Torino, romeno rapina 16enne con un coltello poi tenta di violentarlo

La vicenda risale allo scorso mese di luglio. Grazie alla denuncia del giovane ed alla sua descrizione, 3 giorni fa il romeno è stato riconosciuto da un poliziotto ed arrestato

Un romeno di 21 anni senza fissa dimora e' finito in carcere con le accuse di di violenza sessuale, rapina e minacce nei confronti di un giovane di 16 anni incontrato per puro caso su di autobus di Torino.

La vicenda, raccontata dal minorenne stesso, è accaduta lo scorso mese di luglio. Secondo la vittima il romeno gli aveva proposto direttamente sull'autobus del sesso a pagamento: al rifiuto netto ed inequivocabile del ragazzino (che si era peraltro affrettato a scendere dal mezzo pubblico), lo straniero aveva iniziato a pedinarlo, raggiungendolo e puntandogli un oggetto appuntito sulla schiena, intimandogli di seguirlo. Lo aveva poi condotto nel bagno di un bar, dove si era abbassato i pantaloni pretendendo che il minore lo toccasse nelle sue parti intime. Dopo l'ennesimo rifiuto aveva rapinato il torinese di tutti i suoi soldi (15 euro), minacciandolo di morte e agitando il suo coltello se avesse parlato, poi aveva fatto perdere le sue tracce. Pur spaventato a morte dalle minacce il giovane si era comunque deciso ad andare dalla polizia, raccontando per filo e per segno alle forze dell'ordine quel che era successo e fornendo agli agenti una dettagliata descrizione del suo aggressore.

Descrizione che evidentemente è stata tanto precisa quanto preziosa visto che pochi giorni fa, a distanza di 3 mesi dai fattacci, un poliziotto molto attento durante una ronda di servizio ha riconsciuto il romeno in una nota strada di Torino e lo ha condotto in commissariato, dove la sua giovane vittima lo ha riconosciuto: sono così scattate le manette ai polsi del 21enne, il quale si trova tutt'ora in carcere dopo la convalida del fermo da parte del giudice.

Commenti

Giorgio5819

Gio, 01/11/2018 - 12:00

...massimo della sfiga, oltre che ladro pure ric chione...!

Ritratto di a-tifoso

a-tifoso

Gio, 01/11/2018 - 12:06

Sono le nuove culture, che presto saranno le nostre, Boldri dixet.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Gio, 01/11/2018 - 12:27

Giorgio5819 - 12:00 Evidente che a gente come questo tizio interessa solo il buco, tipo 'ndo cojo cojo..

lorenzovan

Gio, 01/11/2018 - 13:01

Beati i semplici che credono ai racconti di un giovane spaventato di dover ammettere magari di essere gay...e per giustificare un incontro (con una risorsa magari rom ) andato male...lolol..certd bananas credono proprio che gli asini volino

Carlopi

Gio, 01/11/2018 - 13:06

Racconto molto poco credibile.

Malacappa

Gio, 01/11/2018 - 13:56

Bha che stano il giudice ha confermato il fermo,sara' gia stao licenziato

ziobeppe1951

Gio, 01/11/2018 - 14:06

Perugini...ne sai di cose.....

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Gio, 01/11/2018 - 14:50

.. lololol .. fa concorrenza al commissario basettoni..