Toscana in Bocca, in scena il gusto dei sapori veri

A Pistoia, nella Cattedrale Ex Breda, dal 22 al 25 aprile la maxi rassegna gastronomica che esalta piatti e prodotti tipici del territorio fra show cooking, ricette e emozioni del gusto. Ospiti speciali Erica Liverani e Lorenzo De Guio, vincitrice e terzo classificato di Masterchef 5

L’enogastronomia di una terra che esalta tradizioni del food antiche, apprezzate in tutto il mondo, prodotti del territorio d’eccellenza, arte e cultura sono al centro de La Toscana in Bocca che per questo ponte di primavera apre le porte dal 22 al 25 aprile nell’area espositiva La Cattedrale Ex Breda a Pistoia, capitale della cultura 2017.

Terza edizione di una manifestazione di successo che ha già richiamato oltre 60mila visitatori e che era stata presentata in anteprima al Circolo dell’Unione del Commercio a Milano in occasione di Expo 2015 con un percorso del gusto e dei prodotti ricchissimo che ha esaltato i “veri sapori” della Toscana, organizzata da Confcommercio Pistoia e Prato e Fipe (Federazione italiana pubblici esercizi), in collaborazione con la rete regionale di ristoranti Vetrina Toscana.

Veri sapori, piatti e prodotti che diventano narrazione ed esperienza nella manifestazione che prevede un programma davvero ricco con 35 stand di somministrazione, ciascuno dei quali realizzerà due ricette tipiche della cucina regionale assortite fra antipasti, primi, secondi e dessert. Saranno presenti nel menù anche piatti per celiaci e vegani e non mancheranno le pietanze dedicate ai bambini. Non solo, una selezione di produttori e espositori consentirà ai visitatori di degustare e acquistare i prodotti tipici e conoscere alcune delle realtà della provincia che operano sia la promozione del settore enogastronomico sia per far crescere la cultura dell’alimentazione salutare.

Diversi i momenti in cui si articolano le quattro giornate del gusto e dei sapori: la tarda mattinata e il primo pomeriggio saranno dedicati ai laboratori e all’intrattenimento per bambini e genitori, seguiti poi da dibattiti e momenti di approfondimento incentrati su diverse temi fra cui Pistoia Capitale della Cultura 2017. E non mancheranno cooking show realizzati dai ristoratori e dai professionisti di settori specifici, come nel caso dei macellai di Federcarni Pistoia, fino all’intrattenimento musicale serale.

Special guest saranno Erica Liverani e Lorenzo De Guio, vincitrice e terzo classificato di Masterchef 5, che per due giorni alterneranno la preparazione di propri piatti in uno stand speciale “Fuori Toscana”. Erica Liverani presenterà anche il suo libro A piccoli passi – La mia cucina stagionale e si potranno ascoltare tutti i segreti e le curiosità gastronomiche della vincitrice del più noto talent show culinario a livello nazionale.

“E' un appuntamento che si rinnova nel segno della tradizione e della volontà di puntare sulla tipicità dei prodotti - dice l’assessore al Turismo della Regione Toscana Stefano Ciuoffo -. La Toscana in bocca non è soltanto un modo per valorizzare la grande ricchezza del territorio pistoiese e le eccellenze enogastronomiche dei propri ristoratori, ma punta a diventare un’occasione per promuovere in Italia e fuori dai suoi confini uno stile di vita, un senso di appartenenza con le proprie tradizioni. In sintesi, tutti quei valori che rappresentano la filosofia del progetto Vetrina Toscana, ideato e creato per promuoverli e diffonderli e che collabora attivamente all’organizzazione dell’evento”.

Taglio del nastro alle 17 di venerdì 22 aprile con apertura del “grande ristorante” allestito nella Cattedrale Ex Breda che, nelle giornate di sabato, domenica e lunedì resterà aperta dalle 11 alle 24. La manifestazione, promossa da Confcommercio Pistoia e Prato insieme ai ristoratori locali e in collaborazione con Vetrina Toscana, il progetto di Regione e Unioncamere Toscana che promuove ristoranti e botteghe che utilizzano i prodotti del territorio, prosegue così il percorso di valorizzazione della ristorazione regionale e della sua tradizione.

Informazioni e programma: www.latoscanainbocca.it

Commenti

paolonardi

Lun, 18/04/2016 - 14:19

La cicina toscana tradizionale non conosce ne' conoscera' mai, per fortuna dei nostri palati, le eresie tipo cucina vegana, comunque dannosa alla salute, e quella celiaca. Buon appetito con bistecche, prosciutto salato e pane toscano cotto al forno senza rivitazioni.