Totò Riina resta in carcere: negato il ricorso sul differimento della pena

Totò Riina resta in carcere: il tribunale di sorveglianza di Bologna ha negato sia per il differimento della pena che pena che la detenzione domiciliare

I giudici del tribunale di sorveglianza di Bologna hanno rigettato il ricorso presentato dalla difesa di Totò Riina sia per il differimento della pena che per quello di detenzione domiciliare.

Il boss Totò Riina, detenuto in regime 41bis e in precarie condizioni di salute, è ricoverato all'ospedale Maggiore di Parma riservato ai carcerati. I giudici hanno riunito i due procedimenti decidendoli insieme.

Alla richiesta dei legali, motivata da ragioni di salute del boss, si è opposto il pg di Bologna Ignazio De Francisci. "Totò Riina rimane in ospedale ma è una ordinanza ampiamente ricorribile, e come tale sarà oggetto di ricorso", ha dichiarato l'avvocato Luca Cianfaroni.

Commenti

PAOLINA2

Mer, 19/07/2017 - 14:15

Mi sembra una cosa saggia e doverosa che rimanga in carcere, non solo lui ma tutti i mafiosi, camorristi,ecc. ecc.che hanno combinato nefandezze sino all'inverosimile, stanno tutti male, non servono medici e cure, lasciateli liberi e in un baleno guariranno.

Fjr

Mer, 19/07/2017 - 15:08

Nessuna pietà,quando ha organizzato le stragi non ne ha avuta ,quindi non vedo perché debba avere un trattamento privilegiato

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mer, 19/07/2017 - 15:15

Qualche buon tempone-ipocrita-buonista-progressista,recentemene,prima di questa sentenza,aveva detto che si "espone costantemente il paziente a rischio di morte improvvisa", oltre a condizionarne ogni attività....E le persone che ha ammazzato con "morte improvvisa"(di cui LORO ne avrebbero fatto a meno)???....Che "attività" svolgono ora????....L'ATTIVITA' DEL MORTO!!!

Smartino65

Mer, 19/07/2017 - 15:41

Gli basta un minuto fuori dal carcere per impartire ordini e le sue ultime volonta'.. per questo ha fretta. e' importante l'isolamento assoluto fino alla fine.

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Mer, 19/07/2017 - 15:42

deve morire in cella. solo.

Ritratto di Pajasu75

Pajasu75

Mer, 19/07/2017 - 15:48

Succede... quando decidi di svolgere un certo "mestiere" l'eventualità del carcere la metti in conto. Ciao Zio Totò, stai attendo a non far cadere la saponetta quando fai la doccia!!

Ernestinho

Mer, 19/07/2017 - 15:48

E meno male. A 25 anni dall'eccidio di Borsellino e della sua scorta sarebbe stato per lo meno irriverente per loro! Deve crepare in carcere!

PAOLINA2

Mer, 19/07/2017 - 15:54

Sequestrate tutti i beni mobiliari e immobiliari delle varie cosche, basterebbero x saldare il debito pubblico dell'Italia.

RenatoBozzini

Mer, 19/07/2017 - 16:26

E solo adesso si sequestrano i beni di questo animale che vive alle nostre spalle? Perchè così in ritardo? Si pensava di rinviarlo a casa naturalmente, come la "ragazzata" dei ragazzini stupratori. Che giudici abbiamo!

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mer, 19/07/2017 - 16:48

tatatatatatatatatatatattttaaata

Ritratto di franco.brezzi

franco.brezzi

Mer, 19/07/2017 - 22:54

Non sono un medico e non posso esprimere giudizi in materia. Una cosa però, mi sta a cuore e chiedo: se lui è in "precarie condizioni di salute" qual'è lo stato di salute odierno delle sue vittime?

brunicione

Gio, 20/07/2017 - 08:10

E' mai possibile che al 41 bis, un ergastolano possa ricevere il parentado e continuare a gestire tutti gli interessi mafiosi ???? Mai giudici......sono d'accordo ????

xgerico

Gio, 20/07/2017 - 08:52

Mi raccomando però