Treviso, 25enne circondata e aggredita da stranieri al supermercato

Solo il sangue freddo e la sua pronta reazione hanno permesso alla giovane di svincolarsi dalla presa di due malviventi che volevano portarla via. L’inseguimento della vittima è proseguito anche in auto, ma fortunatamente la 25enne è riuscita a seminare gli aggressori

Un vero e proprio incubo quello vissuto da una giovane ragazza italiana di Resana (Treviso) lo scorso mercoledì in pieno giorno.

La 25enne stava facendo la spesa, come ogni settimana, nel supermercato Lidl di Vedelago (Treviso), collocato lungo la via Marconi. Una volta pagato il conto, si è diretta verso la propria autovettura per caricare a bordo le buste, tuttavia è proprio da questo momento che ha avuto inizio la sua terribile esperienza.

Da un’automobile vicina, infatti, un uomo con evidente accento straniero ha iniziato a richiamare con insistenza la sua attenzione, arrivando anche a gridarle “Tu vieni con me!”, come riportato da “TrevisoToday”. La giovane, che inizialmente non aveva dato peso alla cosa, ha dunque tentato di affrettare le operazioni, non rendendosi conto che la trappola era già scattata. Alle sue spalle, infatti, erano sbucati due energumeni che le hanno messo le mani addosso, iniziando a strattonarla con forza e ad intimarle “Adesso tu vieni via con noi”.

Per fortuna la 25enne è riuscita prontamente a reagire alla minaccia ed ha spinto il carrello in direzione degli assalitori, distanziandoli da sé di quel tanto giusto da permetterle di entrare nell’abitacolo. Dopo essersi chiusa dentro, la ragazza si è messa al volante, anche se i due stranieri, pur colti di sorpresa dalla sua reazione, non si sono dati per vinti. Hanno infatti cercato comunque di impedirle di andarsene, fino a prendere a pugni e calci la carrozzeria della sua auto. Tutto invano comunque, dato che la giovane è riuscita a mettere in moto, ad innestare la retromarcia ed a ripartire a tutta velocità. I due malviventi hanno raggiunto il terzo complice all’interno della sua auto, prima che questo mettesse in moto per tentare di inseguire la fuggitiva. Per fortuna era troppo tardi e la ragazza, riuscita a seminarli, ha subito segnalato quanto le era accaduto ai carabinieri.

Gli inquirenti sono tuttora alla ricerca dei tre responsabili dell’aggressione, tre uomini con marcato accento straniero. Tuttavia, purtroppo, non risultano altri testimoni della vicenda per poter ottenere ulteriori informazioni su di loro. Saranno pertanto sottoposti ad attento vaglio i filmati di alcune videocamere di sorveglianza presenti nella zona dei parcheggi del supermercato.

Commenti

venco

Gio, 06/12/2018 - 16:41

E questi stranieri accolti sarebbero profughi?, profughi bisognosi di accoglienza e integrazione?

Aegnor

Gio, 06/12/2018 - 19:00

I subumani a casa loro assieme a chi li protegge

Macrone

Gio, 06/12/2018 - 23:42

Tutto questo lo fanno in attesa di pagarci le pensioni.