Toscana, un Comune pagherà chi va al lavoro in bici

L'iniziativa del Comune di Massarosa, in Lucchesìa: venticinque centesimi al chilometro per chi si reca in ufficio pedalando

Avete sempre sognato di risparmiare sui trasferimenti da casa al lavoro e viceversa? Da oggi è possibile spostarsi a costo zero. Anzi sottozero: c'è un Comune, in Italia, che pagherà chi si reca al lavoro in modo ecosostenibile.

Il municipio di Massarosa, in provincia di Lucca, ha annunciato che pagherà chi si reca al lavoro in bicicletta per 25 centesimi al chilometro. "Abbiamo ritenuto importante - spiega alla Nazione l'assessore alla mobilità Stefano Natali - dare un segnale per stimolare scelte più virtuose nel muoversi e per diffondere maggiormente la cultura di una mobilità lenta e sostenibile."

Al progetto ci sono però dei limiti abbastanza severi: potranno partecipare solo 50 persone selezionate con un apposito bando e i rimborsi mensili non potranno superare i cinquanta euro.

I percorsi inoltre saranno monitorati con un'app gratuita. L'idea, però, non è originale. I primi a proporre una soluzione analoga sono stati i francesi: a Parigi, ad esempio, la rete di biciclette pubbliche del Vélib è enormemente popolare.