Tratta dall'Africa alla Sicilia: sgominati i trafficanti di morte

Una cellula africana organizza le traversate, quella "italiana" la fuga dai centri d'accoglienza e la permanenza nel Paese. E spuntano i contatti col Cara di Mineo

"Inshallah!", "Così sia per Allah!". Senza alcuno scrupolo e con freddezza il trafficante etiope Ghermay Ermias commentava al telefono il drammatico esito dello sbarco del 3 ottobre 2013, quando 366 immigrati persero la vita prima di riuscire a mettersi in salvo raggiungendo le coste dell’Isola. Parole che appaiono ancora più dure e disumane alla luce dell'ecatombe di ieri. Oggi la sua organizzazione criminale, che pianificava il traffico di essere umani tra l’Africa e l’Europa, è stata sgominata oggi con la maxi operazione della Polizia di Stato coordinata dalla Dda di Palermo.

La polizia di Stato ha fermato i componenti di un’organizzazione criminale transnazionale accusati d’associazione a delinquere e favoreggiamento di immigrazione e permanenza clandestina: eritrei, etiopi, ivoriani e ghanesi avrebbero favorito con enormi guadagni l’immigrazione illegale di migliaia di connazionali. Tra le persone coinvolte anche Ermias Ghermay e Medhane Yehdego Redae, ritenuti tra i più importanti trafficanti di immigrati che operano sulla cosiddetta "rotta libica" e gestiscono la rotta terrestre, in alcune occasioni "comprando" da altre bande criminali gruppi di africani tenuti sotto sequestro e diretti in Italia. I due curerebbero anche la fase della permanenza sulle coste libiche degli extracomunitari in partenza per la Siclia tenendoli prigionieri sotto la vigilanza di guardie armate fino all’ imbarco.

Ghermay, che vive e opera a Tripoli e Zuwarah, è latitante dal luglio del 2014, quando nei suoi confronti su emesso un provvedimento cautelare, esteso anche in campo internazionale, dopo il naufragio avvenuto il 3 ottobre 2013 davanti alle coste di Lampedusa, in cui persero la vita almeno 366 immigrati. Del tragico viaggio l'etiope è ritenuto organizzatore e responsabile. Dalle intercettazioni di una operazione precedente era emerso che una carretta del mare stipata di disperati poteva fruttare all'organizzazione criminale anche un milione di euro. Ogni clandestino pagava (e paga) una cifra tra i 3.000 e i 3.600 dollari per attraversare il Mediterraneo. Anche nel corso dell’indagine "Glauco II" sono emerse transazioni di denaro, prevalentemente movimentato tramite canali illegali, per centinaia di migliaia di euro.

L’inchiesta, coordinata dal procuratore di Palermo Francesco Lo Voi e dall’aggiunto Maurizio Scalia, ha portato a scoprire anche una cellula della stessa organizzazione criminale, complementare a quella che agisce in Africa, composta da eritrei che vivono nelle province di Palermo, Agrigento, Catania e Milano. Questa parte dell'organizzazione, in cambio di altro denaro rispetto a quello già pagato per la traversata, gestisce le fughe degli immigrati dai centri di accoglienza (una base della rete è stata scoperta nel Cara di Mineo), dà loro il supporto logistico per restare clandestinamente in Italia e ne agevola il successivo espatrio (sempre illegalmente) verso altri Paesi dell’Ue come Norvegia, Germania e Svezia. All'interno di questa cellula è di primissimo piano il ruolo di Asghedom Ghermay, detto "Amice", che opera a Catania e mantiene i contatti con i trafficanti africani. L’eritreo, che può contare su una rete di complici che operano nel Cara di Mineo, mette in contatto i clandestini arrivati in Sicilia con parenti che vivono nel nord Europa, recupera i soldi per consentire loro di raggiungere i familiari e organizza eventuali soggiorni intermedi. Il tutto in cambio di cifre che vanno dai 250 ai 1.000 euro a persona.

Commenti
Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 20/04/2015 - 09:28

Un governo degno di questo nome dovrebbe curarsi di adeguare leggi e sanzioni per queste situazioni. Altro che accoglienza ed integrazione.

Ritratto di franco.brezzi

franco.brezzi

Lun, 20/04/2015 - 09:49

Ma non si devono dire queste cose. La Boldrini & Co. è convinta che le cose succedano motu proprio: loro credono ancora nella Befana, in babbo Natale, in Marx, in "aiuta un bambino con due euro, nell'innocenza dei semplici, nei sindacati, nel volontariato... zitti, per favore non svegliateli o sarete tacciati da fascisti. Capito "fascisti"?

lupo1963

Lun, 20/04/2015 - 09:49

Bisognerebbe aiutarli a spedire gente nel nordeuropa,loro invadono noi e noi facciamo invadere il nordeuropa.

Tuthankamon

Lun, 20/04/2015 - 09:49

Questo e' il risultato del lassismo dovuto alla mancanza di una politica chiara. Le affermazioni di principio che piacciono alla sinistra portano solo disagio sociale e disastri.

Ritratto di Loudness

Loudness

Lun, 20/04/2015 - 10:12

Memphis noi non abbiamo un Governo, bensì una manica di corsari, pirati e bucanieri, che stanno dalla parte di altri corsari, pirati e bucanieri che ci invadono.

ABC1935

Lun, 20/04/2015 - 10:22

Anche gli imbecilli hanno capito che tutti coloro che, con tanta solerzia , ci precipitiamo a soccorrere , in mare ed in terra , fanno parte di un piano di invasione sistematica dell'Europa ma in particolar modo dell'Italia ! L'Islam si sta "infiltrando" nelle nostre città come un tumore latente del quale conosciamo la pericolosità ma ,ipocritamente , non ne tentiamo neanche la possibile cura ! Nel progetto sono "comprese " le migliaia vittime che "servono " agli invasori per sollecitare e stimolare la "moralità ipocrita " degli europei ma soprattutto degli italiani i quali , con un governo "raffazzonato" , non eletto e guidato da un "bulletto parlante" , no riesce a gestire una cosi grave emergenza ! Purtroppo , quando la situazione precipiterà , i responsabili non ci saranno più e si confonderanno tra la folla degli incapaci che li hanno preceduti ! I nuovi arrivati , ovviamente , consolideranno il "sistema" ormai divenuto patologico !-

Giorgio5819

Lun, 20/04/2015 - 10:31

Memphis35, concordo, ma un governo adeguato è un governo eletto dai cittadini, non insediato furbescamente con manovre subdole.

Ritratto di ContessaCV

ContessaCV

Lun, 20/04/2015 - 10:33

Sono lieta che sia stata sgominata la banda di trafficanti, però vorrei solo portare l'attenzione sul fatto dei 700 morti che poi sono lievitati a forse 950. Su un peschereccio o su un qualsiasi tipo di natante di 20 metri di lunghezza non possono starci dentro 700 persone, neanche se le metti come le acciughe sotto sale: è un semplice calcolo matematico di area della superficie totale. Allora mi chiedo perché viene data notizia di una tragedia del genere?? Se era per attirare l'attenzione dell'Europa e del mondo sull'invasione dell'Italia, come è giusto che sia, almeno le dimensioni dell'imbarcazione dovevano essere più credibili.Comunque è molto semplice fare la prova: con una televisione che riprende la prova,si riuniscono 700 persone sul piazzale del porto di Mazara così ci si rende conto del volume che occupano e poi si prova a farle entrare tutte e 700 su un peschereccio lungo venti metri.

rugoso

Lun, 20/04/2015 - 10:37

Bravi, ma mi chiedo una cosa. Perche li Hanno arrestati solo dopo la strage? visto che sicuramente erano sotto sorveglianza da parecchio tempo. Solo al fine che il ministro dell'inutilita' Alfano possa gloriarsi della sua tempestivita'?

Ritratto di pascariello

pascariello

Lun, 20/04/2015 - 10:44

Per "sistemare" questi bravi ragazzi bisognerebbe farsi insegnare dal MOSSAD !

Leonida0

Lun, 20/04/2015 - 10:46

Questa marmaglia pseudo socialista riciclatasi dopo la caduta del muro e unitasi nel nulla della eurss e' una cancrena della civilta di popoli laboriosi! Urge riaprire i campi per una rieducazione ! Spiegato con fatti odierni il perche di come incapaci allo sbaraglio portino a conflitti! O subirne gli effetti nefasti o andare allo scontro per la dignita e onore!

plaunad

Lun, 20/04/2015 - 10:50

Ma guarda guarda, tutti extracomunitari africani immigrati. Cosa diranno adesso i soliti anti italiani masochisti che accusavano altri italiani di gestire quel traffico?

mariouno

Lun, 20/04/2015 - 10:50

era già tutto previsto e il peggio non è ancora arrivato. E bravi i buonisti, forse non sanno che devono esprimere il volere degli italiani e non le loro idee di convenienza

plaunad

Lun, 20/04/2015 - 10:51

Mi piacerebbe proprio sentire il commento della Boldrini......

Ritratto di Idiris

Idiris

Lun, 20/04/2015 - 10:56

Gli sbarchi devono continuare nonostante la tragedia. Nessuno avrebbe potuto fare niente per quei poveracci morti. La loro ora era arrivata. Nè il Marenostrum nè il Triton avrebbero potuto salvarli la vita. Ci sono ancora mezzo milione di persone in libia pronti a salpare verso l'italia. Sono disposti a scommettere sulla loro vita per la traversata.

Ritratto di oliveto

oliveto

Lun, 20/04/2015 - 11:00

Ma perché si continua a parlare di questi disgraziati, sapendo che sarà fatto praticamente nulla da parte del cosiddetto mondo civile. E' SOLA CRONACA, NERA. Però tutti ne traggono vantaggio, compreso questa testata giornalistica: questi fattacci fanno notizia e alzano la tiratura...

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 20/04/2015 - 11:01

BASTA:..... faremo la fine dei PELLEROSSA se non ci svegliamo !

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 20/04/2015 - 11:02

ma quale accoglienza..... chiudere ogni porta a questi invasori.

Ritratto di giangol

giangol

Lun, 20/04/2015 - 11:03

ma si cerchiamo di non dare troppo peso ed enfasi a queste sporadiche parole, direbbe la sboldrina o il clandestino vestito di bianco...

Ritratto di Loudness

Loudness

Lun, 20/04/2015 - 11:21

ContessaCV, non so su cosa basa i suoi calcoli, ma posso dirle che in un metro quadro ci stanno 4 persone in piedi. In cento metri quadri 400 persone, in duecento metri quadri 800 e così via... Siccome nelle bagnarole vengono stipati a più non posso, va da se che non venga nemmeno rispettato il peso su metro quadro che il natante deve rispettare per non affondare e/o capovolgersi. Questo e tanti altri si sono capovolti proprio per l'eccessivo numero di persone a bordo, in condizioni precarie di navigazione, basta una semplice onda anche provocata da un altro natante che passa nelle vicinanze per provocare il ribaltamento.

magnum357

Lun, 20/04/2015 - 11:25

Ma che bravo governo che abbiamo !!! Aiuta sempre i trafficanti di uomini a fare affari con il nostro paese, poi se li catturano, i magistrati li libereranno subito, che diamine lo hanno fatto pure in passato e per coerenza sinistra andranno avanti a farlo !!!

Altoviti

Lun, 20/04/2015 - 11:32

Il vero problema è questo governo che non capisce niente di niente: gente ottusa e presuntuosa, la sinistra ha sempre tradito l'Italia, ha regalato l'Istria ai comunisti titini, e ora regala l'Italia agli stranieri. Tutto ciò con la boria secolare degli ignoranti. basterebbe conoscere un po' la storia per non farfe certi errori. La sinistra ci porta alla guerra, alla miseria totale, alla devastazione del nostro paese. Io direi che sono alti traditori.Non sarebbe tanto difficile riportate i migranti in Libia, non sarebbe neanche difficile distruggere le navi prima degli imbarchi. M

Altoviti

Lun, 20/04/2015 - 11:36

Al governo abbiamo dei nemici dell'Italia, è un governo di traditori che ci porta alla miseria e alla devastazione della Nazione. I comunisti hanno sempre tradito l'Italia, lo vediamo con l'Istria e lo vediamo ora con i migranti. Soldi a loro, lacrime agli italiani, vogliono distruggersi.Sono ignoranti e boriosi. Non sarebbe tanto difficile riportare i migranti in Libia né disteuggere le navi prima degli imbarchi.

Ritratto di ContessaCV

ContessaCV

Lun, 20/04/2015 - 11:50

Per Loudness proprio perché ho fatto il suo stesso calcolo e perché conosco bene per mestiere le barche da lavoro, le posso assicurare che un peschereccio anche grosso non ha duecento metri quadri di superficie utilizzabile quindi infilarci dentro da 700 a 950 persone, anche per dei trafficanti di uomini è una bella impresa.

VittorioMar

Lun, 20/04/2015 - 12:32

...anche Allah GRIDA VENDETTA!

Ritratto di 51m0ne

51m0ne

Lun, 20/04/2015 - 12:58

Sì, siamo tutti d’accordo con la traggedia, però se io decido di andare in Islanda con il pedalò, poi non posso prendermela con la UE e con tutto il mondo se mi ribalto.

tormalinaner

Lun, 20/04/2015 - 13:55

La responsabile di questo dramma è la Boldrini cinica papessa dell'accoglienza indiscriminata per avvantaggiare le coop PD dell'accoglienza. La Boldrini è un demone.

umbro80

Lun, 20/04/2015 - 14:26

Quindi secondo questo etiope Allah è contento che dei musulmani muoiano. Fortuna che lo chiamano il misericordioso!!

Ritratto di Geppa

Geppa

Lun, 20/04/2015 - 15:17

non è la stessa cosa che dicono i cattolici quqando succede una tragedia? "Dio opera per vie sconosciute"

nopolcorrect

Lun, 20/04/2015 - 16:36

Il trafficante non ha torto: sto diventando un esperto di Corano grazie al bellissimo libro di Magdi Allam ed effettivamente nella sura 64 a p.301 prima colonna si legge: "Non accade disgrazia se non col permesso di Dio". Pigliate, incartate e portate a casa, voi infedeli!

nopolcorrect

Lun, 20/04/2015 - 16:51

Il trafficante è perfettamente in regola con quanto scritto nella sura 64 del Corano (vedi l'ottima edizione di Magdi Cristi301ano Allam alla pagina 301 seconda colonna: non accade disgrazia se non col permesso di Dio.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Lun, 20/04/2015 - 16:56

Gli italiani elettori sono un branco di buoi: castrati nella volontà propria e sopratutto castrati nel cervello da parte di abili manipolatori della psiche altrui.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Lun, 20/04/2015 - 19:26

A qualcuno il testo principale dei libri sacri suona così: IO SONO DIO DI ME STESSO CHI NON CREDE IN ME SIA CONDANNATO.

opinione-critica

Lun, 20/04/2015 - 19:27

Se continua con operazioni di questo tipo la Dda di Palermo rischia di chiudere. Francesco Lo Voi e Maurizio Scalia saranno trasferiti, in questo modo si proteggeranno e non si scopriranno gli agganci politici in Italia

alberto.rossattini

Lun, 20/04/2015 - 20:17

L'unica soluzione al problema è la pena di morte per gli scafisti! Tutte le altre proposte sono palliativi che non fanno altro che perdere tempo.

kayak65

Lun, 20/04/2015 - 20:41

arrestati oggi liberi domani. non si possono fermare i kapo che lavorano per le coop

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mar, 21/04/2015 - 00:36

Ecco gli effetti del corano praticato dagli scafisti. Hanno trovato il modo per evitare ogni responsabilità. Se ci sono migliaia di morti è perché lo vuole il loro allah. VIVI O MORTI IL PASSAGGIO SUI BARCONI L'HANNO GIÀ PAGATO. IL RESTO SONO BAZZECOLE CHE COMPETONO AD ALLAH.