Travolta da un autobus in Sudafrica, è morta l'atleta Linda Scattolin

Non ce l'ha fatta dopo l'incidente di sabato. La Federazione Italiana Triathlon piange la sua scomparsa

Si è spenta all'ospedale di Città del Capo nella notte scorsa Linda Scattolin. La 39enne, originaria di Padova, era rimasta ferita in un incidente insieme alla compagna Edith Niederfriniger, sabato scorso.

Le due atlete si stavano allenando lungo la strada R45 del Franschhoek Pass che collega Stellenbosch a Villiersdorp (70 km da Città del Capo) in Sudafrica, quando un pullman che trasportava una squadra di rugby si è cappottato investendo le azzurre.

"La Federazione Italiana Triathlon e tutto il mondo del triathlon piangono la scomparsa di Linda Scattolin. Profonda commozione e dolore per le notizie comunicateci in mattinata dal Console Italiano in Sud Africa: a seguito di un improvviso peggioramento del quadro cerebrale occorso tra mercoledì e giovedì, Linda si è spenta nel tardo pomeriggio di ieri", spiega la Federazione.

(Foto da triathlonmania.it)

"Aderendo ad una precisa richiesta della famiglia Scattolin, sospendiamo la sottoscrizione a favore di Edith e Linda. La somma fin qui raccolta rimarrà a disposizione di ogni eventuale necessità giunta dal Sud Africa e comunque andrà a costituire un fondo a favore di atleti vittime di incidenti stradali. Il Consolato Italiano in Sud Africa continuerà a prestare alla famiglia Scattolin tutta l'assistenza del caso. Linda sei nel cuore di tutti noi, coraggio Edith. Ciao Linda. Riposa in Pace", conclude la nota della Federazione Triathlon.