Tre adolescenti scompaiono nelle acque dell'Adige: trovati due cadaveri

Due adolescenti si sono gettati in acqua per aiutare un terzo in difficoltà. Sommozzatori in azione

Tragedia sul fiume Adige ieri in Veneto, dove tre ragazzi tra i 15 e i 17 anni, tutti di origine marocchina, sono scomparsi tra le acque a Cavarzere (Venezia) senza più riemergere. I
sommozzatori dei vigili del fuoco hanno recuperato due corpi, ma sono uno dei due è stato già identificato, riconosciuto dal padre straziato che attendeva l’esito delle ricerche sul greto del fiume. Le ricerche proseguono per recuperare anche il terzo.

La dinamica dell'incidente

I ragazzi erano scesi su una piccola lingua di sabbia che si forma sulla golena del fiume per cercare un po' di refrigerio. Pare che solo uno di loro, il più grande, sapesse nuotare; sarebbe stato quest’ultimo a tuffarsi dopo aver visto che i due amici scesi in acqua per primi erano in difficoltà. In quel tratto il corso d’acqua è infido, e il fondale può passare improvvisamente da una profondità di poche decine di centimetri a qualche metro