Toscana, l'ex brigatista Curcio sale in cattedra alla festa rossa

A Casciana Terme Lari il fondatore delle Br ha presentato il suo libro "Il pane e la morte" parlando di lavoro ai giovani presenti. Il sindaco Pd: "Io non lo avrei invitato"

Il nome, "Festa rossa", è tutto un programma. Già, perché alla festa organizzata a Lari, frazione del comune di Casciana Terme nel Pistoiese, dall' associazione politico-culturale "La Rossa" è rosso fuoco proprio tutto, a cominciare dagli ospiti.

Uno su tutti, l'ex brigatista rosso Renato Curcio. All'interno della settimana di iniziative, dibattiti e tavole rotonde in programma dall'8 al 15 agosto, fa discutere l'invito al fondatore delle Br, chiamato ieri sera a parlare di lavoro e a presentare il suo libro "Il pane la morte". Come racconta La Nazione, il sindaco di Casciana Terme, il democratico Mirko Terreni, ha voluto prendere le distanze dall'iniziativa. "Si tratta di festa fatta da una parte politica ben chiara e definita, e ognuno sceglie da chi farsi rappresentare - dice - Io sono un esponente del Pd e ad una nostra festa non ci sarebbe posto per Renato Curcio: abbiamo una sensibilità politica che non coincide con la sua figura".

A rintuzzare la polemica è arrivato però il presidente dell'associazione "La Rossa", Paolo Papucci, che ha parlato di "polveroni facili": "La nostra festa propone argomenti forti, punta a stimolare dibattiti, discussione, confronto - ha spiegato — Non c’interessano le polemiche, non vogliamo fare clamore". A dargli manforte è arrivato anche Federico Giusti di Cobas, che ha sottolineato come Curcio si occupi ormai di lavoro da più di dieci anni e sia qualificato come "altamente competente" in materia.

"Non avrei mai invitato Curcio ad un iniziativa dei Democratici - taglia però corto il sindaco Terreni - Ancora meno per un’iniziativa anche di tipo culturale del nostro Comune. Non voglio giudicare comunque gli organizzatori della Festa Rossa di Lari: sono grandi e navigati abbastanza per sapere e capire cos’hanno fatto". In tutto questo lui, Renato Curcio, ha potuto fare il suo intervento "con calma e disinvolto", come racconta La Nazione, presentando il suo libro-inchiesta sul polo industriale brindisino, sui veleni emessi dalle fabbriche e sulle troppe morti bianche. Tranquillamente, firmando autografi e stringendo mani alle persone accorse per salutarlo.

Commenti

blaster

Lun, 11/08/2014 - 12:24

... e poi ci si meraviglia di Schettino che viene invitato a parlare all'Università! Il fetore dell'ipocrisia che emanano certi benpensanti chic e trinariciuti impregna questo nostro povero Paese. Che amarezza...

Ettore41

Lun, 11/08/2014 - 12:34

"La nostra festa punta a stimolare dibattiti, discussioni, confronto" In parole povere significa: Parleremo di aria fritta e di argomenti che non vedranno mai una soluzione concreta in quanto soluzioni utopiche..... Curcio? Avrebbero dovuto tenerlo in galera a vita in cella di isolamento, a meditare sulle nefandezze da lui perpetrate.

il corsaro nero

Lun, 11/08/2014 - 12:39

Se fossimo in un Paese normale, questo triste figuro sarebbe a marcire nelle patrie galere, ma purtroppo siamo in Italia!!!

Ritratto di stenos

stenos

Lun, 11/08/2014 - 12:39

Se devo scegliere meglio schettino di questo delinquente.

il corsaro nero

Lun, 11/08/2014 - 12:41

Vorrei porre una domanda al sindaco: ma non avrebbe potuto chiedere al Prefetto di vietare la manifestazione per motivi di ordine pubblico? O aveva paura delle ritorsioni degli organizzatori?

il corsaro nero

Lun, 11/08/2014 - 12:42

perchè chiamarlo ex brigatista? Se non sbaglio il delinquente non ha mai rinnegato il suo passato!

Ritratto di lettore57

lettore57

Lun, 11/08/2014 - 12:51

Se avessi avuto un parente colpito dalle BR sarei andato anche io a quella festa e, essendo appunto una festa, l'avrei fatta

Ritratto di ersola

ersola

Lun, 11/08/2014 - 13:46

corsaro nero ma almeno lo sai che curcio non ha mai partecipato ad azioni violente o armate? non per difenderlo ma giusto per essere obbiettivi.

pao77

Lun, 11/08/2014 - 13:55

Mi stupisco di chi si stupisce... Siamo alla vergogna più totale... In Italia verrebbe data la laurea ad onorem anche a Bin Laden... Fortunatamente qualcuno lo ha ucciso..

folgore69

Lun, 11/08/2014 - 14:18

Ersola.chi e piu colpevole il mandante o l´esecutore di un crimine?

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Lun, 11/08/2014 - 14:34

COSA SI ASPETTA PER NON DARE UNA LAUREA , "honoris causa " ANCHE A QUESTO PERSONAGGIO ? Molti si sino subito indugnati per SCHETTINO. Per questo personaggio, nessuno della Sx o del PD. possibile che non abbia nulla da dire ??

ritardo53

Lun, 11/08/2014 - 15:01

ERSOLA: Sei candidato al Nobel per le cazzate, tu stai sposando la tesi che visto le mancate prove che Hitler non abbia mai ucciso nessuno, lo dovremmo candidare all´Oscar degli innocenti con annessi stampi di francobolli e monete varie. Bravo ERSOLA, ma una ERSOLAVOLTA potresti risparmiarci le minchiate?

lamwolf

Lun, 11/08/2014 - 15:02

Il peggio della cronaca nera della nostra storia, specie quella degli anni di piombo, sempre in prima fila e in prima pagina ovunque. Tante povere persone per colpa di queste specie di persone e spesso vigliacche non sono più tra noi. Tanti dolori procurati e questo Stato vergognoso gli permette di essere sempre alla ribalta, accumulando denaro sulla morte altrui. Vergogna certe persone dovevano uscire dalla galera nella bara!!!

ritardo53

Lun, 11/08/2014 - 15:04

Solo i comunisti di merda possono difendere un assassino e garantirgli il vitalizio a spese delle vittime che hanno subito le loro malefatte.

Ritratto di ersola

ersola

Lun, 11/08/2014 - 15:07

folgore69 hai ragione e questo lo sa anche previti,che ha scontato la pena,mentre il suo mandante lo hanno fatto premier.

ritardo53

Lun, 11/08/2014 - 15:08

A dargli manforte è arrivato anche Federico Giusti di Cobas, che ha sottolineato come Curcio si occupi ormai di lavoro da più di dieci anni e sia qualificato come "altamente competente" in materia. Questo è quello che si dice da parte comunista, ma ancora non so quante zappate abbia dato alla terra questo individuo. Ma dove ha lavorato?

Ritratto di sitten

sitten

Lun, 11/08/2014 - 15:34

@ersola, a me non risulta che Hitler, Himmler, etc, si siano prodigati ad ammazzare ebrei nei campi di concentramento, lungi da me da difenderli, ma è giusto essere obiettivi.

Ritratto di ersola

Anonimo (non verificato)

il corsaro nero

Lun, 11/08/2014 - 15:53

@er sola: certamente, era solo il mandante! Anche chi è accusato di partecipazione esterna ad associazione a delinquere di stampo mafioso (reato peraltro inventato da in concetto interpretativo della legge dai giudici che non ha riscontro nel codice penale)non partecipa ad azioni violente o armate! Vorrei vedere se fossi stato vittima di un'azione delle BR mirata contro di te o uno dei tuoi cari se saresti ugualmente obbiettivo!!!! Ma fammi il piacere, smettila di sparare c...zate!!!

Ritratto di filatelico

filatelico

Lun, 11/08/2014 - 16:04

er sola in romanesco significa una fregatura quindi rispondere equivale ad abbassarsi. Per quanto riguarda Curcio avrei preferito che avesse proseguito in silenzio la sua vita di espiazione!!

Ritratto di kinowa

kinowa

Lun, 11/08/2014 - 16:14

Ci siamo indignati per Schettino...... ma, prima Sofri ed ora Curcio.... ?????????????????

Ritratto di napoliso

napoliso

Lun, 11/08/2014 - 16:20

La mmmerda"Rossa"resta la mmerda rossa.Curcio Sofri e i Millecinquecento"Intellettuali"rossi che firmarono il manifesto contro il Comm.Calabresi.Tutti ad insegnare alle Università su come Ammazzare"DEMOCRATICAMENTE"...SIC SIC

nerinaneri

Lun, 11/08/2014 - 16:24

ritardo53: '...NERINANERI. Ma non era forse meglio per lei un nickname come: ROSSINAROSSI?...'per te non e' forse meglio un nickname come:RITARDATO53

MALEFICO59

Lun, 11/08/2014 - 16:30

Ma che stiamo dicendo per il sola, solo Berlusconi e Previti, quest'ultimo condannato per un reato inesistente nel codice penale, chi ha dei dubbi vada a leggerselo e smetta di rompere le palle, sono colpevoli di qualunque nefandezza. i suoi kompagnucci sono solo kompagnucci che sbagliano o che non potevano non sapere. ER SOLA MA VAI A CAGARE.........

terzino

Lun, 11/08/2014 - 16:34

Certe notizie non le pubblicherei. Si da troppa importanza ad un personaggio che dovrebbe finire nel dimenticatoio.

il corsaro nero

Lun, 11/08/2014 - 16:47

@ersola ore 17.07: hai ragione e questo lo sa anche il compagno G.che ha scontato la pena,mentre il suo mandante (un certo d'Alema se no ricordo male) lo hanno fatto prima ministro e successivamente premier, o no? Ti ricordi solo quello che ti fa comodo?

Ritratto di ersola

ersola

Lun, 11/08/2014 - 16:48

ritardato53 io non sto difendendo curcio ma qui voi non avete ne titolo ne merito per fare la morale a nessuno perchè siete sostenitori di un tizio che oltre ad aver rovinato l'italia ha commesso tante di quelle nefandezze che ho perso il conto. ribadisco che se il mandante ha più colpe,mi chiedo perchè è stato condannato solo previti e non il suo mandante?

Ritratto di ersola

ersola

Lun, 11/08/2014 - 17:08

malefico58 voi berluscones riuscite a confondere pure dell'utri con previti ma vi capisco ne avete talmente tanti di condannati che è facile confondersi.

claudio faleri

Lun, 11/08/2014 - 17:12

curcio è solo un bastardo vestito da uomo......chi lo mantiene? certamente i comunisti

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 11/08/2014 - 17:28

SONO SOLO COMPAGNI CHE SBAGLIANOOOO!!!!! Saludos

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 11/08/2014 - 17:33

x ERSOLA Si ricorda Lei del detto:" NE UCCIDE PIU LA PENNA DELLA SPADA"????. Così tanto per ricordarglielo, quando lei scrive che CURCIO non ha ammazzato nessuno!!! Saludos

livoletta

Lun, 11/08/2014 - 17:47

@ersola,il nobel per le cazzate l'hai già vinto!sei così infarcito di antiberlusconismo da arrivare a difendere un pluriassassino che in un qualunque altro paese sarebbe chiuso in gattabuia o sotto un metro di terra...

Ritratto di ersola

ersola

Lun, 11/08/2014 - 17:56

livoletta in qualsiasi altro paese dove credi che starebbe il tuo silvio?

Ritratto di stock47

stock47

Lun, 11/08/2014 - 17:57

E' incredibile come si usino due pesi e due misure in casi completamente opposti. Schettino, per quanto gli si voglia tirare la croce addosso, è solo un comandante di nave che ha avuto un incidente marinaro, spiacevole quanto si vuole ma solo incidente rimane. Curcio, viceversa, è stato un terrorista, cioè uno che la gente la uccideva di proposito o la faceva uccidere da altri. Non c'è praticamente confronto tra le due gravità del caso. Infine Schettino non ha fatto nessuna lezione, è andato a chiarire ciò che era avvenuto su una ricostruzione scientifica fatta da altri sul suo caso. Curcio, viceversa, va ad INSEGNARE, valori secondo la sua visione di pensiero che non ha alcun diritto d'esprimersi. E' evidente che in Italia esistono due pesi e due misure, valida assurdamente per alcuni e non valida altrettanto assurdamente per altri. Se l'Italia e gli italiani non riescono a raddrizzare questa duplice visione in una più corretta, avremo sempre problemi interni e l'Italia non riuscirà ami ad essere unita, senza contare le deviazioni che si portano nei cervelli dei nuovi italiani, creando un caos che ci spazzerà tutti quanti.

Ritratto di lettore57

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mar, 12/08/2014 - 00:43

L'acqua in cui potevano nuotare i brigatisti ai tempi degli anni di piombo scorre ancora. Il tristissimo periodo vissuto dal nostro paese non ha insegnato nulla. TORNANO A GALLA I CATTIVI MAESTRI.

Claudio Antonaz

Mar, 12/08/2014 - 00:45

L’avvenire non promette bene. Noi viviamo in un’epoca in cui a tener cattedra sono gli ex. Ad ex pedofili pentiti si affidano fiduciosamente inermi virgulti. A pontificare davanti alle telecamere sulle carenze del sistema penale sono ammessi solo coloro che hanno già fatto fuori qualcuno. Ex obesi, storcendo la bocca su quello che mangiamo noi, annunciano urbi et orbe la verità della dieta. A spiegare come si fa ad evitare la tentazione della sigaretta è chiamato solo chi si è immesso, per decenni, fumo nei polmoni. Anche nel campo della droga si tappa la bocca a chi non ha avuto mai il “coraggio” di farsi uno spinello o una pera. In campo politico poi il monopolio degli ex è ancora più ferreo. Per parlare male di Stalin occorre invece essere ex stalinisti. Sugli eccessi del maoismo danno oggi conferenze gli stessi che ieri inneggiavano al Gran Timoniere. Unica eccezione: gli ex nazisti, anche pentitissimi, e così malandati da vivere gli ultimi giorni sotto una tenda ad ossigeno, sono considerati in blocco pericolosi criminali di guerra.

maurizio50

Mar, 12/08/2014 - 09:59

Il Curcio è un delinquente; più delinquenti ancora i compagni che lo hanno identificato come eroe senza macchia e senza paura!!!!

Ritratto di ersola

ersola

Mar, 12/08/2014 - 10:03

stock47 bevi di meno. la differenza è che uno si è fatto 24 anni di carcere espiando la sua pena.

Duka

Mar, 12/08/2014 - 10:27

Questo ai servizi sociali dovrebbe andarci A VITA ma siccome ha la tessera.....che schifo, banda di mantenuti.