Torino, romeno investe due pedoni, ne uccide uno: "Era ubriaco"

I carabinieri e la polizia municipale stanno cercando la persona che era con lui sull’auto

Sono stati disposti gli arresti domiciliari per il romeno di 36 anni che ieri sera ha travolto dei pedoni sul marciapiede a Torino, uccidendone uno, ed è poi scappato. I carabinieri e la polizia municipale stanno cercando la persona che era con lui sull’auto. L’uomo, un operaio incensurato sposato e con un figlio, insieme al passeggero dopo l’impatto ha abbandonato l’auto ed è fuggito a piedi (non sulla vettura come riferito in un primo momento). Un cittadino che ha assistito all’incidente lo ha però seguito e lo ha fatto arrestare dai carabinieri poco distante. Il suo tasso alcolemico era di cinque volte superiore al consentito.

Sembra che l’investitore, che ha ammesso la responsabilità nell’incidente, sostenga di non essere salito in auto ubriaco ma di essersi allontanato sotto choc dopo l’impatto e aver bevuto due birre in un bar prima che lo bloccassero. Le testimonianze però lo smentirebbero. Le indagini, coordinate dal pm Enrico Arnaldi Di Balme, proseguono per individuare il passeggero. Restano gravi le condizioni del secondo ferito, una donna di 35 anni.