Toscana, la Regione sbaglia l'ordine e arrivano 720 confezioni di medicinali

A causa di un errore con il sistema informatico la Regione Toscana ha ricevuto 720 confezioni di un farmaco richiesto. Adesso si rifiuta di pagare l'ordine

A causa di un ordine sbagliato la Regione Toscana si è trovata sommersa con 10 milioni di medicinali che in realtà non voleva.

Il tutto è accaduto quando l'Estar, l'ente che si occupa di acquisti per la sanità, ha ordinato dei medicinali anti epatite C. Il Sovaldi è stato per anni il migliore e ha garantito al suo produttore, Gilead, profitti miliardari in tutto il mondo e anche in Italia.

Con lo studio di nuove molecole sta crescendo anche la concorrenza ma per alcuni pazienti il farmaco può ancora essere utile. Come riporta La Repubblica, la Regione Toscana ha deciso di ordinare 90 confezioni del medicinali ma quando il funzionario Estar ha inserito nel sistema informatico la richiesta un errore ha fatto inviare 720 confezioni con un costo di circa 7 milioni superiore a quello che si voleva sostenere.

La Gilead ha segnalato così l'anomalia ad Estar ma la mail è arrivata a un indirizzo sbagliato. Non avendo ricevuto una risposta l'azienda ha inviato tutti i medicinali richiesti. Adesso l'Ente si rifiuta di fare il bonifico mentre l'azienda farmaceutica richiede tutti i soldi. È previsto per oggi un incontro tra i responsabili di Estar e Gilead per provare a risolvere la questione.


Commenti

98NARE

Mer, 19/04/2017 - 11:33

PRIMA ORDINI.....POI QUANDO ARRIVA...PAGHI.... ORDINE SBAGLIATO, PAGHI E POI SONO TUTTI AZZ TUOI.

cgf

Mer, 19/04/2017 - 13:29

PAGARE oppure PIGNORAMENTO di qualche immobile di pregio nella capitale toscana, tanto la Regione 1+ o 1- cosa cambia? non fanno nemmeno la manutenzione.

fifaus

Mer, 19/04/2017 - 15:50

alla fine pagherà comunque la Regione Toscana, in definitiva noi cittadini: niente di nuovo

Garganella

Mer, 19/04/2017 - 16:12

Mi sa tanto che "l'errore" è una scusa!