 19:14

RISPEDIRLI TUTTI AL LORO PAESELLO,ANCHE SE NATI QUI,CON OBBLIGO DI NON METTERE MAI PIU' PIEDE IN ITALIA,NO VEROOOO????

maurizio50

Sab, 18/11/2017 - 07:54

E pensare che qualche esaltato ( meglio: esaltata) vorrebbe che facessimo nostri simili "aspetti" della cultura del mondo arabo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Sab, 18/11/2017 - 08:46

quelli dello ius soli....integrati in italia!! con le nostre regole,la nostra costituzione...la NOSTRA cultura!! sinistri& preti:ridicoli

Ritratto di daybreak

daybreak

Sab, 18/11/2017 - 08:49

Oh poveri incompresi perdonate noi Italiani se non vi abbiamo dato una villa dove vivere in sette.Ma finitela di dare la colpa alla societa' se vivete nel degrado cosa fate a fare tutti sti figli?Che gente misera di cervello.

Happy1937

Sab, 18/11/2017 - 08:59

Altro che 5 o 3 anni, meriterebbero l’ergastolo.

Ritratto di savio67

savio67

Sab, 18/11/2017 - 12:21

E poi i moralisti di mxxxa si scandalizzano se, chi vuole affittare una casa, pubblica un annuncio ove richiede solo cristiani!!