Tragedia ad Aprilia, morti due operai investiti da esalazioni

Le due persone stavano lavorando in un'autocisterna

Tragedia ad Aprilia. Due operai sono morti nell'impianto di compostaggio Kyklos di Aprilia, di proprietà di Acea. Le due vittime stavano lavorando sopra un'autocisterna quando, in base alle prime ricostruzioni, sembra che abbiano aperto un boccaporto e siano stati investiti da esalazioni letali. Uno dei due è poi precipitato dal veicolo e il corpo è stato recuperato all'interno di una vasca. Nell'impianto vengono prodotti concimi organici derivanti dalla lavorazione dell'umido proveniente dalla raccolta dei rifiuti. Ci sarebbero altri operai intossicati e l'area attorno alla Kyklos è stata interdetta. 

Commenti
Ritratto di stock47

stock47

Lun, 28/07/2014 - 13:14

Mi dispiace per le persone morte ma non riesco a capire queste persone che lavorano con rischi di esalazioni. Vendono maschere antigas a poco, come mai non se ne comprano una, o se la fanno comprare dalla Ditta, e non l'indossano quando fanno questi lavori pericolosi?