Trani, pescatore spara al suo datore di lavoro: arrestato

È accaduto sul molo dove era solito recarsi per lavoro

Ha sparato due colpi di pistola al suo ex titolare, anche lui un pescatore di 46 anni. È accaduto a Trani, Comune della provincia Bat, al Molo Santa Lucia. La vittima è stata ferita lievemente ad un braccio e si è subito recata nella caserma dei carabinieri per denunciare il suo ex dipendente, un uomo di 40 anni. Ai militari ha anche consegnato uno dei bossoli. Il movente è probabilmente legato a contrasti relativi al lavoro. A lasciare inizialmente perplessi gli inquirenti è stata la calma con la quale il pescatore si è presentato in caserma. Non era particolarmente agitato per il pericolo scampato, nonostante uno dei colpi lo abbia raggiunto al braccio destro, procurandogli, fortunatamente, solo un lieve graffio. Dal racconto dei fatti, i militari, sono venuti a conoscenza che l'attentato è avvenuto intorno alle sette di mattina. Sul luogo dell'agguato hanno poi trovato la presenza di un impianto di video sorveglianza, tramite il quale hanno accertato la veridicità del racconto del pescatore.

Da ulteriori indagini è emersa anche la premeditazione del gesto, dal momento che l'attentatore è stato ripreso mentre aspettava sul posto di lavoro l'arrivo della vittima. Il pescatore, infatti, appostato nelle vicinanze, nel veder sopraggiungere il suo ex datore, si è messo alla guida del proprio motorino e a distanza ravvicinata, con azione fulminea e cercando di passare inosservato, ha esploso il primo il colpo. Non l'unico. Quando infatti si è accorto di non aver colpito il 46enne, ha aperto nuovamente il fuoco. Fortunatamente nella sparatoria non è stato coinvolto nessun altro.

I militari si sono messi subito alla ricerca del 40enne che dopo alcune ore si è presentato con il proprio avvocato di fiducia in caserma, negando il suo coinvolgimento nei fatti, ma le prove, ormai acquisite hanno reso l'arresto inevitabile. L'uomo ora è in carcere con l'accusa di tentato omicidio e porto illegale di armi da fuoco.