Schianto sulla A4: coinvolto un pullman con una scolaresca

Una quarantina i feriti. Un tir ha tamponato un pullman in direzione Torino. Il conducente del mezzo pesante trasportato in ospedale con codice rosso

Ha rischiato di trasformarsi in tragedia l' incidente stradale sull'Autostrada A4, nel tratto Tangenziale nord - Barriera est, in cui sono rimasti coinvolti un pullman pieno di studenti e due mezzi pesanti. Secondo le prime ricostruzioni il pullman con la scolaresca, proveniente da Verona, è stato tamponato da un mezzo pesante, e ha a sua volta tamponato un altro tir. Il conducente del primo camion, rimasto incastrato tra le lamiere, è stato estratto da qualche minuto e condotto in ospedale in codice rosso. Dei circa 40 tra studenti e insegnanti a bordo del pullman, 35 sono stati condotti in ospedale in codice verde e 6 in codice giallo. Sul posto sono intervenute 8 ambulanze, un'auto medica e un elicottero.

L'impatto si è verificato qualche minuto prima delle 10, in direzione Torino.

Il traffico per è bloccato tra Monza e Milano.

Commenti

leo_polemico

Mar, 03/03/2015 - 11:35

Come ho già scritto altre volte, ben pochi, quasi nessuno, sulla strada, si rende conto che a 36 Km/h in un SECONDO si percorrono 10 metri, a 72 i metri sono 20, ai 108, 30 e ai 144 sono diventati 40. Chi rispetta le "distanze di sicurezza" tenendo conto anche dei tempi di reazione e di quelli di arresto? Ho visto molte volte sorpassi multipli ai 150 all'ora con vetture distanti meno di 10 metri quali fossero tutti piloti di formula uno o di rally. Quello che fa dispiacer è che troppe volte l'incosciente se la cava e ci rimette chi non ne ha colpa alcuna. In compenso le forze dell'ordine, anzichè colpire severamente gli imprudenti, badano a fare multe più tranquille e redditizie.

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Mar, 03/03/2015 - 12:09

Giusto, si pensi anche che alla velocità si deve aggiungere anche il peso della massa d'impatto.I tir notoriamente supercamion da corsa sono pericolosissimi. Aggungo anche che trattandosi di un tir proveniente dall' autostrada MO-Verona, magari l'autista é anche slavo o rumeno o albanese, quelli corrono e dormono poco e bevono.

Ritratto di Blent

Blent

Mar, 03/03/2015 - 12:39

circolano troppi camion e le strade sono un inferno . bisogna costruire delle ferrovie , No-Tav permettendo

fer 44

Mar, 03/03/2015 - 15:09

A prescindere dal fatto che TIR individua una certa classe di automezzi per trasporto intergoganale regolamentato, e non una categoria di autocarro, in Germania, dove mi reco regolarmente più di una volta al mese, circolano molti ma molti più automezzi pesanti che da noi (pur avendo una grossa componente di traffico merci sia ferroviario che fluviale) Ho calcolato più di una volta che se si mettessero contemporaneamente in marcia tutti gli autotreni ed autoarticolati che vedo fermi nelle aree di sosta, ne verrebbe una colonna ininterrotto lungo tutti gli 813 km. che separano Basilea da Amburgo. Eppure, salvo qualche rara eccezione, si viaggi tutti tranquillamente ed in alcuni tratti, fra Freiburg Sud e Karlsruhe per esempio,si può correre anche a 200km/h (c'e il segnale 120 barrato NERO = nessun limite, per le auto!)

stefanoanc64

Mar, 03/03/2015 - 15:29

Il camion responsabile dell'incidente è uno di quelli adibiti al trasporto di cavalli, presumo da corsa. In genere questi camion sono guidati da veri dementi, come mi è capitato di constatare viaggiando spesso in autostrada.

Marcoc974

Mar, 03/03/2015 - 16:17

#stefanoanc64 il fatto che abbia il disegno di un cavallo sul cassone non indica il trasporto degli stessi.... Quello é, anzi era, un cassone ribaltabile per il trasporto di cereali e segatura

Marcoc974

Mar, 03/03/2015 - 16:20

#stefanoanc64:: il fatto che sul cassone é disegnato un cavallo da corsa non indica che il camion trasportava gli stessi...quello è, anzi era, un cassone ribaltabile per il trasporto di cereali e segatura

BlackMen

Mar, 03/03/2015 - 17:08

stefanoanc64: senza offesa ma i camion per il trasporto cavalli 1) sono molto piu piccoli. 2) hanno sempre le finestrelle per l'aria da entrambi i lati (per non farli morire sa!)