Travaglio e il tricolore: "È francese, non italiano"

Il direttore del Fatto attacca gli storici e cerca di mostrare una origine transalpina della nostra bandiera. Ma la realtà è diversa

"Il tricolore italiano è in realtà francese". Parola di Marco Travaglio. Il direttore del Fatto attacca gli storici e cerca di mostrare una origine transalpina della nostra bandiera. In un lungo articolo Travaglio espone al sua teoria: "La prima volta che una bandiera bianca rossa e verde sventolò in Italia, fu a Milano 500 anni fa: l'11 ottobre 1515. Quel giorno - lo racconta nel suo diario un francese al seguito del suo re Francesco I- il popolo milanese salutò il trionfale ingresso in città del sovrano transalpino issando in cima al Duomo “un pavillon ouvert des deux côtés, de couleur blanc, rouge et vert”. Quei tre colori non erano totalmente nuovi, per i meneghini". Poi cita Napoleone per affondare il colpo sugli storici: "Gli storici si aggrappano a tutto per non riconoscere che il nostro tricolore è un vessillo d'importazione francese e che il suo vero papà è Napoleone Bonaparte. Il quale, il 16 maggio 1796, entra in Milano sulle orme di Francesco I, ne fa la capitale della Repubblica Lombarda e ordina alle figure pubbliche di indossare il tricolore della Rivoluzione francese (azzurro, bianco e rosso). Ma i cittadini, sulle coccarde, iniziano a esibire il verde al posto dell'azzurro". Poi prova a ritrattare: "Quei tre colori non erano totalmente nuovi, per i meneghini. Alcuni storici riferiscono che già la duchessa Caterina Visconti, in un’ordinanza del 1397, aveva citato le divise bianche, rosse e verdi dei “servitori del Municip io ”. Ma va detto che, per scovare un padre italiano alla bandiera italiana, i nostri storici più sciovinisti si sono attaccati a tutto. Persino a una terzina del Purgatorio di Dante Alighieri, dedicata all’amata Beatrice Portinari (“Sovra candido vel cinta d'uliva / donna m'apparve, sotto verde manto / vestita di color di fiamma viva”)". Ma non basta.

Travaglio ha la sua tesi: la nostra bandiera è di origine francese. Ma è il Colle a spiegare le vere origini del tricolore. Pur citando la fase napoleonica, il Quirinale spiega per bene le radici della nostra bandiera che vanno ben più inditro della linea temporale fissata da Travaglio. "I vessilli reggimentali della Legione Lombarda presentavano, appunto, i colori bianco, rosso e verde, fortemente radicati nel patrimonio collettivo di quella regione: il bianco e il rosso, infatti, comparivano nell'antichissimo stemma comunale di Milano (croce rossa su campo bianco), mentre verdi erano, fin dal 1782, le uniformi della Guardia civica milanese. Gli stessi colori, poi, furono adottati anche negli stendardi della Legione Italiana, che raccoglieva i soldati delle terre dell'Emilia e della Romagna, e fu probabilmente questo il motivo che spinse la Repubblica Cispadana a confermarli nella propria bandiera", spega il Colle. Insomma a Milano quei colori erano di casa ben prima dell'arrivo di Napoleone. La bandiera italiana non ha avuto certo bisogno dei suggerimenti francesi per sventolare sulla patria.

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 09/11/2015 - 10:35

poraccio! è peggiorato: oltre ad essere dislessico (tutti i cre.tini di sinistra sono cosi) è anche daltonico! :-)

Ritratto di Franco_I

Franco_I

Lun, 09/11/2015 - 10:39

Cavolo.....c'è tanto da fare dentro il quotidiano!!

bruno.amoroso

Lun, 09/11/2015 - 10:49

si dice che sfoggiarono il verde sulle coccarde perchè era finito il tessuto blu in realtà..

marygio

Lun, 09/11/2015 - 10:53

un insopportabile saccente. un cxxxxxo senza qualità

swiller

Lun, 09/11/2015 - 10:58

Levategli il bottiglione.....già e scemo del suo.

AleGro66

Lun, 09/11/2015 - 11:09

Travaglio, falli neri !

yulbrynner

Lun, 09/11/2015 - 11:11

mortimer ma se sempre lasgnoso 365 giorni all'anno ma che brutta persona ...incazzato con il mondo per forza non ti fila nessuno...poraccio!

yulbrynner

Lun, 09/11/2015 - 11:12

swiller e a te che devono levare ahaha il bombardone? ahahah

Un idealista

Lun, 09/11/2015 - 11:14

Hanno qualche merito gli italiani in qualcosa? Mah! Chissà!

epc

Lun, 09/11/2015 - 11:23

Bene. E allora?

Marcobaggio

Lun, 09/11/2015 - 11:33

Ma chi se ne frega di quello straccio.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 09/11/2015 - 11:45

YULLBRINNER... guardi, io non sono incazzoso per nulla :-) mi fa piacere che le rode il fegato, per come sta andando bene Berlusconi e la destra, vero? ridicolo! vada a lamentarsi con grillo e con il cre.tino di Pontassieve :-)

Luigi Farinelli

Lun, 09/11/2015 - 11:51

C'è un'altra spiegazione sull'origine del tricolore italiano con sostituzione del campo blu del francese con il verde, colore della massoneria diffusa da Napoleone in tutta Europa fino alla nascita a Milano del Grande Oriente d'Italia. Seguirono il cosiddetto Risorgimento con i suoi miti gonfiati in chiave anticlericale e l'appoggio chiave della massoneria britannica(Pio IX voleva unificare l'Italia in maniera federativa); il genocidio di 200mila morti, la farsa dei "plebisciti" e l'inizio della rivoluzione laicista che, passando attraverso il comunismo e altre nefande metamorfosi in nome delle ipocrite parole "libertà, fratellanza,uguaglianza" arriva fino ai giorni nostri con le sindromi della "Repubblica Universale" (abbattimento degli Stati nazionali, in piena attuazione) e la rivoluzione antropologica dell' "uomo nuovo", l'androgino privato dei principi morali e tradizionali e schiavo delle élite autoelette e del consumismo (pure in piena costruzione).

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Lun, 09/11/2015 - 12:01

Non perdiamo tempo con travaglio però è doveroso riflettere sull'unità d'Italia, fatta sbrigativamente, quasi eroicamente ma consegnata a gente che parlava francese al ministero ed a casa. Come i pezzi del paese sono stati messi insieme con aiuti interessati ora da questo ora da quello è noto a tutti. Dovevamo essere un protettorato dei vari potenti d'Europa. All'Epoca la scampammo. Oggi invece lo siamo.

Cheyenne

Lun, 09/11/2015 - 12:17

travaglio oltre che cialtrone è una persona meschina di infima cultura

syntronik

Lun, 09/11/2015 - 12:26

Mi sembra normale, che proprio lui contesti i colori della nostra bandiera, lui non é Italiano. Presto lo risentiremo con altre barzellette, visto che il suo " benefattore di carriera" ritorna in politica, ma sia il benvenuto, oramai nessuno ci fa piu ridere, se non i soliti commentatori sinistri, vorra dire che rideremo ancora, il comico politico, per ora non fa piu ridere, ha altro a cui pensare, ci vuole un buffone a corte, per tenere allegro il gruppo.

Pinozzo

Lun, 09/11/2015 - 12:31

Lo sanno anche le capre che il nostro tricolore deriva da quello francese modificato. E allora? Resta la nostra bandiera.

bruno.amoroso

Lun, 09/11/2015 - 12:34

mortimermouse: dopo che hai detto che berlusconi sta andando bene possiamo tutti andare a pranzo a cuor leggero. Poverino

Lorenzo-

Lun, 09/11/2015 - 12:37

Partendo con il fatto inequivocabile che i giornalisti devono fare i giornalisti e gli storici devono fare gli storici, un lavoro che richiede continua revisione di mille e mille fonti diverse(in più lingue) per tentare il più possibile di avvicinarsi alla realtà, che dubito un improvvisato Travaglio abbia effettuato.Ma anche se fosse quale sarebbe la differenza?E' talmente elevata l'esterofilia e odio verso la Patria da trovare costantemente minuzie per poter denigrare il Paese e la sua ricchissima storia e lodare gli altri?Oltretutto errate? Vada in Francia signor Travaglio.

Ritratto di erapaglia

erapaglia

Lun, 09/11/2015 - 12:46

x mortimermouse Travaglio non è di sinistra, già noi di DESTRA siamo accusati di non aver intelletto, ora chiamando A per B, dimostriamo di essere anche ignoranti? Prima di scrivere documentati e facci fare buona figura (appunto perché ci sono troppi comunisti)

david71

Lun, 09/11/2015 - 12:47

Quale Tricolore? Quello con il quale ci si pulì il culo il più fedele alleato ed amico sincero di SB?

nonna.mi

Lun, 09/11/2015 - 12:50

Di quello che pensa Travaglio non mene importa nulla, neanche in questa occasione. Sono qui solo per dire che, dopo moltissimi anni,conservo con grande rispetto la grande Bandiera Italiana di mio Padre, simbolo nella mia famiglia dell'Unità Nazionale: è di lana,un po bucherellata da tarme non sconfitte e sul bianco centrale spicca ancora lo Stemma Sabaudo di allora. Quasi tutto è cambiato nel nostro Paese ,ma alcune Cose che rappresentano una parte della nostra Storia per me hanno un Valore affettivo che non può essere cancellato da discussioni perfettamente inutili,portate avanti in genere da chi non le ha vissute ma solo lette...Myriam

zucca100

Lun, 09/11/2015 - 13:55

Stavo x risponderti, caro mortimermouse, poi ho letto il commento di erapaglia, che ha già' detto tutto. Ribadisco solo che non fai una bella figura, tu e tutti quelli ossessionati dai komunisti. Travaglio di sinistra? Dai su, fai il bravo, vai a documentarti un po'

Ritratto di onollov35

onollov35

Lun, 09/11/2015 - 14:02

Aspettiamo la prossima del giornalista Travaglio!!!!!!!!!!

Ritratto di stock47

stock47

Lun, 09/11/2015 - 14:12

Travaglio mi sta antipatico ma sul caso della bandiera ha solo che ragione. Quella bandiera simboleggia un nostro atto di sottomissione alla potenza francese. Con tutti i simboli che ci sono in Italia si scelse un simbolo d'origine francese.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 09/11/2015 - 14:38

Mentre Piemonte, Val d'Aosta, Liguria, Toscana e Lazio erano parte integrante dell'Impero Francese, il Lombardo-Veneto era all'origine dell'indipendente Repubblica Cisalpina, il cui presidente eletto all'unanimità era ancora Napoleone Bonaparte. Dalla ritirata di Russia il comandante degli "Ussari di Milano", mi pare, portò in Italia le tre aquile d'oro che sovastavano i drappi italiani, cioè cisalpini. Poi arrivarono i socialisti e da tre che erano se ne è salvata una. La superstite è esposta al museo del Risorgimento. In questo caso condivido l'opinione di Travaglio.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 09/11/2015 - 15:36

Nel tricolore italiano c'era lo stessissimo verde scuro delle uniformi cisalpine, uguali come foggia a quelle imperiali, ma dove loro avevano il blu, noi avevamo il verde. Non per niente gli orridi PDoti hanno sostituito il "verde bandiera" con un pallido... "giallo limone" o giù di lì. Evidentemente rubano anche sulla tintoria. Infatti chi ha lavorato nel settore tessile ben sa che tingere le pezze in colori scuri, costa mediamente il doppio di quelli chiari.

Ritratto di jasper

jasper

Lun, 09/11/2015 - 15:36

Fesserie. In Toscana sventolava la bandiera simile a quella austriaca: Rossa, Bianca e Rossa visto che i Granduchi erano del ramo Absburgo-Lorena. La bandiera della Lombardia sarà stata anche Verde, Bianca e Rossa, ma chissene frega, Non era la bandiera italiana; era semmai Lombarda,

Ritratto di jasper

jasper

Lun, 09/11/2015 - 15:51

La Toscana era stata occupata 'anu militari'da quel cialtrone di Bonaparte e non per niente li ziarono i moti del 'Viva Maria' contro il Francesi. Il Granducato di Toscana ra legato a doppio filo con gli Asburgo-Lorena e on per niente i suoi Granduchi diventavano tutti Imperatori dell'Impero di Austria-Ungheria a cominciare da Leopoldo. I Francesi per i Toscani erano solo dei onquistatori ed occupanti chiamati da loro 'Nuvoloni' per via che in ogni strada erano afficci proclami apoleonici cheiniziavano con la Frase tipica:"Nou volons".

Ritratto di Farusman

Farusman

Lun, 09/11/2015 - 15:56

Mi siace per i nazionalisti ad oltranza, ma la storia è storia: ha ragione Travaglio. Ma se non è politicamente corretto diciamo che sono i colori di Milano: e chissenefrega. Ma quando mai!

yulbrynner

Lun, 09/11/2015 - 15:59

mortimer non mi rode nulla ho cose più importanti nella mia vita a cui pensare che non a renzi Berlusconi sinistra destra centro o cos'altro si vede che tu non hai nulla da fare tutto il giorno, il mio commento era riferito ai tuoi soliti insulti quotidiani rivolti a chi non la pensi come te, il che denota la tua pochezza mentale e la tua scarsa intelligenza il no nsaper accettare le opinioni altrui anche se non condivise senza offnedere gli altri, ragion x cui qualche problemino lo hai e di quelli seri nella tua cocuzza.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Lun, 09/11/2015 - 16:04

IL; PADRE DEL TRICOLORE ITALIANO É STATO GIUSEPPE COMPAGNONI! É I PRIMI A FORMARE I COLORI DELLA BANDIERA ITALIANA SONO STATI I PATRIOTI GIUSEPPE ZAMBONI É GIOVANNI BATTISTA DE ROLANDIS! É QUELLO CHE DICE TRAVAGLIO SONO SOLO CAXXATE! ANDATE SU GOOGLE É INFORMATEVI MEGLIO KOMUNISTRONZI DEL CAXXO!.

vince50_19

Lun, 09/11/2015 - 16:07

Da quando non c'è più in politica Silviuzzu (che gli ha dato da "mangiare"), il forcaiolo sparacchia a dx e a sx il solito ciclostile di cazzatelle.. Pur di rimanere sulla cresta dell'onda si attacca a tutto!

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Lun, 09/11/2015 - 16:14

#eradipaglia. Allora, secondo te Travaglio é di DX? hahahahahahahahahaghaha! Travaglio quello che a ANNOZERO insieme a sanbue faceva i processi a Berlusconi per via TV é di DX?HAHAHAHAHAHAHAHA! Certo che io una caxxata simile non l,ho mai letta, Ma tu vai avanti é facci divertire ancora un pó con le tue minkiate! É SE TU SEI DI DX!ALLORA IO SONO GAIO GIULIO CESARE!:

emulmen

Lun, 09/11/2015 - 16:28

questa è bella...ora che il Travagli(at)o non può più dire peste e corna di Berlusconi deve pur dimostrare di guadagnarsi la pagnotta...

yulbrynner

Lun, 09/11/2015 - 16:39

pasquale esposito cucu' c'e una destra che non si e' mai riconosciuta nel pensiero belusconiano della quale fa parte il politologo sartori travaglio ecc che comunisti non sono di certo... va bhe dai..se c'eri dormivi.. ancora buon riposo e buona notte e sogni d'oro rrronffff rrronfffff

david71

Lun, 09/11/2015 - 16:58

Bah... comunque io credo a quanto dice il più grande giornalista Italiano, Vittorio Feltri:"... Ritengo che in questo momento Travaglio sia il numero uno". E io gli credo a Vittorino.

Ritratto di jasper

jasper

Lun, 09/11/2015 - 21:45

Per forza quei cialtroni dei Savoia presero spunto dalla bandiera francese. Loro si sentivano Francesi e parlavano Francese e furonoi aiutati da quell'altro cialtrone di Napoleone III a ingrandire il loro dominio conquistando la Lombardia a spese dell'Austria (Pace di Campoformio).

Ritratto di venanziolupo

venanziolupo

Gio, 07/01/2016 - 14:59

ora i sinistri pretendono anche di riscrivere la storia dell'ITALIA ..... travaglio un poraccio .... non a caso è il direttore del giornale dei M5 patacche quelli che hanno solo loro la verità assoluta ....

cicocichetti

Mar, 07/06/2016 - 01:40

credo che travaglio sia l'unico in italia che partendo dalla destra sia arrivato a sinistra